Percussioni arabe: Darbuka

Marina Nour-Associazione Mediterranea
A Milano

60 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • Durata:
    1 Anno
Descrizione

Obiettivo del corso: A suonare e ad accompagnare i danzatori.
Rivolto a: chi è interessato ai ritmi e agli strumenti musicali orientali e in particolare alle dazatrici di danza mediorientale.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
VIA MARAZZANI 7, 20100, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

il piacere di suonare

Programma

Corso quindicinale

il venerdi dalle 19 alle 21 a milano in via marazzani 7

livello principianti e intermedio

Lo strumento anticamente era costituito da un corpo globulare di terracotta sostenuto da un alto piede e aperto sul fondo, con una larga apertura chiusa da una pelle animale (di pesce o di capra). Oggi invece è costruita in alluminio, con membrana in fibre sintetiche per eliminare i problemi dell'accordatura.

Il nome deriva dalla radice araba derb, che significa "battere" ed ha numerose varianti nei diversi paesi (darbuka, darabuka, e ancora tarambuke e forme simili nei Balcani, toumbeleki in Grecia, darabana in Romania, dumbelek in Turchia, tabla in Palestina, darbuka in Israele, tarija in Marocco tombak in Persia e Zirbaghali in Afghanistan) .

Le sonorità principali dello strumento sono un suono basso, il dum, e uno più acuto, il tak.

L'apprendimento della tecnica sullo strumento è fondamentale per produrre un buon suono ed avere una buona agilità delle mani.

Questo corso ha lo scopo di appassionare, istruire e formare dei percussionisti di ritmo arabo.
Ciò impone l’analisi e lo studio strutturale dei vari ritmi, usando l'ascolto e la recitazione del dum-tak ed ovviamente l'esecuzione sullo strumento.
I ritmi principali analizzati sono all'inizio Maqsum, Baladi, Wahda, Masmudi, Fellahi, Malfuf, Ayub e in seguito Dabka, Bamby,Ciftitelli,Samai, Mahagar, Shabi, Zorofat, Mokhamas, Rumba Kaligi, Bamby, Komasi, Dareg ecc.

emanuele le pera inizia la sua carriera di darboukista studiando con il maestro lorenzo gasperoni, perfezionandosi con il maestro egiziano abdallah mohammed e con il maestro palestinese walid hussein.

Suona dal tamburello calabrese, ai gong, al cajon (ritmiche flamenche che accompagnano la danza) oltre alla darabouka, al riqq, al bendir e al duff (o daff), utilizzandoli nelle ritmiche delle varie epoche e zone del mondo arabo.

Dal 2006 porta vanti con il violinista savino pantone e suonatore di oud elias nardi un progetto di composizione e ricerca musicale attraversando il mondo della musica araba, quella classica europea, il jazz.

Collabora con l'esperto di liuto arabo elias nardi col quale ha dato vita anche al "nadir ensemble" (aziz riahi,voce,perc - emanuele le pera,perc. -elias nardi,oud - savino pantone,violino. )


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto