Master per Responsabile Esperto nella Gestione Dell’ Impresa Sociale

Cooperativa L'Universale 2000
A Vetralia

4.500 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Vetralia
  • 500 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Due sono i principali obiettivi del corso: 1) proporre un modello di terzo settore solidaristico e autorganizzato, in grado di muoversi nel mercato pubblico e privato senza perdere di vista le finalità sociali; 2) fornire ai partecipanti le conoscenze tecniche di base per gestire un’impresa sociale. Progettare interventi, monitorare le risorse economico e finanziarie ed il personale.
Rivolto a: Laureati in Gruppo medico, Gruppo economico-statistico, Gruppo politico-sociale, Gruppo giuridico, Gruppo insegnamento, Gruppo psicologico.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Vetralia
Corso Vittorio Emanuele, 00186, Viterbo, Italia

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea triennale (nuovo ordinamento), discreta conoscenza della lingua inglese;discreta conoscenza di informatica di base.

Programma

Contenuti
  • Mod. 1-ore 35-legislazione Definizioni di terzo settore Associazioni e fondazioni Associazioni di promozione sociale Le cooperative sociali Il decreto 460/97 sulle ONLUS Altre normative (odv, ong)
  • Mod. 2-ore 35-Genesi del terzo settore Genesi del terzo settore: dalle mutue ai movimenti, passando per la cooperazione; I soggetti e le attività del terzo settore; Le trasformazioni del welfare in Europa e in Italia; Federalismo e privatizzazioni: l’evoluzione del concetto di sussidiarietà Il ruolo del terzo settore.
  • Mod. 3- ore 40-Gestione del personale I contratti Fabbisogno di personale, ricerca e selezione L’organizzazione del lavoro ed il volontariato La formazione
  • Mod. 4- ore 60-Progettare, la razionalità e l’efficienza nel terzo settore - TRADURRE IL FARE IN ATTIVITA’obiettivi, risorse, strumenti ,programmare le attività, analizzare i costianalizzare le risorse, verificare la fattibilità TRADURRE LE ATTIVITA’ IN PROGETTO- la fattibilità interna- progettare per proporsi (l’esposizione dell’idea)- progettare in risposta ad un bando (la reazione ad una richiesta) DAL VOLONTARIATO ALL’IMPRESA SOCIALEl’idea di business planinvestimenti e finanziamenti La redazione di un progetto
  • mod. 5-ore35-Sistemi di promozione e comunicazione La comunicazione nel terzo settore Organizzazione e gestione campagneMarketing e promozione L’ufficio stampa ed i media Le reti- Il rapporto con la pubblica amministrazione esercitazioni
  • mod. 6-ore 50-Economia e finanza Quali spese e quali risorse nelle organizzazioni di terzo settore Aspetti generali della funzione finanziaria Fondi ed impieghi di capitale Obiettivi e schemi di base della programmazione finanziaria La costruzione del budget di cassaLa costruzione degli stati patrimoniali di previsione I principali indici di bilancio e come leggerli La finanza etica - Il bilancio d'esercizio Il bilancio sociale esercitazioni
  • mod. 7-ore 25-Raccolta fondi Le fonti di finanziamento pubbliche Marketing e raccolta fondi
  • mod.8-ore 40-L’ impresa sociale certificata Concetti base di qualità e certificazione La certificazione di qualità applicata al settore Il manuale della qualità applicata alle cooperative sociali Tecniche, modalità e costi della certificazione esercitazioni
Risultati attesi
Conoscenze e competenze uniformi e facilmente acquisibili a coloro che mirano ad un inserimento lavorativo nell’ambito delle cooperative sociali e delle organizzazioni no-profit. capacità di lavorare per obiettivi- capacità di gestire le risorse- capacità di progettare interventi.

Modalità di valutazione competenze in uscita
La valutazione finale sarà fatta in due momenti successivi:1) la somministrazione di una scheda di valutazione quantitativa con giudizi sull’organizzazione didattica e sui diversi moduli formativi;2) una discussione in aula con i partecipanti su metodologia, materiali, organizzazione di tempi e spazi.Al termine delle attività formative gli allievi saranno ospitati in stage da cooperative e associazioni operanti nel no-profit.

Metodologie formative utilizzate
Sistema di verifiche tendenti a valutare le Qualità attraverso alcuni indicatori,: -qualità della formazione erogata; -congruenza del materiale didattico; -efficienza del sistema organizzativo Le prove di verifica saranno tutte di tipo oggettivo ( Questionari,test, esercitazioni) e saranno Realizzate in momenti diversi del corso:· Prove di verifica in ITINERE ( dopo un gruppo di apprendimenti omogenei);· INTERMEDIE (alla fine del modulo);· verifica FINALE (alla fine del corso).

Ulteriori informazioni

Stage: si

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto