Non-Destructive Testing Manager - Civil Engineering

Informa del Gruppo Epc
A Roma

2.950 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 80 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso prevede la creazione di una figura professionale, in grado di gestire per conto di enti statali e/o privati l'acquisizione di tutti gli elementi necessari per poter predisporre la verifica strutturale delle opere civili. La figura che si vuole formare va proprio a colmare la mancanza di tecnici in grado di progettare, pianificare ed effettuare tali verifiche.
Rivolto a: Il corso è destinato: ai liberi professionisti (ingegneri, architetti, geometri, ecc); - ai tecnici delle pubbliche amministrazioni; - ai tecnici delle imprese; - ai ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali ed in enti di ricerca;.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
VIA DELL'ACQUA TRAVERSA 187, 00135, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Il corso è destinato: - ai liberi professionisti (ingegneri, architetti, geometri, ecc); - ai tecnici delle pubbliche amministrazioni; - ai tecnici delle imprese; - ai ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali ed in enti di ricerca.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Roma, 7 marzo - 15 giugno 2012

Un percorso formativo articolato e completo in materia di verifiche strutturali

Perché partecipare

La recente tragedia nazionale verificatasi in Abruzzo ha posto all’ordine del giorno in modo drammatico il tema della sicurezza delle costruzioni ad uso abitativo e strategico in area sismica.

In particolare l’evento calamitoso ci ha insegnato che anche le strutture in calcestruzzo armato possono essere vulnerabili se mal progettate o realizzate con calcestruzzo di scarsa qualità e con una non corretta disposizione delle armature (sia principali che delle staffe di confinamento). Strutture che se non correttamente realizzate non possiedono l’adeguata duttilità e tanto meno soddisfano i principi di gerarchia delle resistenze.

Una delle novità salienti introdotte dall’avvento delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) è che, come anche in altri settori (impianti, ingegneria dell’antincendio, ecc), si assiste al passaggio da un sistema normativo di tipo prescrittivo, ad un sistema di tipo prestazionale, ovvero basato non sull'obbligo di adozione di misure tecniche ma sul raggiungimento dei risultati.

L’applicazione di norme prestazionali impone un maggiore sforzo e maggiori responsabilità per il Progettista, il Direttore dei lavori ed il Collaudatore sia in fase collaudo che di esercizio dell’opera per verificare, secondo periodicità definite, la rispondenza ai requisiti e livelli di funzionalità e prestazioni di progetto.

Il corso prevede la creazione di una figura professionale, assolutamente innovativa, in grado di gestire per conto di enti statali e/o privati l’acquisizione di tutti gli elementi necessari per poter predisporre la verifica strutturale delle opere civili.

La formazione della figura professionale in oggetto trova ampia motivazione per dare concreta attuazione a quanto previsto dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n°3274 del 20/03/2003 e s.m.i. che definisce i livelli di conoscenza da condursi a cura di uno strutturista.

Tali conoscenze si basano, infatti, sull’acquisizione di dati che possono essere raccolti ed ordinati dalla figura che si andrà a formare, che viene così a porsi come un indispensabile collaboratore dello strutturista altrimenti costretto a ricorrere a svariate competenze, con notevoli difficoltà di coordinamento e raccordo tra le stesse.

La figura che si vuole formare va proprio a colmare la mancanza di tecnici in grado di progettare, pianificare ed effettuare tali verifiche.

In altri termini verranno trattate tutte quelle nozioni interdisciplinari che risultano indispensabili per una visione d’insieme dell’attività professionale, tra cui:

- nuova normativa tecnica nel settore delle costruzioni;

- elementi di dinamica delle strutture e di ingegneria sismica;

- organizzazione del sistema di Protezione Civile Italiano;

- indagini geotecniche e rischio idro-geologico;

- rilievo geometrico delle opere mediante tecniche innovative;

- conoscenza approfondita ed autonoma padronanza strumentale delle principali tecniche sperimentali distruttive e non distruttive;

- capacità valutativa dei risultati sperimentali ottenuti;

- opere di presidio provvisorio e messa in sicurezza di una struttura;

- copertura assicurativa delle costruzioni e della professione;

- sicurezza nei luoghi oggetto di campagne sperimentali;

- definizione dei livelli di conoscenza per la valutazione degli edifici esistenti (muratura e calcestruzzo armato) in ambito sismico e tecniche ed interventi di recupero.

Infine, in previsione del fatto che presto i tecnici in grado di svolgere questo tipo di controlli dovranno essere preferibilmente Qualificati e Certificati da appositi Organismi secondo le prescrizioni impartite dalla UNI EN 473 (Qualifica e certificazione del personale addetto alle prove non distruttive) e dalla ISO 9712:1999 (Nondestructive testing – qualification and certification of personnel), la figura professionale in uscita dal corso in oggetto sarà già in grado di sostenere tali esami di certificazione senza dover frequentare ulteriori corsi di formazione.

Destinatari

Il corso è destinato:

· ai liberi professionisti (ingegneri, architetti, geometri, ecc);

· ai tecnici delle pubbliche amministrazioni;

· ai tecnici delle imprese;

· ai ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali ed in enti di ricerca

Metodologie didattiche

Ti consentono di interagire attivamente attraverso la simulazione di situazioni concrete.Sono costituite da:

- esercitazioni di gruppo che prevedono l’esame e la compilazione della modulistica

- casi di studio sottoposti dal docente, che verranno esaminati in gruppi di lavoro; le valutazioni dei gruppi verranno successivamente discusse in aula

Materiale didattico

Ogni partecipante riceverà una ricca documentazione costituita da:

- volume “Il controllo strutturale degli edifici in cemento armato e muratura” di R.Giacchetti – S.Bufarini – V.D’Aria, EPC (€ 25,00).

- volume con software “Norme tecniche per le costruzioni integrate con la circolare esplicativa” di P.Rugarli, EPC (€ 53,00).

- volume con software “Ingegneria geotecnica e geologia applicata” di F.Cetraro, EPC (€ 59,00).

- volume “Fondamenti di dinamiche delle strutture e di ingegneria sismica” di R.Giacchetti, EPC (€ 25,00).

- abbonamento annuale al portale per gli specialisti della sicurezza

- una raccolta inedita di relazioni e presentazioni dei docenti, sia su supporto cartaceo che su pen drive.

Articolazione

Il corso di perfezionamento è articolato in 3 moduli, per un totale di 84 ore di formazione.

La frequenza all’intero corso sarà certificata da un attestato dell’Università degli Studi Roma Tre. Per la frequenza ai singoli moduli sarà rilasciato un attestato dall’Istituto Informa.

Al termine del percorso, inoltre, è prevista una sessione d’esame (facoltativa) riservata solo a coloro i quali avranno frequentato l’intero percorso formativo che si svolgerà presso la sede del CERC-calc RINA INFORMA in data 25.03.2010 (esami scritti) e 26.03.2010 (esami pratici).

I partecipanti conseguiranno, infatti, un attestato di addestramento utile per ottenere la certificazione a livello 2 secondo il Regolamento RINA per la certificazione del personale addetto alle prove non distruttive e semidistruttive nel settore civile (normativa di riferimento UNI EN 473), nel campo di applicazione delle seguenti indagini:

· Indagine magnetometrica (MG) + sclerometrica (SC);

· Indagine ultrasonora (UT);

· Monitoraggi strutturali di quadri fessurativi (MO).

Programma

MODULO 1 :

Controllo strutturale DELLE OPERE CIVILI: nozioni di base

Roma, 7 -8 - 9 marzo 2012

CONTENUTI

· Norme Tecniche per le Costruzioni (Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008): sicurezza e prestazioni attese, durabilità dei materiali e prodotti per uso strutturale, costruzioni in calcestruzzo, costruzioni esistenti, controllo della resistenza del calcestruzzo in opera, collaudo statico.

· Controlli di tipo distruttivo:

- Prova di compressione su provini cubici per il controllo di accettazione del calcestruzzo fornito (controllo tipo A e tipo B).

- Prova di trazione e di piegamento su spezzoni di barre di armatura prelevate dalle forniture per il controllo di accettazione.

- Prelievo mediante carotaggio di campioni cilindrici da elementi strutturali in calcestruzzo e successiva prova di compressione

· Elementi di dinamica delle strutture e di ingegneria sismica

· Organizzazione del sistema di Protezione Civile Italiano

· Indagini geotecniche per la caratterizzazione dei terreni di fondazione.

· Rischio Idro-geologico

· Rilievo geometrico delle opere mediante tecniche innovative (laser scanner)

RELATORI

Dr. Stefano Bufarini e Vincenzo D’Aria

Ing. Roberto Giacchetti

Ing. Giorgio Chimenti

Dott.ssa Elena Piantelli

MODULO 2 :VERIFICHE STRUTTURALI DELLE OPERE CIVILI: TECNICHE SPERIMENTALI

Roma, 16 - 17 aprile 2012 - 16 - 17 - 18 maggio 2012

CONTENUTI

Il controllo strutturale delle strutture civili mediante tecniche sperimentali distruttive e non distruttive:

Controlli di tipo non distruttivo e semi-distruttivo (lezioni teorico-pratiche con attività di laboratorio):

- calcestruzzo: identificazione mediante indagine magnetometrica (pacometrica) della direzione, stima del diametro e della misura del copriferro delle armature all’interno dei getti, determinazione dell’indice sclerometrico, rilievi microsismici mediante impulsi d’onde vibrazionali ad alta frequenza (ultrasuoni), determinazione della profondità di carbonatazione mediante uso di indicatore chimico (fenolftaleina).

- muratura: tomografie endoscopiche finalizzate alla determinazione degli elementi costitutivi le pareti murarie e alla ricostruzione della stratigrafia di impalcati (solai e volte), applicazione della tecnica dei martinetti piatti in configurazione singola per la valutazione dello stato di tensione attuale della muratura, applicazione della tecnica dei martinetti piatti in configurazione doppia per la valutazione delle caratteristiche deformative della muratura.

Dissesti e monitoraggio delle strutture esistenti o in fase di costruzione con misure manuali (deformometri removibili) o automatiche (stazioni totali servoassistite di precisione).

Disciplina tecnica legata alla certificazione del personale addetto ai controlli non distruttivi secondo il regolamento RINA.

RELATORI Dr. Stefano Bufarini e Vincenzo D’Aria

MODULO 3 :SICUREZZA DELLE STRUTTURE ED INTERVENTI DI RECUPERO

Roma, 13 - 14 -15 giugno 2012

CONTENUTI

La copertura assicurativa delle costruzioni e della professione.

Muratura: definizione dei livelli di conoscenza per la valutazione degli edifici esistenti in muratura in ambito sismico e tecniche ed interventi di recupero.

Sicurezza nei luoghi oggetto di campagne sperimentali.

Calcestruzzo: definizione dei livelli di conoscenza per la valutazione degli edifici esistenti in calcestruzzo armato in ambito sismico e tecniche ed interventi di recupero.

RELATORI:

Ing. Fabio Bufarini

Ing. Giuseppe D’Aria

Ing. Roberto Di Girolamo

Ing. Roberto Giacchetti

BREVE CURRICULUM RELATORI

Dr. Stefano Bufarini e Vincenzo D’Aria

Sperimentatori presso il Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture della Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche. Certificati al Livello 3 da RINA e CICPND (secondo UNI EN 473) - Settore PnD Ingegneria Civile, Beni Culturali e Strutture Architettoniche. Docenti ed autori di dispense didattiche per i corsi di qualificazione e certificazione del personale tecnico addetto all’esecuzione di prove sulle strutture in calcestruzzo armato ordinario e precompresso e sulle strutture in muratura. Autori di 12 lavori pubblicati su riviste scientifiche ed in atti di congressi nazionali. Coautori del libro “Il controllo strutturale degli edifici in cemento armato e muratura” della EPC Libri.

Ing. Roberto Giacchetti

Ricercatore di Tecnica delle Costruzioni presso l’Università Politecnica delle Marche, responsabile per oltre 25 anni del Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture della Facoltà di Ingegneria di Ancona, svolge incarichi di insegnamento di “Tecnica delle Costruzioni” nel Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura e di “Controllo di Materiali e Strutture” nel Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile. E’ autore di oltre 60 lavori pubblicati su riviste scientifiche ed in atti di congressi nazionali ed internazionali. Coautore del libro “Il controllo strutturale degli edifici in cemento armato e muratura” della EPC Libri.

Ing. Giorgio Chimenti

Dirigente Generale VV.F. a.r. Commissario Delegato del Dipartimento della Protezione Civile per Emergenza di Carattere Urbano e Strutturale presso il Comune di Roma.

Dott.ssa Elena Piantelli

Dottore in Scienze Naturali. Tecnico Divisione Engineering & Solutions di Leica Geosystems. Assistente alla docenza presso l’Università di Pesaro e Urbino per i corsi di tecniche di rilievo con metodologie satellitari. Autore di lavori pubblicati su riviste scientifiche ed in atti di congressi nazionali.

Ing. Fabio Bufarini

Laurea in Ingegneria Civile presso l’Università di Ancona (ora Università Politecnica delle Marche), libero professionista in ambito edile e assicurativo. Attualmente frequenta il corso di Dottorato di Ricerca in “Architettura, Costruzioni e Strutture” presso il Dipartimento DACS dell’Università Politecnica delle Marche. Ha frequentato il Master per Ingegneria nelle Assicurazioni del Politecnico di Milano (CINEAS). Certificato al Livello 3 da CICPND (secondo UNI EN 473) - Settore PnD Ingegneria Civile (prova sclerometrica).

Ing. Giuseppe D’Aria

Laurea in Ingegneria Edile e del Recupero Edilizio presso l’Università Politecnica delle Marche. Libero professionista in ambito edile e consulenziale per i controlli distruttivi e non distruttivi negli edifici in muratura, calcestruzzo armato. Attualmente parte integrante del “Progetto Sicurezza” presso la International Shipyards Ancona – ISA Yatchs. Certificato al Livello 3 da CICPND (secondo UNI EN 473) - Settore PnD Ingegneria Civile (prova sclerometrica).

Ing. Roberto Di Girolamo

Laurea in Ingegneria Civile Edile dell’Università di Ancona (ora Università Politecnica delle Marche), libero professionista. Ha collaborato, come consulente, con il Comune di Camerino (MC) per la ricostruzione post-sismica del terremoto Umbria-Marche 1997. Ha partecipato a molti corsi di aggiornamento in particolare dopo la emanazione della OPCM 3274. Fa parte dei Professionisti Sostenitori dell’EUCENTRE.

Ulteriori informazioni

Validazioni: Certificazione Livello 2 RINA
Alunni per classe: 20

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto