Prevenzione Cardiovascolare Primaria e Secondaria

Minerva Sapiens S.r.l. CENTRO DI ALTA FORMAZIONE
A Roma

120 
Preferisci chiamare subito il centro?

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 10 ore di lezione
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il Centro di Alta Formazione Minerva Sapiens aggiorna l’offerta formativa e pubblica su emagister.it il Corso di Prevenzione Cardiovascolare primaria e secondaria.
Si tratta di un corso che si svolge in metologia presenziale e ha durata complessiva di 10 ore di lezione. Il corso, ufficialmente riconosciuto, è rivolto a tutte le persone interessate in possesso del diploma di laurea specialistica e rilascia ai partecipanti 12,5 crediti formativi CFU.
Il percorso formativo parte dal presupposto che le malattie cardiovascolari sono al primo posto tra le cause di morte in Italia. Il corso si pone come obiettivo la formazione di specialisti della prevenzione delle malattie cardiovascolari. Tra le le tematiche che verranno trattate durante il corso i partecipanti potranno analizzare gli effetti positivi di sistemi di prevenzione nei vari livelli di assistenza. Gli allievi saranno messi in grado di distinguere tra prevenzione primaria e secondaria e nell’ appropriatezza delle prestazioni. Durante il corso verranno analizzate tematiche chiave della prevenzione come la promozione dell’attività fisica, l’importanza dell’allattamento al seno e di un’alimentazione corretta, la sedentarietà e le patologie correlate. Il programma completo è consultabile nella pagina di emagister.it in basso.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
Piazza dei Navigatori, 8h, 00147, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea specialistica

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Prevenzione cardiovascolare
Rischio cardiovascolare
Malattie cardiovascolari
Alimentazione corretta
Sedentarietà
Uso delle statine
Prevenzione primaria e secondaria
Prevenzione al fumo
Promozione vita attiva
Diabete
Obesità
Cardiopatia ischemica
Spesa farmaceutica

Professori

docenti qualificati del centro docenti qualificati del centro
docenti qualificati del centro docenti qualificati del centro
docenti qualificati del centro CNAPP di Roma.

Programma

PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE PRIMARIA E SECONDARIA - CORSO ECM

CREDITI RICONSOCIUTI: 12,5

Obiettivi

Gruppo 1 - Sistemi di valutazione, verifica e miglioramento degli interventi preventivi diagnostici, clinici e terapeutici e di misurazione dell' efficienza e appropriatezza delle prestazioni nei livelli di assistenza

Acquisire conoscenze teoriche in :
appropriatezza prescrittiva nell'ambito della prevenzione primaria e secondaria del rischio cardiovascolare globale.

Le malattie cardiovascolari sono al primo posto tra le cause di morte in Italia, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi; la cardiopatia ischemica è responsabile del 28% di tutte le morti, e le patologie cerebrovascolari del 13%. Il 23,5% della spesa farmaceutica italiana (pari all'1,34% del Prodotto Interno Lordo) è destinata a farmaci per il sistema cardiovascolare.
Il tabagismo non si può fronteggiare solo con l'intervento sanitario, occorre da parte di tutti uno sforzo per porre rimedio ad una dipendenza che danneggia chi la pone in essere e chi la subisce. È fondamentale rinforzare il coinvolgimento attivo di tutti i soggetti impegnati nella lotta al tabagismo, dai servizi sanitari e sociali alle agenzie educative, al privato sociale. Per dare un segnale forte all'esterno è importante che ogni operatore della sanità e del sociale, dal collaboratore amministrativo dell'URP al Medico di Medicina Generale, si senta coinvolto in prima persona nel far fronte al tabagismo.
L'attività fisica regolare è associata ad una vita più sana e più lunga. Le persone fisicamente attive hanno meno rischi di malattie cardiocircolatorie, alta pressione, diabete, obesità e alcuni tipi di cancro (colon, mammella). L'attività fisica inoltre contribuisce a mantenere ossa, muscoli ed articolazioni in buona salute, e riduce l'ansia e la depressione. L'attività fisica comporta dunque importanti benefici per la salute.
La revisione sistematica della letteratura evidenzia che le statine in prevenzione primaria riducono effettivamente la mortalità per tutte la cause Gli studi di prevenzione secondaria hanno evidenziato che le statine riducono del 25-30% gli eventi coronarici e del 10-15% gli ictus ischemici nell'arco di 5 anni di trattamento.

Programma

I sistemi sanitari si trovano oggi a dover affrontare due problematiche: da una parte il contenimento della spesa sanitaria, dall'altra proseguire un percorso di qualità dell'assistenza al fine di migliorare gli outcome. il progetto proposto prevede di avviare iniziative in ambito di appropriatezza prescrittiva in un rapporto stretto e collaborativo fra ospedale e territorio in termini di continuità assistenziale.
Programma:
Revisione della letteratura
Pianificazione e gestione di un' alimentazione corretta
Allattamento al seno
Fumo di sigaretta
Sedentarietà
Uso delle statine in prevenzione primaria e secondaria
Patologie correlate


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto