NDW - The No Direction Workshop, IVed.

NDW - The No Direction Workshop
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Milano
  • Durata:
    12 Mesi
Descrizione

Obiettivo del corso: Regia teatrale.
Rivolto a: Precedenza a giovani artisti e registi. Aperto a tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Alzaia Naviglio Grande,42, 20144, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Interesse per la regia teatrale, serietà, puntualità, impegno costante

Programma

Sono aperte le iscrizioni alla quarta edizione. A Milano da Novembre 2011 a Ottobre 2012. Fine del mondo prevista dai Maya permettendo. Il termine ultimo per presentare la propria candidatura è il 15 Novembre 2011. Il Workshop comincerà il 18 Novembre. Ammissione su selezione iniziale. Ulteriori selezioni nel corso dell'anno.

SOMETHING ABOUT

Le produzioni indipendenti o semi - indipendenti rappresentano la maggior parte del teatro che si produce ogni anno in Italia. Se non come numero di repliche certamente come numero di debutti. Nonostante questa evidenza le attività didattiche dedicate alla regia, spesso, si riferiscono a circostanze produttive che nella realtà riguarderanno poi, di fatto, solo pochi registi, pochissimi tra i giovani artisti. Normalmente, infatti, un corso di regia dedica molto tempo all'aspetto artistico e tecnico legato all'analisi e alla messa in atto del linguaggio teatrale (direzione degli attori, analisi del testo, disegno luci, scene, costumi, storia del teatro, ecc... ) ma si occupa relativamente poco di relazionare il percorso artistico a tutti quegli aspetti concreti che influenzano e determinano una gran parte del lavoro del regista alle prese con le difficoltà imposte dalla tipologia produttiva più comune, quella... low budget.

In un regime di produzione a basso costo accade spesso che le normali dinamiche operative (legate a spazi prove adeguati, casting, creazione e gestione dei gruppi, tecnologia, trasporti, budget, SIAE, ENPALS, sicurezza, tecnici, promozione, relazioni con enti e istituzioni pubbliche e private, ecc... ) divengano un ostacolo alla realizzazione del pensiero artistico. Altrettanto spesso accade che un giovane regista si trovi ad affrontare relativamente all'improvviso e, nella maggior parte dei casi, con una scarsa preparazione specifica alle spalle, questi ostacoli.

Un segmento di percorso formativo che tenga conto di questi aspetti della pratica registica, quale appunto questo workshop, può essere utile per contribuire alla creazione di un bagaglio di base importante per un giovane regista, fornendogli qualche ulteriore strumento di conoscenza per far fronte alle difficoltà che potrebbe incontrare nel realizzare le proprie creazioni.

In ogni caso, è opportuno sottolineare che in qualunque contesto produttivo ci si trovi ad operare, aver presente l'insieme di problematiche che interessano i settori dell'allestimento attivi sia dentro che fuori dal palcoscenico, è comunque determinante per una efficace conduzione dell'attività.

E' quindi sulla base di queste considerazioni che nasce The No Direction Workshop.

Pur non trascurando gli elementi tecnici e artistici della pratica registica in senso stretto i partecipanti vengono guidati e sostenuti nel concepire, attivare, condurre e realizzare concretamente un progetto di spettacolo teatrale considerando e affrontando in prima persona tutte le problematiche organizzative, logistiche, promozionali e amministrative che verranno via via individuate in fase di ideazione, elaborazione ed analisi dei progetti.

Il percorso, attraverso l'analisi dei singoli progetti dei partecipanti, privilegia il lavoro di gruppo, lo scambio e tutte le dinamiche di interazione in ogni fase del workshop. Viene quindi favorita e stimolata in ogni fase anche la collaborazione tra partecipanti di diverse sedi.

Temi e tecniche di ispirazione e sviluppo dei progetti sono liberi. Ai progetti dei partecipanti, nei limiti degli accordi con i teatri o compagnie ospitanti, non vengono imposti limiti oltre a quelli stabiliti dalle loro capacità artistiche, imprenditoriali e organizzative. Naturalmente, trattandosi nella maggior parte dei casi di una prima esperienza registica, la scelta del testo e della messinscena dev'essere proporzionale alle conoscenze e al livello di preparazione di ciascun partecipante. Per queste ragioni la scelta definitiva dei progetti da realizzare, seppur ovviamente concordata e motivata, è di esclusiva competenza del docente responsabile in accordo con i responsabili dei teatri promotori.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto