Mediazione sistemica

Iscra Srl
A Modena

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Modena
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: I corsi sono finalizzati all'apprendimento teorico pratico del modello sistemico-relazionale e delle sue possibili applicazioni nei differenti ambiti ove risulti necessario un intervento di mediazione fra i sistemi che sono coinvolti nella dinamica del conflitto. Il Mediatore sistemico deve essere in grado di: Effettuare una lettura sistemica ed articolata del contesto in cui si è manifestato il conflitto * Individuare ed attivare le risorse esistenti in modo da potenziare le capacità autoriflessive e creative del sistema e dei suoi singoli membri. * Favorire la riorganizzazione.
Rivolto a: Danno accesso al corso, lauree o diplomi universitari nelle discipline di riferimento (psicologia, giurisprudenza, scienze sociali, scienze dell'educazione, filosofia, sociologia); diplomi superiori cui sia seguita proficua e pluriennale esperienza lavorativa nel campo dell'insegnamento, dell'educazione o nell'intervento sociale e più in generale, nei contesti di consulenza e assistenza alla famiglia.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Modena
largo moro 28, 41100, Modena, Italia
Visualizza mappa

Programma

La Mediazione Sistemica è un processo interattivo finalizzato al raggiungimento degli accordi nelle situazioni di conflitto che si instaurano in differenti contesti:

familiare, comunitario, istituzionale e sociale.

Colloca nel Paradigma Sistemico-Relazionale la sua cornice teorica di riferimento. Al suo interno è possibile distinguere:
* la Mediazione familiare di separazione e divorzio;
* la Mediazione nei conflitti familiari;
* la Mediazione sociale e comunitaria (scolastica, penale e nei macrosistemi).

La metodologia della Mediazione Sistemica si ispira ad alcuni principi teorici di base:
* La consapevolezza dell'inevitabilità del conflitto nelle relazioni umane e la conseguente necessità di valorizzarne gli aspetti costruttivi ed evolutivi al fine di favorire la crescita armonica dei sistemi e dei loro singoli membri.
* L'importanza di ampliare il campo di osservazione a tutti i sistemi coinvolti nella dinamica del conflitto.
* L'esigenza di circoscrivere gli obbiettivi dell'intervento di Mediazione al raggiungimento degli accordi, rispettando la complessità degli eventi storici e degli intrecci relazionali.

LA MEDIAZIONE FAMILIARE DI SEPARAZIONE E DIVORZIO
È un percorso di aiuto alla famiglia prima, durante e dopo la separazione o il divorzio, che ha come obbiettivo quello di offrire agli ex coniugi un contesto strutturato e protetto, in autonomia dall'ambiente giudiziario, dove poter raggiungere accordi concreti e duraturi su alcune decisioni, come l'affidamento e l'educazione dei minori, i periodi di visita del genitore non affidatario, la gestione del tempo libero, la divisione dei beni.

Il Modello Sistemico, tenendo conto dell'intero sistema familiare, propone una lettura complessa della dinamica relazionale che ruota intorno al conflitto e adotta un approccio interdisciplinare sollecitando il dialogo e la sinergia operativa tra figure professionali di ambito diverso, psicologico, giuridico e sociale.

L'intervento viene effettuato con entrambi i partners e, quando il mediatore lo ritenga necessario, anche con i figli, riconoscendo il ruolo attivo che essi svolgono all'interno della dinamica familiare.

LA MEDIAZIONE NEI CONFLITTI FAMILIARI
E' un percorso di aiuto alla famiglia in periodi critici del ciclo vitale, finalizzato al raggiungimento di accordi concreti e duraturi su alcune decisioni come, ad esempio, l'assistenza ad anziani e portatori di handicap, controversie ereditarie, situazioni di affido e adozione, conflitti riguardanti il tema della diversità.

LA MEDIAZIONE COMUNITARIA E SOCIALE
La Mediazione Comunitaria e Sociale è un percorso di aiuto alle persone intrappolate in conflitti che si sviluppano nell'ambito familiare, scolastico, giudiziario e nel mondo del lavoro, nel quartiere, nel condominio, nelle istituzioni sanitarie e d'accoglienza. Essa si pone come obbiettivo il raggiungimento di un accordo di reciproco interesse tra le parti, favorendo la riapertura dei canali di comunicazione interrotti dalla logica contrappositiva.

METODOLOGIA DEL CORSO DI MEDIAZIONE
I moduli didattici sono strutturati in momenti di approfondimento teorico ed esperienze di apprendimento in gruppo delle principali tecniche di negoziazione e di ricomposizione del conflitto.

Viene sollecitato il confronto con i principali modelli italiani e stranieri di Mediazione, guidando gradualmente l'allievo nelle varie fasi del percorso di Mediazione dall'analisi del contesto fino al raggiungimento degli accordi. A tal fine possono essere utilizzate videoregistrazioni di sedute di mediazione condotte dai didatti e possono essere effettuate esercitazioni di osservazioni e di lettura delle varie fasi del processo.

Nel gruppo di apprendimento vengono utilizzate metodiche specifiche dell'approccio sistemico, come la simulata, il role-playing e disegno, l'osservazione di video-tapes e l'utilizzo dello specchio unidirezionale, l'esplorazione della storia familiare dell'allievo in formazione, attraverso l'uso del genogramma, del genogramma fotografico, del metalogo e di altre tecniche narrative, verbali e non verbali.

STRUTTURA DEL CORSO DI MEDIAZIONE SISTEMICA

I corso sono biennali con un impegno formativo di 320 ore complessive suddivise in:

- training specifico (160 ore)

- giornate seminariali e congresso biennale organizzato dall’ A.I.M.S. (80 ore)

- tirocinio o E.P.G. (80 ore) – le E.P.G. (esrcitazione pratiche guidate) vanno concordate e programmate con l’ente formativo

Numero massimo dei partecipanti: n.15

Sono consentite assenze fino ad un massimo del 20% degli incontri di training specifico.

Al termine del biennio verrà rilasciato un attestato di partecipazione al corso di Formazione in Medizione Sistemica, riconosciuto dall’A.I.M.S.

- Supervisione– la supervisione viene effettuata, con un minimo di 20 ore , salvo casi opportunatamente valutati, alla fine dell’attività didattica

E’ previsto che ciascun allievo del corso di Mediazione Sistemica segua in Supervisione tre processi di Mediazione. Al termine del corso, si prevede un esame finale e una discussione sui casi di mediazione seguiti in supervisione.

La prova d’esame avviene alla presenza di una Commissione dell’AIMS a carattere nazionale. Il superamento positivo dell’esame porterà al rilascio di un diploma attestante la qualifica di MEDIATORE SISTEMICO e consentirà al socio in formazione di iscriversi all’AIMS come socio ordinario.

L’Istitituto prevede inoltre una attività permanente di supervisione che si attua sia individualmente che in gruppi.


ero massimo dei partecipanti: n. 15

Sono consentite assenze fino a un massimo del 20% degli incontri di training specifico.

Al termine del biennio verrà rilasciato un attestato di partecipazione al corso di Formazione in Mediazione Sistemica, riconosciuto dall'A.I.M.S.

È previsto che ciascun allievo del Corso di Mediazione Sistemica segua in Supervisione tre processi di mediazione. Al termine del corso, si prevede un esame finale e una discussione su almeno tre casi di mediazione seguiti dall'allievo in supervisione con un didatta AIMS. La prova d'esame avviene alla presenza di una Commissione dell'AIMS a carattere nazionale. Il superamento positivo dell'esame porterà al rilascio di un diploma attestante la qualifica di MEDIATORE SISTEMICO e consentirà al socio in formazione di iscriversi all'AIMS come socio ordinario. Modalità di iscrizione Inviare domanda di iscrizione in carta libera, breve curriculum vitae, n. 1 fototessera, versamento della quota di iscrizione con assegno bancario non trasferibile intestato a: ISCRA s.r.l. (rimborsabile in caso di mancata ammissione) La documentazione va presentata alla segreteria o inviata per posta alla sede di Modena. I corsi hanno inizio a gennaio di ogni anno. Per eventuali informazioni è possibile telefonare dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 17,00 oppure visitando il sito web o tramite posta e-mail.


FINALITÀ DEL CORSO
I corsi sono finalizzati all'apprendimento teorico pratico del modello sistemico-relazionale e delle sue possibili applicazioni nei differenti ambiti ove risulti necessario un intervento di mediazione fra i sistemi che sono coinvolti nella dinamica del conflitto.

Il Mediatore sistemico deve essere in grado di:
* Effettuare una lettura sistemica ed articolata del contesto in cui si è manifestato il conflitto
* Individuare ed attivare le risorse esistenti in modo da potenziare le capacità autoriflessive e creative del sistema e dei suoi singoli membri.
* Favorire la riorganizzazione strutturale del sistema, ricercando le strategie più idonee per gestire il conflitto a valorizzarne gli aspetti evolutivi
* Favorire il raggiungimento degli accordi tra le parti in conflitto.