La Meditazione trascendentale nell’Arte

Estetra
In aula

200 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Attigliano
  • 18 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: persone sensibili al tema esistenziale e psicologico della morte. Non è indicato a chi ha forti paure relative all’argomento e possa entrare in crisi affrontando il seminario in forma negativa e opprimente. Partecipazione massima 12 persone.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Attigliano
Terni, Italia
Visualizza mappa
Consultare

Programma

Nel laboratorio si cerca di capire come la percezione della morte agisca nella nostra vita. Solitamente non ci pensiamo. Solitamente ci crediamo eterni e fuggiamo da questa fine ultima. Ma cosa cambierebbe nel nostro modo di agire e di dipingere se non avessimo paura di morire? La pittura, la pratica artistica in generale, è uno strumento molto potente per andare oltre il limite mentale che agisce di sottofondo creato dalla sensazione che quando moriamo tutto finisce e che di conseguenza, qualsiasi cosa noi facciamo si perda nel nonsenso dell’esistenza. La pittura permette di esprimere quella dimensione immortale e divina che alberga in ognuno di noi. L’unico modo per superare la paura della morte è avere una o più esperienze che fanno accrescere la consapevolezza che alcune cose finiscono è vero, ma altre continuano. Non si tratta di sconfiggere la morte in una sfida frontale, ma di sviluppare il nostro lato universale. Ciò si può fare con degli esercizi nati e diretti a rafforzare il registro della trascendenza.

Argomenti del seminario

• Cosa intendiamo per Trascendenza

• Il Sistema di Credenze sulla morte

• Materia e spirito

• Cause di morte

• La reincarnazione

• I viaggi della pre-morte

• Meditazione dinamica

• Meditazione statica

• Meditazione artistica