Musicologia

Università degli Studi di Roma La Sapienza
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

La musicologia è la disciplina che si occupa della musica nelle sue forme, manifestazioni e creazioni passate e attuali, nonché della sua presenza nella storia e nella contemporaneità, nella cultura e nella vita quotidiana dei popoli; la musicologia è disciplina anfibia: la musicologia in senso stretto si occupa delle musiche colte o d'arte, l'etnomusicologia si occupa delle musiche popolari ed etniche. Scopo del corso di LM in Musicologia è quello di formare laureati magistrali in grado di padroneggiare aggiornati metodi della ricerca musicologica ed etnomusicologica nonché una conoscenza approfondita del significato e della presenza della musica nelle varie epoche storiche e presso le differenti culture e aree geografiche. Ciò discende dalla consapevolezza che: - la musica appartiene al novero dei beni culturali specifici e qualificanti delle culture del mondo intero; - le sue creazioni e i suoi prodotti costituiscono dei ‘giacimenti’ che necessitano di adeguata valorizzazione, conservazione e restauro; - la musica permea infinite manifestazioni della quotidianità divenendone elemento connotativo sul piano politico, religioso, culturale, ludico e simbolico - la musica è profondamente radicata in molteplici realtà del mercato del lavoro sia come disciplina oggetto di insegnamento che come attività inserita nei meccanismi di committenza, produzione e consumo. Il corso pertanto intende formare figure professionali dotate dei necessari requisiti, oltre che per la ricerca pura, per mansioni di elevata responsabilità negli ambiti della conservazione dei beni musicali, della valorizzazione del patrimonio musicale nazionale e internazionale, della progettazione artistica presso istituzioni concertistiche e enti teatrali, della gestione di archivi e musei di settore, dell'editoria e filologia musicale (edizioni critiche), della mediazione culturale. Le due 'anime' del corso, musicologica ed etnomusicologica, si concretizzano nella possibilità:...

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
Piazzale Aldo Moro, 5, 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

I laureati magistrali in questo corso dovranno dimostrare di saper acquisire l'autonomia necessaria alla corretta e
proficua organizzazione di un originale percorso di ricerca e all'applicazione decisionale delle proprie competenze
nei contesti lavorativi specifici delle discipline musicologiche.
L'autonomia di giudizio nello studente viene verificata in particolare tramite esercitazioni, esposizione di elaborati e di ricerche, nonché durante l'attività preliminare alla definizione dell'argomento della prova finale.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Musicologia
Conservazione
Filologia
Beni musicali
Beni culturali
Meccanismi
Mediazione culturale
Restauro
Etnomusicologia
Musei
Produzione
Arte
Gestione

Programma

Presentazione generale
La musicologia è la disciplina che si occupa della musica nelle sue forme, manifestazioni e creazioni passate e attuali, nonché della sua presenza nella storia e nella contemporaneità, nella cultura e nella vita quotidiana dei popoli; la musicologia è disciplina anfibia: la musicologia in senso stretto si occupa delle musiche colte o d'arte, l'etnomusicologia si occupa delle musiche popolari ed etniche. Scopo del corso di LM in Musicologia è quello di formare laureati magistrali in grado di padroneggiare aggiornati metodi della ricerca musicologica ed etnomusicologica nonché una conoscenza approfondita del significato e della presenza della musica nelle varie epoche storiche e presso le differenti culture e aree geografiche. Ciò discende dalla consapevolezza che:
- la musica appartiene al novero dei beni culturali specifici e qualificanti delle culture del mondo intero;
- le sue creazioni e i suoi prodotti costituiscono dei .giacimenti' che necessitano di adeguata valorizzazione,
conservazione e restauro;
- la musica permea infinite manifestazioni della quotidianità divenendone elemento connotativo sul piano politico,
religioso, culturale, ludico e simbolico
- la musica è profondamente radicata in molteplici realtà del mercato del lavoro sia come disciplina oggetto di
insegnamento che come attività inserita nei meccanismi di committenza, produzione e consumo.
L'insieme di queste considerazioni e gli impliciti scenari culturali nonché le ricadute sul piano delle specifiche
professionalità rende del tutto congrua e opportuna la figura del musicologo quale figura di studioso, ricercatore e
mediatore in grado sia di comprendere il ruolo della musica nelle società e nella storia, sia di valorizzarne la
presenza nella contemporaneità. Il corso pertanto intende formare figure professionali dotate dei necessari requisiti, oltre che per la ricerca pura, per mansioni di elevata responsabilità negli ambiti della conservazione dei beni musicali, della valorizzazione del patrimonio musicale nazionale e internazionale, della progettazione artistica presso istituzioni concertistiche e enti teatrali, della gestione di archivi e musei di settore, dell'editoria e filologia musicale (edizioni critiche), della mediazione culturale.
Le due ‘anime' del corso, musicologica ed etnomusicologica, si concretizzano nella possibilità:
a) di formare ricercatori ed esperti di storia e critica della musica metodologicamente attrezzati nei campi della filologia musicale, della ricerca storica e archivistica, dell'analisi stilistica e drammaturgica del testo musicale ed in grado di rivestire correttamente e consapevolmente il ruolo di mediatore e restitutore odierno dei repertori
musicali di ogni epoca;
b) di formare futuri ricercatori nel campo della musicologia interculturale, della musicologia generale e dell'antropologia della musica, ed esperti nel campo dello studio delle tradizioni musicali del folklore europeo, delle culture musicali di Africa, Asia e di altre aree extraeuropee, delle musiche popolari contemporanee.
Agli tutti gli studenti del corso verrà fornita un'approfondita conoscenza di strumenti bibliografici, lessicografici, informatici, telematici, tecnologici e metodologici specifici degli ambiti di ricerca musicologico ed etnomusicologico nonché l'attrezzatura professionale necessaria alla valorizzazione dei beni musicali.
Descrizione del percorso formativo.
Il percorso formativo - sia quello musicologico, sia quello etnomusicologico - prevede:
- lo studio approfondito delle singole discipline appartenenti ai s.s.d. L-ART/07 e L-ART/08 e delle metodologie di
ricerca ad esse pertinenti; tale studio avverrà mediante un'offerta formativa costituita da corsi tematici di elevata
qualità e professionalità, svolti prevalentemente con carattere seminariale, che risponderanno anche all'esigenza di
rendere familiari agli studenti i principali strumenti informatici, telematici e tecnologici propri delle predette
discipline e metodologie;
- l'applicazione e il collaudo delle competenze acquisite, mediante partecipazione a stages e tirocinii presso
qualificate istituzioni (teatrali, museali, concertistiche nonché archivi sonori, biblioteche e editoria), in grado di
porre gli studenti a contatto col mondo del lavoro, relativamente alla specificità del campo di studi prescelto;
- l'arricchimento di conoscenze culturali e metodologie di carattere generale mediante l'approfondimento di altri
settori disciplinari opportunamente selezionati fra quelli più utilmente complementari al percorso musicologico o
etnomusicologico prescelto (in particolare le discipline linguistiche, le filologie latino-medievali e romanze, le discipline storiche, la letteratura italiana);
- l'esercitazione nell'uso fluente in forma scritta e orale della lingua inglese mediante offerta annuale di almeno un modulo tenuto in detta lingua e l'obbligo di redigere un breve riassunto dell'elaborato scritto costituente la prova finale.
Coerentemente con gli obiettivi formativi precedentemente descritti il corso prevede, sulla base di opportune alternative nella scelta delle discipline e nella distribuzione dei CFU consentite dalla duttilità della classe ministeriale, la possibilità per lo studente di privilegiare uno fra due possibili percorsi formativi: musicologico o etnomusicologico.
Un terzo percorso formativo è denominato “coreologico” ed è finalizzato ad integrare la formazione nelle discipline musicali con le specificità del comparto di storia e teoria della danza, per formare studiosi esperti nell’ambito della coreologia. Il percorso coreologico si avvale dell’apporto didattico di docenti in convenzione con l’Accademia Nazionale di Danza di Roma.
Per la definizione della percentuale di tempo dedicata allo studio individuale si rinvia al Regolamento Didattico del corso di studio.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto