Modeling Business Requirements To Create a Database Using Microsoft Visual Studio .Net Enterprise Architect

Ekip
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Questo corso intensivo, della durata di tre giorni, fornisce agli studenti le conoscenze e le competenze necessarie per modellare i requisiti aziendali allo scopo di creare un progetto di database di riferimento. Il corso è incentrato sull'uso di ORM (Object Role Modeling) e sullo strumento per la modellazione ORM in Microsoft® Visual Studio® .NET Enterprise Architect. Gl.
Rivolto a: Questo corso è rivolto a chi deve impadronirsi dei principi di progettazione di database per prepararsi alla modellazione, alla progettazione, allo sviluppo o all'amministrazione di database Microsoft SQL ServerTM. Sarà inoltre utile a chi sviluppa applicazioni che accedono a dati SQL Server in un ambiente OLTP (Online Transaction Processing). È necessario che i candi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Fabio Filzi, 27, 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

Introduzione

Questo corso intensivo, della durata di tre giorni, fornisce agli studenti le conoscenze e le competenze necessarie per modellare i requisiti aziendali allo scopo di creare un progetto di database di riferimento. Il corso è incentrato sull'uso di ORM (Object Role Modeling) e sullo strumento per la modellazione ORM in Microsoft® Visual Studio® .NET Enterprise Architect. Gli studenti apprenderanno anche il processo di modellazione di database e il modo in cui ORM è in relazione con i diagrammi ER (Entity Relationship).

A chi è rivolto

Questo corso è rivolto a chi deve impadronirsi dei principi di progettazione di database per prepararsi alla modellazione, alla progettazione, allo sviluppo o all'amministrazione di database Microsoft SQL ServerTM. Sarà inoltre utile a chi sviluppa applicazioni che accedono a dati SQL Server in un ambiente OLTP (Online Transaction Processing). È necessario che i candidati abbiano familiarità con i database e il loro uso. Gli studenti che prendono parte al corso devono essere in grado di:

  • Descrivere cosa sia e come venga utilizzato un database.
  • Comprendere i concetti fondamentali della programmazione.

    Comprendere i seguenti termini relativi a database relazionali:

  • Tabelle
  • Colonne
  • Integrità dei dati
  • Tipi di dati

    Potranno trarre vantaggio dal corso, tra gli altri:

  • Progettisti di database
  • Implementatori di database
  • Amministratori di database
  • Sviluppatori di applicazione (client, server, Web)

    Obiettivi del corso

    Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:

  • Analizzare i requisiti aziendali.
  • Creare un modello concettuale di database mediante ORM.
  • Creare un modello logico di database (diagramma ER).
  • Convalidare il modello rispetto alle informazioni esterne.
  • Trasferire il modello in un database SQL Server.

    Prerequisiti

    Per partecipare al corso gli studenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • Saper descrivere cosa sono e come si utilizzano i database.
  • Comprendere i concetti fondamentali delle query su database.
  • Saper accedere e sapersi muovere in un ambiente Microsoft Windows®.

    Materiale per lo studente

    Il kit per lo studente comprende:

  • Manuale dello studente
  • Componente Web Visualizzatore di Microsoft Visio 2002/2000
  • Copia di valutazione di Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition

    Struttura del corso

    Modulo 1: Introduzione alla modellazione dei requisiti aziendali

    Questo modulo fornisce una panoramica sul processo di modellazione dei requisiti aziendali. Introduce gli studenti a ORM (Object Role Modeling) e alla terminologia relativa.

    Lezioni
  • Panoramica sul processo di modellazione di database
  • Concetti sulla modellazione di database

    Laboratorio A: Esame delle informazioni esterne
  • Esame di un tema per voli di linea area
  • Esame di un tema per facoltà universitaria

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Descrivere il processo di modellazione dei requisiti aziendali.
  • Riepilogare il processo di modellazione di un modello di database di riferimento.
  • Riepilogare i concetti sulla modellazione di dati.

    Modulo 2: Analisi di informazioni esterne e creazione di un modello concettuale - Fase 1 CSDP

    Questo modulo spiega come trasformare esempi di informazioni familiari in fatti elementari e come applicare controlli di qualità.

    Lezioni
  • Verbalizzazione di dati mediante casi
  • Formalizzazione di tipi di fatti

    Laboratorio A: Analisi di informazioni esterne e creazione di un modello concettuale - Fase 1 CSDP (Conceptual Schema Design Procedure)
  • Verbalizzazione di tipi di fatti
  • Immissione di tipi di fatti nel modello concettuale

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Completare la fase 1 di CSDP.
  • Verbalizzare dati mediante casi.
  • Formalizzare tipi di fatti.
  • Creare un modello concettuale.

    Modulo 3: Disegno di un modello concettuale e immissione di dati di esempio - Fase 2 CSDP

    Questo modulo spiega come disegnare tipi di fatti e come applicare controlli di popolamento.

    Lezioni
  • Disegno di tipi di fatti
  • Applicazione di un controllo di popolamento
  • Applicazione della fase 2 di CSDP

    Laboratorio A: Disegno di tipi di fatti e applicazione di controlli di popolamento
  • Disegno di tipi di fatti ORM in Visio
  • Implementazione di un controllo di popolamento
  • Convalida del modello

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Applicare la fase 2 di CSDP.
  • Disegnare tipi di fatti.
  • Applicare controlli di popolamento.

    Modulo 4: Riordino dello schema concettuale - Fase 3 CSDP

    In questo modulo sono trattati i seguenti

    Argomenti:

    Lezioni
  • Implementazione di tipi di entità primitive
  • Implementazione di tipi di fatti derivati
  • Applicazione della fase 3 di CSDP

    Laboratorio A: Implementazione di tipi di entità primitive e di di tipi di fatti derivati - Fase 3 CSDP
  • Identificazione dello schema di partizionamento concettuale
  • Implementazione di tipi di entità primitive
  • Implementazione di tipi di fatti derivati aritmeticamente

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Verificare i tipi di entità da combinare e annotare qualsiasi derivazione aritmetica.
  • Implementare tipi di entità primitive.
  • Implementare tipi di fatti derivati.
  • Applicare la fase 3 di CSDP.

    Modulo 5: Aggiunta di vincoli di unicità e controllo del grado dei tipi di fatti - Fase 4 CSDP

    Questo modulo spiega come aggiungere vincoli di unicità, come creare tipi di oggetti annidati e come verificare il grado dei fatti.

    Lezioni
  • Implementazione di vincoli di unicità
  • Implementazione di tipi di oggetti nidificati
  • Verifica del grado dei fatti
  • Applicazione della fase 4 di CSDP

    Laboratorio A: Aggiunta di vincoli di unicità e controllo del grado dei tipi di fatti
  • Implementazione di vincoli di unicità
  • Verifica del grado dei tipi di fatti
  • Suddivisione dei tipi di fatti

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Applicare la fase 4 di CSDP.
  • Implementare vincoli di unicità.
  • Implementare tipi di oggetti nidificati.
  • Identificare il grado dei fatti.

    Modulo 6: Aggiunta di vincoli di ruolo obbligatori e verifica di derivazioni logiche - Fase 5 CSDP

    Questo modulo spiega come aggiungere vincoli di ruolo obbligatori e come verificare derivazioni logiche.

    Lezioni
  • Implementazione di vincoli obbligatori
  • Implementazione di uno schema di riferimento primario
  • Verifica di tipi di fatti derivabili logicamente
  • Applicazione della fase 5 di CSDP

    Laboratorio A: Aggiunta di vincoli di ruolo obbligatori e verifica di derivazioni logiche
  • Implementazione di vincoli di ruolo obbligatori
  • Implementazione di schemi di riferimento primari
  • Verifica di tipi di fatti derivabili logicamente

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Completare la fase 5 di CSDP.
  • Implementare vincoli di ruolo obbligatori.
  • Implementare uno schema di riferimento primario.
  • Evitare la modellazione di tipi di fatti derivabili logicamente.

    Modulo 7: Aggiunta di vincoli di valore e di insieme e creazione di sottotipi di entità - Fase 6 CSDP

    Questo modulo spiega come aggiungere vincoli di valore, di confronto di insiemi e di sottotipo.

    Lezioni
  • Implementazione di vincoli di valore
  • Implementazione di vincoli di insieme
  • Implementazione di sottotipi di entità
  • Applicazione della fase 6 di CSDP

    Laboratorio A: Aggiunta di vincoli di valore, vincoli di insieme e sottotipi di entità
  • Implementazione di sottotipo di entità
  • Implementazione di vincoli di insieme
  • Implementazione di vincoli di valore

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Completare la fase 6 di CSDP.
  • Implementare vincoli di valore.
  • Implementare vincoli di insieme.
  • Implementare sottotipi di entità.

    Modulo 8: Aggiunta di vincoli di frequenza e di vincoli ad anello - Fase 7 CSDP

    Questo modulo spiega come aggiungere altri vincoli e come eseguire i controlli finali.

    Lezioni
  • Implementazione di vincoli di frequenza
  • Implementazione di vincoli ad anello
  • Applicazione della fase 7 di CSDP

    Laboratorio A: Implementazione di vincoli di frequenza e ad anello
  • Implementazione di vincoli di frequenza
  • Implementazione di vincoli ad anello

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Completare la fase 7 di CSDP.
  • Implementare vincoli di frequenza.
  • Implementare vincoli ad anello.

    Modulo 9: Generazione di un modello logico relazionale

    Questo modulo spiega come trasferire un modello dati concettuale in un modello logico relazionale.

    Lezioni
  • Nozioni sui modelli logici relazionali
  • Nozioni sulla normalizzazione
  • Generazione di un modello logico relazionale

    Laboratorio A: Generazione di un modello logico relazionale
  • Generazione di un modello logico

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Generare un modello logico relazionale.
  • Descrivere un modello logico relazionale.
  • Descrivere la normalizzazione.

    Modulo 10: Completamento del modello di riferimento

    Questo modulo spiega come completare il modello di riferimento impostando i tipi di dati nel modello concettuale e i nomi fisici nella logica relazionale, in modo da poter generare lo schema fisico iniziale.

    Lezioni
  • Affinamento dei modelli concettuali e logici
  • Documentazione dei modelli concettuali e logici

    Laboratorio A: Completamento del modello di riferimento
  • Impostazione dei tipi di dati fisici
  • Impostazione dei nomi fisici
  • Generazione di report

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Completare un modello di riferimento.
  • Affinare i modelli concettuali e logici.
  • Documentare i modelli concettuali e logici.

    Modulo 11: Generazione e decodificazione dello schema fisico

    Questo modulo spiega come trasferire un modello dati a e da SQL Server.

    Lezioni
  • Codificazione
  • Decodificazione

    Laboratorio A: Codificazione e decodificazione dello schema fisico
  • Generazione di un database da un modello logico
  • Aggiornamento di un database esistente
  • Decodificazione di un database esistente

    Al termine del modulo gli studenti saranno in grado di:

  • Trasferire un modello di database a e da SQL Server 2000.
  • Generare un database da un modello logico relazionale.
  • Aggiornare un database da un modello logico relazionale modificato.
  • Decodificare un database in un modello logico relazionale.

    Letture aggiuntive

    Le risorse elencate di seguito posso essere utili per la preparazione al corso:

  • Information Modeling and Relational Databases, Terry Halpin, Morgan Kaufman Publishers, ISBN 1-55860-672-6.
  • Designing Relational Database Systems, Rebecca M. Riordan, Microsoft Press; edizione italiana: Progettare database relazionali, Mondadori Informatica.

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto