Corso per Ottico per Lavoratori - Licenza di Abilitazione alla Professione Sanitaria Ottico

Istituto Benigno Zaccagnini
A Bologna

5.800 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio intensivo
  • Bologna
  • Durata:
    2 Anni
  • Stage / Tirocinio
Descrizione

Obiettivo del corso: Abilita all'esercizio dell'arte ausiliaria sanitaria di Ottico ai sensi dell'Art. 140 del T.U. delle leggi sanitarie n. 1334.
Rivolto a: Agli operatori del settore che desiderano formarsi e qualificarsi svolgere con autonomia e titolarità la professione dell'Ottico nella distribuzione specializzata, ingrosso, nei laboratori oftalmici o nell'industria di settore.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
Via Ghirardini 17, 40141, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Il Corso è riservato a coloro che posseggono un titolo di scuola media superiore.

Cosa impari in questo corso?

Esame della vista
Applicazione lenti a contatto
Confezionamento dispositvi medici (in primis occhiali)

Programma

La professione dell’ottico:l’evoluzione dall’istituzione avvenuta nel 1928 ad oggi.

Il Profilo Professionale dell’Ottico è regolamentato dal Regio Decreto del 31 maggio 1928, n. 1334 che lo definisce come arte ausiliaria delle professioni sanitarie che appronta, confeziona, ripara e vende occhiali e lenti oftalmiche su prescrizione del medico a meno che non si tratti di lenti protettive o di occhiali correttivi dei difetti semplici di miopia e presbiopia, ad esclusione dell’ipermetropia, dell’astigmatismo e dell’afachia.

Dal 1928 ai giorni nostri la professione si è evoluta sotto la spinta del progresso scientifico-tecnologico in ambito sanitario per le necessità connesse all’aumento delle prospettive di vita e grazie alla società civile che da rurale è divenuta prima industriale e poi terziaria.

Oggi utilizziamo la vista molto più di una volta e così abbiamo bisogno di mantenerla efficiente per le attività di studio, di lavoro, del tempo libero, di intrattenimento, sportive, di guida. Fortunatamente rispetto al 1928 disponiamo di molte più soluzioni per correggere i difetti visivi. Un esempio fra tutti sono le lenti a contatto inventate in tempi più recenti.

Opportunità occupazionali e professionali

Come dipendente

  • i centri ottici specializzati indipendenti
  • i centri ottici, filiali di catene locali o nazionali
  • i laboratori che confezionano e realizzano occhiali e dispositivi medico visivi
  • l’industria di lenti oftalmiche, di lenti a contatto, di strumentazione oftalmica o in aziende che commercializzano all’ingrosso prodotti ottici sia con funzioni tecniche sia commerciali .

Come imprenditore o libero professionista:

  • titolare di un centro ottico specializzato o di uno studio specializzato (lenti a contatto, ipovisione, ecc….)
  • consulente tecnico o professionista che svolge attività presso centri ottici specializzati
  • consulente del servizio “professional care” dell’industria delle lenti oftalmiche o di quelle a contatto.

Gli ambiti di applicazione delle conoscenze e gli skills professionali richiesti all’ottico

  • conoscere le caratteristiche tecniche ed il funzionamento della strumentazione oftalmica per l’indagine e la misurazione delle abilità visive;
  • conoscere le caratteristiche tecniche ed il funzionamento dei macchinari di ultima generazione per realizzare e confezionare i dispositivi correttivi;
  • quantificare, ripristinare e/o migliorare le abilità visive;
  • possedere un’ampia cognizione delle lenti a contatto, della loro applicazione e manutenzione, comprese quelle speciali realizzate su misura ed in casi particolari;
  • riconoscere e valutare i difetti visivi con metodi oggettivi e soggettivi;
  • effettuare l’esame delle abilità visive e della capacità visiva binoculare in relazione alla correzione da prescrivere;
  • applicare le lenti a contatto di qualsiasi materiale, modificare la scelta dei materiali e le geometrie in rapporto alle caratteristiche oculari;
  • intervenire opportunamente di fronte alle alterazioni indotte dalle lenti a contatto;
  • utilizzare strumenti oftalmici ottici e/o opto-elettronici per riconoscere, valutare i difetti visivi e per ottimizzare l’applicazione delle lenti a contatto;
  • utilizzare macchinari con tecnologie avanzate per la realizzazione e il confezionamento dell’occhiale;
  • conoscere ed utilizza le tecnologie informatiche applicate alla professione;
  • condurre un’attività distributiva specializzata nel confezionamento e fornitura dei dispositivi medici ottici protettivi e correttivi.

IL CORSO BIENNALE DI OTTICA DELL’ISTITUTO BENIGNO ZACCAGNINI

Il Corso Biennale di Ottica dell’Istituto Benigno Zaccagnini è riservato a coloro che possiedono un titolo di Scuola Media Superiore di II Grado (Scuola Superiore).

Il Piano di Studi svolto dall’Istituto, nel rispetto della normativa vigente, viene annualmente aggiornato ed arricchito per rispondere efficacemente alle esigenze del mercato del lavoro e delle persone che debbono correggere i loro difetti visivi.

Nell’anno formativo 2012/2013 il Corso Biennale di Ottica inizierà Lunedì 24 settembre 2012 e terminerà il 4 giugno 2013.

Corso Biennale di Ottica – Il Piano degli Studi

I e II Anno

Diritto commerciale, legislazione sociale e pratica commerciale

Fisica

Ottica e Laboratorio

Anatomia fisiopatologia e laboratorio di misure oftalmiche

Esercitazioni di Optometria

Esercitazioni di Contattologia con complementi di chimica

Esercitazioni di lenti oftalmiche

La didattica

Il modello didattico adottato - quello per moduli – oltre ad essere il metodo più moderno e attuale si rivela il più efficace perché consente agli studenti di conoscere e di comprendere tutti gli aspetti delle singole discipline di loro interesse e le metodologie didattiche e i criteri di valutazione che ogni insegnante adotterà nello svolgimento del proprio insegnamento.

I momenti di verifica e le modalità del loro svolgimento sono definiti e comunicati all’inizio di ogni anno formativo.

Per garantire elevati standard qualitativi l’Istituto:

  • ammette ogni anno un numero programmato di 75 allievi
  • per consentire un apprendimento ottimale le classi sono composte di norma da 25 studenti ;
  • il corpo docente è composto da professionisti specializzati attivi nell’ambito delle discipline insegnate;
  • i laboratori di lenti oftalmiche, optometria e contattologia sono dotati con strumentazione oftalmica di ultima generazione, per consentire l’apprendimento e la verifica delle abilità pratiche e cliniche in linea con l’evoluzione dell’ottica.

Grazie alla qualità del corpo insegnante e dei modelli didattici adottati e alla organizzazione dell’Istituto, il Corso di Ottica consente di acquisire conoscenze e competenze tecnico/scientifiche adeguate ad esercitare, con successo, la professione sia come collaboratore in aziende dei settori che

ne utilizzano la professionalità sia come gestore ed imprenditore di una impresa di distribuzione ottica specializzata.

Retta

La retta del primo anno di corso è di € 5800,00 che viene così suddivisa: € 1500,00 all’atto dell’iscrizione, il saldo della quota rimanente di € 4.300,00 può avvenire in un’unica soluzione contestualmente al versamento della quota di iscrizione oppure può essere versata in forma rateale. Si precisa che la presente retta è relativa all’A.S. 2011/2012 e che per l’anno 2012/2013 potrebbe, ma non è certo, essere aggiornata percentualmente in ragione dell’aumento del costo della vita (indice ISTAT).

Supporti allo studio

L’Istituto mette a disposizione degli studenti che frequentano i suoi corsi assistenza e strumenti integrativi della didattica consistenti in:

  • Tutoring: gli insegnanti sono a disposizione, fuori dall’orario di lezione, per dare chiarimenti, approfondimenti e orientamenti;
  • Sale Studio: negli orari non impegnati dalle lezioni sono a disposizione per studiare con i colleghi di corso;
  • Biblioteca: mette a disposizione testi e riviste scientifici italiani e internazionali oltre a opere originali degli Studenti dei Corsi precedenti.

Seminari di studio e corsi di aggiornamento

L’Istituto organizza momenti di aggiornamentoriguardanti i temi più significativi ed attuali della optometria, della contattologia, dell’ipovisione, della distribuzione ottica specializzata e della gestione dell’ Impresa. Queste attività consentono di maturare esperienze ulteriori per comprendere la “realtà” del settore sia sotto il profilo tecnico-scientifico che di mercato.

Stages e tirocini

L’iter formativo si completa con stages e tirocini presso centri ottici specializzati, studi optometrici qualificati, laboratori specializzati nel confezionamento degli occhiali, aziende produttrici di lenti oftalmiche, lenti a contatto e strumenti. Con la partecipazione gli allievi acquistano consapevolezza rispetto agli impegni professionali che li attendono e sperimentano concretamente le conoscenze e le abilità acquisite.

I principali partners dell’Istituto che offrono opportunità di partecipare a stages e tirocini sono:

  • Ottici tradizionali
  • Catene locali e nazionali
  • Organizzazioni commerciali degli Ottici
  • Laboratori di confezionamento degli occhiali
  • Aziende di lenti oftalmiche, lenti a contatto e strumentazione oftalmica.

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : In un'unica soluzione o in forma rateale.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto