Nonviolenza nell'arte: tecniche di trasferenza

Estetra
A Attigliano

200 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Attigliano
  • 18 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: tutti coloro che vogliono comprendere i meccanismi emotivi e psicologici che entrano in gioco nella creazione artistica. Partecipazione massima 12 persone.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Attigliano
Terni, Italia
Visualizza mappa

Programma

L’unica via per la nonviolenza è attraverso il riconoscimento, l’accettazione e la trasformazione della nostra violenza personale. Possiamo immaginare la violenza dal punto di vista energetico come un blocco, un’isola dentro di noi, ma a volte anche come un abisso una sorta di buco nero che ci toglie il senso di vivere e ci porta alla depressione.

Nel seminario si cercherà di cambiare uno stato interno che sperimentiamo come violento. Una immagine che ci opprime o che sentiamo come negativa. La esprimeremo in un grande foglio e ci immergeremo in questo stato cercando di riconoscerlo. In un secondo momento con delle tecniche pittoriche si modifica questa situazione esterna ed interna al contempo.

Questa modificazione attraverso il colore ed un altro “comportamento” pittorico ci porterà a sperimentare una nuova forma espressiva liberata dal buio, che come una Fenice rinasce dalle ceneri.

Il seminario ha lo scopo di far sperimentare come dipingere sia “agire”, e come questa azione possa avere caratteristiche molto differenti a seconda da dove parte l’immagine da esprimere.

Argomenti del seminario

• Le funzioni sociali e individuali dell’arte

• L’intenzionalità veicolata dagli oggetti

• I diversi livelli di coerenza

• Il modello energetico

• Corrispondenza tra forme e colori e nonviolenza


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto