Mediatore Linguistico

Centro Masterly
A Palermo

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Palermo
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Mediatore Linguistico racchiude in sé diversi aspetti fondamentali della comunicazione interlinguistica: -La pratica orale di una lingua straniera, cioè lavorare e operare in tempo reale, ascoltando e poi parlando si rende tramite di una comunicazione immediata, istantanea. La pratica scritta di una lingua straniera nasce da un minuzioso lavoro di analisi -etc.
Rivolto a: coloro che siano in possesso di un titolo di istruzione di secondo grado valido per l'immatricolazione ai corsi di laurea universitari, previo superamento di un test d'ammissione. È consentito il trasferimento dalle Università ed un'attenzione particolare viene riservata ai laureati per i quali è prevista un'abbreviazione del Corso di studi.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Palermo
Via Benedetto Gravina 41/A, 90139, Palermo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Il test di ammissione ha luogo in un'unica sessione autunnale.

Programma

Corso di Laurea in Mediazione Linguistica


Professione mediatore linguistico
Il curriculum specifico del corso prevede la formazione della figura professionale del Mediatore Linguistico con competenze nel campo della lingua straniera per la comunicazione scritta, orale e multimediale. L'acquisizione di tali competenze prevede lo sviluppo di conoscenze settoriali in ambito economico-giuridico, commerciale, tecnologico-scientifico o interculturale, e permette allo studente di inserirsi direttamente nel mondo del lavoro, presso aziende pubbliche e private, enti ed istituzioni nazionali ed internazionali, oltre che in campo libero-professionale.


Il Mediatore Linguistico racchiude in sé diversi aspetti fondamentali della comunicazione interlinguistica:
  • La pratica orale di una lingua straniera, cioè lavorare e operare in tempo reale, ascoltando e poi parlando si rende tramite di una comunicazione immediata, istantanea.
  • La pratica scritta di una lingua straniera nasce da un minuzioso lavoro di analisi, di ricerca e di riflessione sul funzionamento dei sistemi linguistici implicati nella mediazione.
  • Le competenze professionali specifiche del Mediatore consistono quindi nella perfetta conoscenza delle lingue, notevole precisione, accuratezza per potere scegliere tra diverse espressioni quella più appropriata, prontezza di riflessi, self-control, dizione irreprensibile e memoria ben allenata.
  • Mediatore Linguistico significa innanzitutto conoscere dall'interno la cultura di una lingua, viverla, farla propria, studiandone caratteristiche e particolarità, essere, in una parola, cittadini del mondo.


Accesso al corso
L'accesso al Corso di Laurea è regolato in conformità delle norme vigenti in materia di accesso agli studi universitari.


Al primo anno della Scuola possono iscriversi coloro che siano in possesso di un titolo di istruzione di secondo grado valido per l'immatricolazione ai corsi di laurea universitari, previo superamento di un test d'ammissione.
È consentito il trasferimento dalle Università ed un'attenzione particolare viene riservata ai laureati per i quali è prevista un'abbreviazione del Corso di studi.


Il test è finalizzato alla verifica delle conoscenze iniziali di almeno una lingua straniera scelta dal candidato fra quelle insegnate presso la Scuola, e comprende le seguenti prove:
  • dettato in lingua straniera;
  • traduzione scritta da e verso la lingua straniera;
  • lettura e traduzione orale di un testo di tipo giornalistico;
I candidati devono ottenere il giudizio complessivamente positivo in tutte le prove .


Il test di ammissione ha luogo in un'unica sessione autunnale, ed i candidati dichiarati idonei potranno immatricolarsi nell'anno accademico per il quale hanno sostenuto il test.


Il modulo di domanda di ammissione al test, disponibile presso la Segreteria della Scuola e/o sul sito, dovrà essere presentato o inoltrato on-line, entro e non oltre il 23 settembre 2011.
Il test avrà luogo il 26 settembre 2011, presso la sede della Scuola, alle ore 8.30.


Organizzazione del corso di laurea
Il corso di laurea in Mediazione Linguistica ha durata triennale corrispondente a 180 crediti formativi universitari (60 crediti formativi per ogni anno accademico).


Al credito formativo universitario (CFU) corrispondono 25 ore di attività formativa ai fini dell'apprendimento, di cui 17 dedicate allo studio individuale dello studente e 8 ore di lezioni frontali, seminari ed esercitazioni.
Il CFU è acquisito dallo studente in seguito al superamento dell'esame.


Gli insegnamenti sono affidati a professori e ricercatori universitari, docenti italiani e stranieri madrelingua e da professionisti con comprovata esperienza negli specifici settori della mediazione linguistica.


L'insegnamento delle materie previste dal piano di studi si svolge in corsi semestrali o annuali articolati in lezioni, seminari ed esercitazioni.
La frequenza è obbligatoria per tutte le materie del piano di studi, pena la non ammissione agli esami relativi, ed è comprovata dalle opportune attestazioni dei docenti.
Lo studente che superi il 30% delle assenze previste per quel corso non potrà essere ammesso agli esami di profitto.


Obiettivi dei corsi e delle attivita' formative
  • Lingua straniera: apprendimento delle lingue e delle culture oggetto di studio.
  • Mediazione Linguistica scritta: acquisizione di competenze relative alla riformulazione di vari tipi di testo nell'ambito di situazioni comunicative diverse;
  • Mediazione Linguistica orale: acquisizione di competenze relative alla mediazione linguistica, in tempo reale, tra codici linguistici e culturali;
  • Linguistica: analisi e descrizione dei sistemi linguistici e culturali;
  • Letteratura: apprendimento della cultura letteraria della lingua italiana;
  • Lingua, Civiltà e Istituzioni: studio di tutti gli aspetti della lingua, delle civiltà e delle Istituzioni inglesi e francesi;
  • Relazioni Pubbliche: studio delle attività della comunicazione tra persone, strutture e aziende. L'insegnamento prevede un corso di Dizione che mira al concreto miglioramento della dizione della lingua italiana.
  • Informatica: acquisizione delle abilità fondamentali nell'uso degli strumenti informatici necessari ad operare nel campo della traduzione, dell'interpretazione e della mediazione linguistica.


Esami di profitto
La valutazione del progresso linguistico degli studenti avviene attraverso esami di profitto scritti ed orali.
Gli esami di profitto si svolgono in tre appelli nelle sessioni estiva, autunnale, e straordinaria.
Le Commissioni per gli esami di profitto, nominate dal Direttore, sono composte da tre membri:
a) il professore ufficiale della materia con funzione di Presidente;
b) 2 docenti di materie affini.
Ciascun membro della commissione dispone di dieci punti.
Le date degli esami con relative commissioni vengono rese pubbliche all'inizio di ciascun anno accademico.
Le domande per sostenere gli esami di profitto delle tre sessioni, redatte su appositi moduli, devono essere presentate almeno quindici giorni prima della data degli esami.


Lo studente al quale sia stata negata l'attestazione di frequenza ad una materia non è ammesso al rispettivo esame delle tre sessioni.


La durata delle prove scritte è stabilita di volta in volta dal docente, ed è permesso, di norma, l'uso del vocabolario.


Esami finali di laurea
Per il conseguimento della laurea, lo studente deve aver acquisito 180 crediti formativi e sostenere un esame finale davanti ad una commissione giudicatrice.
L'esame tende ad accertare la preparazione di base e professionale del candidato e consiste in una dimostrazione mediante apposite prove scritte e orali dell'acquisita professionalità.


L'esame finale di Laurea consiste nella discussione in italiano e nelle due lingue straniere obbligatorie di un elaborato scritto (traduzione, glossario o repertorio specialistico), su un argomento attinente al profilo professionale, concordato con il relatore.


Lo studente che ha conseguito la Laurea in Mediazione Linguistica può proseguire gli studi ai fini del conseguimento dalla Laurea specialistica.


Convalida dei crediti formativi
Gli organi didattici della Scuola possono riconoscere, parzialmente o integralmente, i crediti acquisiti dallo studente presso istituzioni universitarie, pubbliche o private, ai fini della prosecuzione degli studi.


Lo studente dovrà presentare domanda di iscrizione corredata dal certificato attestante gli esami già sostenuti per determinare a quale annualità possa essere iscritto, previo accertamento della disponibilità dei posti.


Tirocinio
Ai fini del conseguimento dei crediti, in occasione di eventi o attività internazionali, il Consiglio della Scuola organizza stage presso aziende o enti pubblici attinenti agli obiettivi formativi del corso di studi.


Progetto erasmus
La Scuola aderisce al programma di mobilità CEE riservato agli studenti universitari.


Tasse universitarie
Le tasse di iscrizione, di frequenza e per gli esami finali di diploma sono stabilite annualmente dagli organi amministrativi della Scuola.


Laurea magistrale
I diplomi rilasciati dalla Scuola al termine dei corsi di studio triennali afferenti alla classe delle "Lauree universitarie in Mediazione Linguistica" consentono l'accesso ai corsi di Laurea Magistrale istituiti presso tutte le Università pubbliche o private in Italia o all'estero.


Master universitari
La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, in collaborazione con il Consorzio Universitario delle Scuole per Mediatori Linguistici, Interpreti e Traduttori, organizza i seguenti Master Universitari:
Interpretariato di Conferenza; Traduzione Letteraria e Tecnico - scientifica.






Ulteriori informazioni

Osservazioni: Il modulo di domanda di ammissione al test, disponibile presso la Segreteria della Scuola e/o sul sito, dovrà essere presentato o inoltrato on-line, entro e non oltre il 23 settembre 2011. Il test avrà luogo il 26 settembre 2011, presso la sede della Scuola, alle ore 8.30.
Stage: si.

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto