Organizzazione e Gestione di Eventi Culturali

L.A.Di.S. - Laboratori Didattici Sperimentali
A Bologna

450 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Bologna
  • 48 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Obiettivo del corso, basato sia su lezioni teoriche che sull'analisi e la simulazione di situazioni reali, è fornire gli strumenti di base per progettare e gestire una mostra, una rassegna, un evento culturale.
Rivolto a: tutti coloto che sono interessati ad acquisire nozioni base sulla progettazione e gestione di eventi culturali.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
VIA G. PETRONI, 9, 40126, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

il corso e\' aperto a tutti

Programma

Durata: 48 ore
calendario: mercoledì 15-19
inizio lezioni: 30 marzo 2011
costo: € 450
docente: carlo terrosi, presidente della rete bo-art per la promozione dell’arte contemporanea.
Obiettivo del corso
obiettivo del corso, basato sia su lezioni teoriche che sull’analisi e la simulazione di situazioni reali, è fornire gli strumenti di base per progettare e gestire una mostra, una rassegna, un evento culturale.


Le lezioni saranno tenute da carlo terrosi, presidente associazione bo-art, da rappresentanti dell’associazionismo e del mondo della critica d’arte, da responsabili di uffici stampa e da operatori di centri culturali.

Programma:
lezione 1
“evoluzione del concetto di bene culturale”
dall’idea di “patrimonio culturale” al moderno concetto di bene culturale. Nascita di nuovi contenitori: il museo d’arte contemporanea, il museo del territorio, cineteche, centri giovanili e polivalenti. Ridefinizione del museo: da luogo della conservazione scisso dal territorio a luogo inserito nel circuito della vita sociale tramite il potenziamento dei servizi e la molteplicità di proposte culturali.
Lezione 2
“storia e tipologia dell’operazione culturale in italia”
il decentramento e il nuovo ruolo degli enti locali nella gestione dei beni e delle attività culturali. Nascita degli assessorati alla cultura e la problematica di una politica culturale per la città. Dall’intellettuale alla nuova figura dell’ “operatore culturale”. Tipologie dell’operazione culturale:l’operazione culturale della partecipazione sociale alla cultura (prima metà degli anni ’70), operazione culturale dell’effimero (seconda metà degli anni ’70), operazione culturale spettacolare (anni ’80). Evoluzione dei linguaggi artistici ed elementi del dibattito sul post-moderno.
Lezione 3
“problematiche attuali della gestione e promozione di attivita’ culturali: il tema del distretto culturale e dei poli museali”
la filiera del lavoro nel campo delle attività culturali. Il tema dei distretti culturali-turistici e quello connesso di un “marketing del territorio”. Esempi di distretti culturali nati in italia nel corso del 2002. Situazione a bologna: storia ed evoluzione nelle modalità gestionali della galleria d’arte moderna; dibattito sul polo culturale della ex manifattura tabacchi; il tema di un distretto per la produzione creativa e multimediale.
Lezione 4
“tipologie dei soggetti della produzione di eventi culturali: l’associazionismo”
il terzo settore e il ruolo dell’associazionismo. L’esperienza dei circoli arci. Come si costituisce un’associazione culturale, esempi di statuto e di progetti.
Lezione 5
“tipologie dei soggetti della produzione di eventi culturali: il critico e il curatore indipendente”
progettare organizzare e promuovere eventi espositivi. Caratteristiche del piano dei costi. Il rapporto con le istituzioni. La ricerca di fondi e/o la gestione di un budget.
Lezione 6
“l’ impresa culturale”
caratteristiche generali di un’impresa, caratteristiche di un’impresa cooperativa. Analisi del mercato legato ai servizi e alle attività culturali. Analisi di una gara d’appalto di un ente pubblico per la gestione di servizi e attività culturali.
Lezione 7
“agibilita’, permessi e assicurazioni”
problematiche relative alla sicurezza, ai permessi e all’agibilità degli spazi per eventi pubblici. Le assicurazioni. Analisi di documenti e casi concreti.
Lezione 8
“elaborare un progetto culturale”
dall’idea al progetto.
Dal progetto al piano economico di fattibilità.
Lezione 9
“gestione del progetto culturale”
esempio pratico di un controllo di gestione sull’andamento di attività culturale-spettacolare.
Lezione 10
“promozione di un evento culturale”
l’ufficio stampa e la comunicazione.
Lezione 11

La didattica del patrimonio culturale

Lezione 12
esercitazione pratica”
elaborare un progetto e il relativo piano economico.
Lezione 13
“esercitazione pratica”
elaborare un progetto e il relativo piano economico

esercitazioni pratiche di didattica dei beni culturali

STAGE (facoltativo,entro 6 mesi dal termine del corso)

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo :

accoonto al momento della conferma di iscrizione. Saldo alla prima lezione


Stage:

possibilità di stage presso realtà associazionistiche culturali


Alunni per classe: 15

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto