Corso Pista

Driving Camp
A Autodromo di Monza

700 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Autodromo di monza
  • 10 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Corso completo che insegna a governare l'auto in tutte le situazioni sia su starde normali che in autostrada, imparando a gestire anche le situazioni di emergenza.
Rivolto a: chi è convinto che non basti un Corso superficiale per imparare a controllare un'auto alle alte velocità.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Autodromo di Monza
Via Vedano, 5, 20052, Monza e Brianza, Italia

Domande più frequenti

· Requisiti

Essere in possesso della patente di guida.

Programma

CORSO PISTA

Pista 1

Si inizia con alcuni esercizi elementari: slalom lento per automatizzare la posizione delle mani sul volante, quindi allineamento di precisione delle ruote. Poi si dà il via agli esercizi "vivaci" sul piazzale bagnato. Approfittando di una gommatura di sezione differenziata ed utilizzando pressioni di gonfiaggio assolutamente improponibili nella guida normale, ha inizio il "movimento". Cominciamo con il sottosterzo, per capire quanto sia importante la direzionalità e quanto sia negativa la deriva. Poi si provoca a bassissima velocità una sbandata di potenza. Dapprima si fa un testacoda completo, poi si impara a controllarlo con l'esercizio del powerslide. Uno degli esercizi fondamentali è lo Skid Car: facciamo il "volo d'Angelo"; in rettilineo, a bassa velocità, abbiamo modo di correggere l'auto mentre percorre un lungo tratto in sbandata pressochè continua. Si fanno frenate d'emergenza per affrontare le situazioni più frequenti: evitare degli ostacoli improvvisi, frenando con e senza l'aiuto dell'ABS, a velocotà varianti da 60 a 100 Kmh. Naturalmente, per complicarvi un po' più le cose, il tutto si fa anche su asfalto bagnato! Riprendiamo il concetto di sottosterzo facendo un lungo "otto" ripetuto: per capire meglio l'importanza di una guida fluida, lo facciamo cronometrato. Poi sfruttiamo quello che abbiamo imparato percorrendo un tornante, ancora sull'asfalto scivoloso sempre alla maniera dei rallysti.

Pista 2

In questo corso si approfondiscono alcuni esercizi del 1° giorno, poi affrontiamo il rompicapo: il "tondo", cioè un giro completo del piazzale scivoloso in continuo controsterzo alla maniera dei rallysti scandinavi. Con il tondo, oltre a divertirsi, si riesce ad esorcizzare una situazione che in strada è molto pericolosa. Si approfondisce ancora la frenata, provando quella "asimmetrica" con le due ruote di destra su superficie scivolosa: anche questa è una situazione molto comune in strada, dove si può trovare della sabbia, foglie o una parte verniciata. Naturalmente si fa anche senza ABS. Continuiamo con le sbandate facendo lo slalom "pendolo", provocando volutamente la sbandata del posteriore.

Esercizi in pista e giri di pista



Ormai siamo pronti per l'asfalto asciutto, ed infatti la pista ci attende. Percorriamo delle curve medio-veloci evidenziando lo spostamento dei carichi longitudinali. Quindi facciamo delle "esse" strette e larghe per capire sempre meglio lo spostamento dei carichi, che questa volta avviene lateralmente. Nel corso da 2 giorni si verifica tutto questo con uno slalom cronometrato: qui le fotocellule non perdonano...Un cardiofrequenzimetro vi registra i battiti cardiaci: non avete idea di quanto salgono! E viene il momento finale, quello dei giri di pista. All'inizio guidano, logicamente, gli Istruttori. Vi illustrano le traiettorie migliori e vi spiegano il perchè di tante piccole cose. Quindi guidano gli allievi e gli Istruttori, con molta fiducia, salgono a fianco. Si familiarizza con le curve ad alta velocità, si impara a cambiare sempre meglio sia in accelerazione che in scalata, si impara a frenare anche fino dentro le curve.

Pista 3



Se volete investire su voi stessi, magari rinunciando ad una vacanza, il Camp di 3 giorni è il massimo. In due giorni nei piazzali si impara tutto il possibile sul controllo della macchina, con il giusto "respiro". In pista si finalizza tutto al meglio. Preparatevi e avvertite gli amici: dopo un Camp di tre giorni non vi riconosceranno più!

Gli esercizi sui piazzali sono gli stessi del Corso Guida Sicura 2, con alcune aggiunte. Dopo aver imparato bene il tondo, passiamo al "Ben Hur", fatto sia con le auto a trazione posteriore che con lo Skid Car, anche cronometrato. Si insiste ancora un po' di più sul tondo e pendolo, per prepararsi ai "trasferimenti di carico" che si proveranno in pista. E poi lo "schiaffo", una manovra come quelle che si vedono nei film d'azione...

Per ciò che riguarda esercizi e giri di pista, oltre a quelli del Pista 2, facciamo frenate in curva e simuliamo anche una frenata d'emergenza ad altissima velocità in autostrada. Per prepararci bene alla pista si impara il "mitico" puntatacco. C'è maggior tempo a disposizione anche per i turni di guida e quindi gli allievi possono gustarsi qualche tornata in più.

Al termine, ci aspetta il podio per premiare i migliori. E, prima di salutarci, un brindisi è d'obbligo...


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto