Panantukan

A.S.D. Ligorio Academy
A Torino

Fino a 150 €
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • 1 ora di lezione
Descrizione


Rivolto a: il Panantukan si rivolge sia a uomini che a donne. Per avvicinarsi a questa disciplina occorre avere almeno 13 anni.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
VIA GARIZIO 24/A, 10139, Torino, Italia
Visualizza mappa

Programma

Panantukan è una parola composta nella lingua filippina.

Le parole che la compongono sono:

PANGIT NG TUKAN TUKAN che in italiano voglion dire utilizzo (pangit), delle (ng), mani (kan), come fossero un coltello (tu) .

Al di là del significato letterale, Panantukan significa usare le mani con la velocità di un coltello per fermare un aggressione.

Il fatto di pensare di fermare un aggressore con un coltello significa economizzare. In altre parole nessun colpo a segno da parte dell’aggressore o da parte mia è una vittoria per me.

Per spiegare meglio è come se una squadra calcistica facesse di tutto per fare 0 a 0 invece che rischiare,per fare gol, di perdere. Nel Panantukan questo si ottiene con schivate controlli e anticipi.

Nelle schivate ci mettiamo in condizione di evitare l’attacco successivo.Ad esempio se l’aggressore ci attacca con pugno destro, noi schiviamo in modo da avvicinarci il più possibile alla sua spalla destra in modo che sarà estremamente difficile per lui colpirci col pugno sinistro.

Nel caso in cui decidessi di usare i controlli, difesa di base nel Panantukan, parerei col pugno destro controllando sinistra in modo che sia impossibile per il mio aggressore effettuare una combinazione destro sinistro.

Se invece decidessi di difendermi anticipando l’attacco rimarrei fermo usando l’arto avanzato per colpire prima del destro del mio aggressore.Questo significa,se fossimo ambedue con il piede sinistro avanti, colpire con un diretto sinistro per fermare il suo colpo di destro.

Ciò non indica assolutamente che la difesa sia passiva, ma soltanto che prima di azzardare un attacco, farò di tutto per non essere colpito.

Nella nostra società, penso, il problema sia reagire nella maniera adatta.Chi viene aggredito ha famiglia, un’attività e tanto altro da perdere rispetto all’aggressore che di solito ha precedenti penali, nessun reddito, niente da perdere insomma.

Ciò rivela che dobbiamo difenderci in maniera da non perdere quello che abbiamo, per cui la filosofia del Panantukan è quella che meglio rispetta il bisogno di ogni persona di difendere quello che è importante per lui senza eccedere nei riguardi dell’aggressore.

Il Panantukan è diviso per ragioni didattiche in:

  • Passi
  • Colpi
  • Combinazioni
  • Schivate
  • Controlli
  • Ipit Dumog
  • Contro leve
  • Difese da prese
  • Difese da combinazioni 1 2
  • Difese da combinazi9ni 1 3
  • Difese da attacchi di coltello
  • Difese da combinazioni col coltello
  • Routine di difese da 1 2
  • Routine da difese da 1 3
  • Routine di difese da coltello
  • Routine di difese da coltello angoli 1 2
  • Routine di difese da coltello angoli 5 2
  • Routine di difese da coltello angoli 1 2
  • Routine di difese da coltello angoli 1 3
  • Routine di difese da coltello angoli 2 5
  • Disarmi