Medicina delle Piante

Università degli Studi di Bari
A Bari

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Bari
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bari
Via Orabona 4, --, Bari, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
1. Premesse
L'obiettivo è quello di formare laureati con competenze specifiche per la gestione di tutti gli aspetti della protezione delle colture. Lo studente deve acquisire approfondite competenze sugli agenti di malattia e sui parassiti delle piante, sulla diagnosi, la protezione biologica e integrata delle colture agrarie. Particolare risalto verrà dato alla conoscenza delle modalità di attuazione di programmi di protezione con basso impatto ambientale in un contesto di agricoltura sostenibile.
Nel rispetto di questo obiettivo generale ed al fine di formare in modo efficace i laureati in relazione alle diverse tematiche professionali che sono implicite in esso, il corso di laurea specialistica è articolato in due curricula:
  • Scienze e Tecnologie Fitosanitarie
  • Patologia delle Colture Mediterranee
    che mirano a fornire competenze su temi specifici considerate le complesse evoluzioni delle discipline inerenti la protezione delle colture.
    2. Obiettivi formativi
    2.1 Obiettivi formativi qualificanti
    I laureati in possesso della laurea specialistica in medicina delle piante devono:
    · possedere un'elevata preparazione culturale nei settori della matematica, fisica, informatica, chimica, biologia;
    · possedere un'appropriata preparazione di base sulle produzioni vegetali;
    · conoscere le metodiche disciplinari di indagine ed essere in grado di programmare e gestire la ricerca e la sperimentazione;
    · possedere le conoscenze per la progettazione e gestione delle procedure, incluse le tecniche di laboratorio, per il controllo della qualità nella filiera delle diverse produzioni vegetali;
    · essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
    2.2 Obiettivi formativi comuni:
    · possedere un'elevata preparazione scientifica e tecnologica per progettare e gestire l'innovazione nelle produzioni vegetali per gli aspetti qualitativi, quantitativi ed igienico sanitari, con particolare riferimento alla protezione delle colture e dei prodotti agricoli;
    · essere capaci di progettare, gestire e certificare sistemi e processi delle produzioni vegetali;
    · essere capaci di valutare l'impatto delle componenti dell'agroecosistema sugli agenti di malattia e sui fitofagi;
    · essere in grado di progettare e gestire programmi di protezione integrata a livello di azienda, di micro (locale) e macroaree (regionale e nazionale);
    · essere in grado di valutare i danni causati alle piante ed ai prodotti da avversità biotiche ed abiotiche.
    2.3 Curriculum in Scienze delle Tecnologie Fitosanitarie
    · possedere approfondite conoscenze dei metodi e delle tecnologie per la produzione e conservazione di materiali di propagazione sanitariamente migliorati;
    · approfondite conoscenze sui metodi e le tecnologie per il mantenimento in collezione di agenti patogeni e la loro caratterizzazione biologica e molecolare;
    · possedere un'elevata preparazione nella biologia e nella genetica per operare la salvaguardia delle risorse genetiche e la loro utilizzazione al fine del miglioramento delle produzioni vegetali e della resistenza a patogeni e fitofagi, utilizzando tecnologie tradizionali ed innovative;
    · possedere un'elevata preparazione sulle tecnologie di gestione delle alterazioni dei prodotti ortofrutticoli in post-raccolta;
    · possedere un'elevata conoscenza delle metodologie e delle tecniche per la diagnosi delle malattie da agenti biotici ed abiotici.
    2.4 Curriculum in Patologia delle Colture Mediterranee
    · possedere un'elevata conoscenza per la diagnosi delle malattie e l'identificazione dei parassiti;
    · possedere un'elevata conoscenza delle normative fitosanitarie e delle problematiche relative alla produzione ed alla commercializzazione dei prodotti agricoli e dei materiali di moltiplicazione;
    · possedere un'approfondita conoscenza delle problematiche fitopatologiche delle colture mediterranee;
    · essere in grado di progettare e gestire cooperazione internazionale per il trasferimento delle innovazioni sulla protezione delle colture;
    · possedere un'elevata conoscenza dell'organizzazione nazionale ed internazionale degli organismi preposti al controllo fitosanitario e delle normative relative alla movimentazione di materiale vegetale (quarantena);
    · possedere un'elevata conoscenza delle normative fitosanitarie e delle problematiche relative alla produzione ad alla commercializzazione dei materiali di propagazione (lotta obbligatoria, certificazione fitosanitaria, CAC);
    · possedere un'elevata conoscenza delle normative relative alla commercializzazione ed impiego di fitofarmaci ed antagonisti microbici ed alla produzione e commercializzazione dei prodotti agricoli;
    · possedere un'elevata conoscenza delle malattie dei prodotti ortofrutticoli in post-raccolta finalizzata a migliorarne la conservabilità e la commercializzazione.

    Caratteristiche della prova finale
    La prova finale consisterà nella discussione orale di una dissertazione scritta avente carattere sperimentale o di ricerca e concernente uno degli argomenti che costituiscono gli obiettivi specifici del corso.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    Le esigenze di mercato sono individuabili nella necessità delle Pubbliche Amministrazioni (Servizi Fitosanitari Nazionali, Servizio Nazionale di Certificazione, Servizi Tecnici delle Amministrazioni Locali e Territoriali, Agenzie di Sviluppo Agricolo, Agenzie per l'ambiente, Associazioni di tutela delle produzioni, Organismi di certificazione delle produzioni agricole), di organizzazioni internazionali (FAO, UNDP, HWO, UE), di Enti vari (Consorzi di Difesa Provinciali, Associazioni e Consorzi di Produttori) e soggetti Privati (Aziende agricole e Cooperative di produttori, Industria agroalimentare, Agroindustria, Laboratori diagnostici accreditati ai sensi dei DD.MM. 14 aprile 1997, Centri di saggio per prove ufficiali per la registrazione di fitofarmaci (D.L. n. 194 del 17 marzo 1995) di personale qualificato capace di trattare le tematiche della protezione integrata e biologica delle colture e con competenze sulla gestione delle malattie delle piante nell'ambiente mediterraneo.
    I laureati in Scienze e Tecnologia Fitosanitarie potranno essere impiegati da:
    · la Pubblica amministrazione nei servizi di controllo, nella programmazione ed attuazione di programmi di certificazione fitosanitaria e di lotta obbligatoria e nella pianificazione ed attuazione di interventi per la protezione delle colture nel rispetto dell'ambiente e della salute del consumatore;
    · Organizzazioni internazionali per la pianificazione e l'applicazione di normative fitosanitarie internazionali, la loro armonizzazione e la cooperazione con i Paesi in via di sviluppo per il potenziamento del comparto agricolo;
    · Enti vari coinvolti nella progettazione e gestione di piani di protezione integrata e biologica delle colture;
    · Industrie agroalimentari, industrie di produzione e società di commercializzazione di fitofarmaci e fertilizzanti, industrie sementiere;
    · Enti di ricerca pubblici e privati e laboratori di diagnosi fitopatologica;
    · Aziende agricole, vivai, associazioni di produttori e società di commercializzazione di prodotti ortofrutticoli;
    · Scuole medie superiori in qualità di docenti.
    Attività di base
    Discipline biologiche

    CFU 18
    AGR/07: GENETICA AGRARIAAGR/16: MICROBIOLOGIA AGRARIABIO/01: BOTANICA GENERALEBIO/03: BOTANICA AMBIENTALE E APPLICATA
    Discipline chimiche

    CFU 25
    AGR/13: CHIMICA AGRARIACHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/06: CHIMICA ORGANICA
    Discipline matematiche, informatiche, fisiche e statistiche

    CFU 12
    FIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)MAT/04: MATEMATICHE COMPLEMENTARITotale CFU 55

    Attività caratterizzanti
    Discipline del miglioramento genetico

    CFU 6
    AGR/07: GENETICA AGRARIA
    Discipline della difesa

    CFU 93
    AGR/11: ENTOMOLOGIA GENERALE E APPLICATAAGR/12: PATOLOGIA VEGETALE
    Discipline della fertilita del suolo

    CFU 4
    AGR/13: CHIMICA AGRARIA
    Discipline della produzione
    Totale CFU 103

    Attività affini o integrative
    Discipline della formazione multidisciplinare

    CFU 12
    AGR/09: MECCANICA AGRARIAAGR/10: COSTRUZIONI RURALI E TERRITORIO AGROFORESTALEIUS/14: DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEATotale CFU 12

    Attivita' caratterizzanti transitate ad affini
    Discipline della produzione

    CFU 51
    AGR/01: ECONOMIA ED ESTIMO RURALEAGR/02: AGRONOMIA E COLTIVAZIONI ERBACEEAGR/03: ARBORICOLTURA GENERALE E COLTIVAZIONI ARBOREEAGR/04: ORTICOLTURA E FLORICOLTURATotale CFU 51
    Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 30Per la prova finaleCFU 20Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 9
    Ulteriori conoscenze linguistiche
    CFU 9
    Abilità informatiche e relazionali
    CFU 11
    Tirocini
    CFU 9Totale CFU 79

    Totale Crediti CFU Medicina delle Piante 300
    Docenti di riferimento

    CICCARESE Franco
    FARETRA Francesco
    SAVINO Vito Nicola

    Previsione e programmazione della domanda

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto