Physical Theatre

Compagnia Opificiotrame dance and physical theatre
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • Durata:
    4 Mesi
Descrizione


Rivolto a: Attori, danzatori, performer, registi, chiunque sia curioso di conoscere ed accrescere la propria capacità di movimento, indagine, espressione.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Niccolò Jommelli 24, 20131, Milano, Italia
Visualizza mappa

Professori

Altri 3 insegnanti a rotazione Altri 3 insegnanti a rotazione
Altri 3 insegnanti a rotazione Altri 3 insegnanti a rotazione
coreografi e danzatori

Cesi Barazzi
Cesi Barazzi
regista attrice

Fondatrice di Personae nel 1984 e di Opus Personae nel 1993.Il suo lavoro inizia con una formazione di attrice e mimo (Diploma Accademia dei Filodrammatici e Diploma Civica Scuola D'Arte Drammatica "Piccolo Teatro della Citta' di Milano" oggi Paolo Grassi).In seguito ha sviluppato un interesse particolare per le tematiche della comunicazione, elaborando un personale approccio al lavoro espressivo/creativo che integra l'espressione corporea al processo comunicativo. Svolge attività di interprete e regista, privilegiando quest'ultima.

Federicapaola Capecchi
Federicapaola Capecchi
coreografa danzatrice

Coreografa e Danzatrice ha debuttato a giugno 2008 all'interno della 6° Biennale Internaz di Danza Contemporanea di Venezia con una creazione originale sul tema “Beauty. Art is beautiful!”, nella piattaforma “giovani coreografi italiani”, progetto Choreographic Collision Part 1 e 2.

Programma

Il physical theatre (teatro fisico o teatro di movimento) è un luogo ideale dove miscelare generi e linguaggi innovativi alla ricerca di significati chiari e al tempo stesso stimolanti, curiosi. Affrontare rischi, anche fisici ed estetici, al fine di abbattere le barriere tra danza, teatro e altri linguaggi, comunicando in maniera chiara e non pretenziosa affinché la danza possa arrivare al maggior numero di perone possibili, sia un’arte accessibile e non più elitaria, metta in scena il quotidiano, tematiche attuali e comprensibili, come i rapporti tra gli uomini e le mutazioni, anche di ruoli e visioni, nella società contemporanea. Corso diretto a scoprire cosa si muove e se la persona è pronta a rispondere. Piuttosto che rimanere o agire rigidamente ancorati ad una specifica tecnica, il lavoro mira a raggiungere una flessibilità del corpo, della voce e della mente. Questo corso propone tre temi principali che si intrecciano nel corso del processo: il corpo in movimento, il carattere e gli strumenti della performance. Fiducia e sentirsi a proprio agio sono motori di ricerca e di creazione. Affinare la percezione del proprio corpo e dell’ambiente in cui agisce come fonte d’ispirazione, svegliare o affinare la capacità di rischio e il piacere della sperimentazione del movimento, usare il corpo pienamente, sono l’obiettivo. L’importante è l’autenticità del movimento, danzato o non, la sua espressione, il suo carattere, tutti strumenti necessari per individuare e sviluppare un proprio vocabolario, linguaggio e un proprio stile. Molte del lavoro ruota attorno alla consapevolezza delle proprie prestazioni/capacità. Le proposte sono costruite anche in modo tale che i partecipanti si esibiscano gli uni per gli altri. Guardare l’altro, lo sviluppo di una sensibilità, l’ascolto per i nostri corpi, sia come esecutore che come un osservatore, sarà fondamentale. Rifletteremo insieme, daremo un feedback per tutto il corso del lavoro. Il corso porta alla creazione di una piccola performance, un “attentato di danza”, che avverà in un luogo di Milano.

L’intero corso coinvolge diverse pratiche e tecniche di formazione nell’ambito di movimento, danza, voce, partnering e il ritmo, ed è adattato di volta in volta per il livello dei partecipanti. Prevede sia teoria che pratica.