Promozione D'impresa

Cesvip Lombardia - Lodi
A Lodi

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Lodi
  • 40 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: Aspiranti imprenditori del settore agroalimentare.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Lodi
via Salvemini 6/a, 26900, Lodi, Italia
Visualizza mappa

Programma

FINALITA’

Obiettivi generali

Gli obiettivi generali dell’iniziativa proposta si possono così sintetizzare:

Ö sviluppare il settore agroalimentare attraverso azioni di sostegno alla creazione d’impresa;

Ö sensibilizzare i giovani alla cultura dell’imprenditorialità;

Ö fornire metodologie e strumenti – tecnici, gestionali e finanziari – per la creazione d’impresa nel settore agroalimentare, con particolare riferimento alla forma cooperativa.

Obiettivi specifici

Sul piano operativo, gli interventi che andremo a descrivere sono finalizzati a fornire agli studenti di Scuola superiore un set di conoscenze e abilità tali da permettere la messa a punto di un’idea

imprenditoriale avvalendosi del modello dell’impresa cooperativa, con particolare riferimento alle sue peculiarità valoriali ed organizzative, e nell’ambito del settore agroalimentare.

Più specificatamente, il percorso prevede l’organizzazione e la gestione delle fasi iniziali di costituzione dell’impresa, lo studio di fattibilità economica e la predisposizione di materiale informativo rispetto al progetto elaborato.

Il progetto di impresa e lo studio di fattibilità saranno comunque funzionali al raggiungimento dell’obiettivo di orientamento/sensibilizzazione dell’intero percorso, teso a mettere gli individui in grado di prendere coscienza delle proprie caratteristiche personali e potenzialità, di svilupparle in funzione della scelta degli studi, di favorire lo sviluppo della società e il rafforzamento della personalità.

L’iniziativa risponde pertanto all’esigenza di sviluppare negli allievi la capacità di elaborare un progetto di lavoro autonomo attraverso un’attività di orientamento alla cultura imprenditoriale, di conoscenza del sistema cooperativo e del settore agroalimentare, di assistenza alla definizione di una impresa cooperativa simulata.

Il percorso proposto intende quindi offrire agli studenti la possibilità di orientarsi e di comprendere se e come avviare un’attività di lavoro imprenditoriale nel settore agroalimentare.

Si propone inoltre informare i partecipanti dei vantaggi ma anche dei vincoli e delle responsabilità che derivano in relazione alle possibili forme di imprenditorialità, consentendo l’acquisizione di conoscenze di base, indispensabili per la definizione/impostazione di un progetto di impresa.

DESTINATARI

Il ciclo di seminari proposto si rivolgerà agli alunni e alle alunne delle ultime due classi (IV° e V° anno) di Scuola Media Superiore.

In particolare, essendo il focus dei seminari sulla creazione d’impresa nel settore agroalimentare, ci si rivolgerà specificatamente agli allievi iscritti agli istituti tecnici agrari del territorio lodigiano.

ARTICOLAZIONE DELLE ATTIVITA’ DA REALIZZARE

Le finalità sopra citate verranno perseguite attraverso la realizzazione di un percorso di 40 ore costituito da azioni di varia natura, l’una propedeutica all’altra, quali:

A. Seminari informativi e di sensibilizzazione

B. Laboratori di gruppo e Simul-Impresa

C. Visite guidate in aziende agroalimentari

D. Convegno finale per la diffusione dei risultati

Di seguito andiamo a descrivere nel dettaglio le varie azioni sopra elencate:

Fase A: Seminari informativi e di sensibilizzazione

La fase iniziale del percorso proposto ha una valenza informativa e di sensibilizzazione al tema della creazione d’impresa nell’ambito del settore agroalimentare. Operativamente, tale finalità verrà perseguita attraverso la realizzazione di un breve ciclo di seminari finalizzati a stimolare gli studenti alla creazione di un’impresa agroalimentare, fornendo al contempo “strumenti di base” adeguati per favorire la nascita dell’idea imprenditoriale (business idea) e il suo sviluppo (business plan).

Verrà inoltre affrontata la tematica della scelta della più opportuna forma imprenditoriale (ragione sociale) soffermandosi in particolare sulla forma propria della cooperativa, alla luce del fatto che si tratta di una delle modalità organizzative più comuni nell’ambito del settore agroalimentare.

I seminari da realizzare in questa prima fase possono essere così sintetizzati:

Seminario n.1: La nascita dell’idea d’impresa

Obiettivo

Far prendere consapevolezza ai partecipanti della necessità di porre basi solide alla propria idea imprenditoriale, ragionando sugli aspetti fondamentali che possono costituire le fondamenta del progetto di impresa.

Contenuti di massima

ü l’idea di impresa: perché quell’idea? quali basi la sostanziano?

ü quali competenze pregresse

ü la motivazione e le aspettative

ü lavoro di gruppo sull’idea imprenditoriale e sulle sue finalità

Seminario n.2: Il Business Plan

Obiettivo

Trasferire le conoscenze e gli strumenti necessari per la predisposizione di un business plan per l’avvio di un’impresa agroalimentare a partire dalle idee d’impresa proposte dagli aspiranti giovani imprenditori.

Contenuti di massima

ü Idee di impresa: illustrazione e fattibilità

ü Le caratteristiche di un business plan efficace: chiarezza; specificità; credibilità; completezza

ü Gli errori da evitare: ignorare i concorrenti; redigere business plan come se fossero ricerche di mercato; presentare proiezioni finanziarie inverosimili

ü Altri aspetti fondamentali per la scrittura di un business plan

ü Le idee dei partecipanti

Seminario n.3: La forma societaria più opportuna

Obiettivo

Favorire la comprensione circa l’importanza della scelta della forma societaria più adeguata rispetto all’idea di impresa, presentando le diverse tipologie e le loro caratteristiche. La scelta della forma giuridica è infatti elemento essenziale del progetto d’impresa, che va definito attentamente nella fase iniziale dell’attività.

Contenuti di massima

ü Come scegliere la forma giuridica

ü Le principali forme giuridiche d’impresa

ü Gli aspetti da considerare ai fini della scelta

ü Vantaggi e svantaggi di ciascuna di esse

ü Rapporto tra forme societarie e tipologie di rischio/investimenti

ü Impresa individuale e familiare

ü Società di persone e di capitali

ü Società cooperative

Seminario n.4: L’impresa cooperativa

Obiettivo

Sensibilizzare i giovani alla cultura dell’imprenditorialità con particolare riferimento alla creazione di una cooperativa agroalimentare. In questo senso, l’obiettivo specifico del seminario è quello di trasferire conoscenze relative alla forma imprenditoriale propria della “cooperativa”, mostrandone gli aspetti salienti e i vantaggi competitivi rispetto ad altre forme societarie.

Contenuti di massima

ü Gli otto principi fondanti della cooperazione

ü La costituzione di una Società Cooperativa

ü Libri sociali e registri obbligatori

ü La legislazione civilistica: L. 59/92 e L. 49/85 (Legge Marcora)

ü Il Collegio sindacale e il Consiglio di Amministrazione

ü La legislazione regionale

ü Le agevolazioni fiscali in materia di imposte dirette

Seminario n.5: Elementi di organizzazione aziendale

Obiettivo

Sensibilizzare i giovani alla cultura dell’imprenditorialità attraverso la fornitura delle imprescindibili conoscenze di base relativamente all’organizzazione delle imprese: dalla conoscenza dell’organi-gramma alla definizione di ruoli, funzioni e mansioni, prendendo come riferimento il modello organizzativo “tipico” delle imprese agroalimentari.

Contenuti di massima

ü Definizione di organizzazione

ü Tipologie di organizzazione

ü Principali modelli organizzativi

ü Definizione di ruolo organizzativo

ü Definizione di Mission e Vision

ü Struttura e organigramma

ü Modelli organizzativi tipici delle imprese agroalimentari

Fase B: Laboratori di gruppo e Simul-Impresa

Tale fase, da realizzare una volta conclusi i seminari informativi, prevede la costituzione di tre gruppi di lavoro tra gli alunni delle classi coinvolte. I gruppi così formati lavoreranno alla definizione di un proprio progetto di impresa operante nel settore agroalimentare, progetto del quale potranno curare tutti i particolari di realizzazione tecnica.

Gli obiettivi della presente fase saranno dunque:

ü fornire indicazioni operative per la definizione del progetto di impresa cooperativa operante nel settore agroalimentare;

ü favorire l’acquisizione di capacità di progettazione, organizzazione, programmazione e verifica del lavoro e del “Fare Impresa”;

ü valutare la fattibilità del proprio progetto di impresa.

Durante lo svolgimento delle simulazioni i partecipanti di ciascun gruppo verranno chiamati a:

ü compiere valutazioni di opportunità in merito alla business idea prescelta;

ü stabilire mission e vision della futura azienda;

ü elaborare lo statuto;

ü ideare il logo;

ü riunire, svolgere e presiedere l’assemblea dei soci;

ü costituire la cooperativa;

ü eleggere gli organi dirigenti e di controllo;

ü costruire il business plan ed elaborare il budget di fattibilità economica.

Il risultato atteso al termine delle attività laboratoriali (definibili anche come “Simul-Impresa” in quanto ci cercherà di riprodurre/simulare il funzionamento di un’organizzazione tipica di contesti lavorativi aziendali) risiede nell’elaborazione, da parte di ciascun gruppo, di un proprio progetto di impresa comprendente lo studio di fattibilità e il report economico-finanziario.

Fase C: Visite guidate presso cooperative agroalimentari del territorio

Tale fase, da realizzare una volta concluse le attività laboratoriali di gruppo, prevede la realizzazione di due visite presso aziende cooperative operanti all’interno del settore agroalimentare e attive sul territorio lodigiano.

Le visite guidate consentiranno agli studenti di:

ü confrontarsi direttamente con la specifica realtà della cooperazione

ü iniziare a tracciare collegamenti tra lo sviluppo di una cooperativa e la storia della cooperazione

ü conoscere testimoni qualificati che operano nella cooperazione

ü prendere atto della diffusione della cooperazione a livello territoriale e di settori economici

ü confrontare il proprio progetto con i numero di un’azienda reale.

Durante la prima visita, i partecipanti avranno la possibilità di conoscere:

- storia ed evoluzione della cooperativa;

- attività svolte;

- settori di intervento e attuale posizione occupata sul mercato;

- assetto organizzativo;

- meccanismi di partecipazione dei soci ai processi decisionali;

- politiche di sviluppo e prospettive future.

La visita avrà inoltre lo scopo di far comprendere che cosa l’organizzazione cooperativa ha significato in termini di valore aggiunto rispetto alla mission aziendale.

Durante la seconda visita, più funzionale alla completa elaborazione del progetto imprenditoriale, i partecipanti avranno la possibilità di confrontare le rispettive idee con la realtà e i numeri di una impresa operante nello specifico settore agroalimentare.

Fase D: Diffusione dei risultati

La fase conclusiva del percorso prevede l’organizzazione di un momento collettivo (“seminario finale”) volto alla diffusione degli esiti dei percorsi di elaborazione dell’idea progettuale e valutazione della loro fattibilità.

Gli obiettivi da perseguire con quest’ultima fase/azione saranno quelli di:

ü diffondere i risultati e dare visibilità alle attività svolte;

ü presentare su supporto informatico i lavori svolti dai tre gruppi;

ü diffondere gli strumenti e modelli studiati e sperimentati nel progetto;

ü diffondere l’esperienza di integrazione tra i soggetti che hanno collaborato alla realizzazione del progetto.

DURATA

Il ciclo di seminari proposto avrà una durata complessiva di 40 ore.

I DOCENTI E IL PERSONALE

I relatori chiamati ad intervenire nell’ambito dei seminari proposti e le altre figure che interverranno all’interno dei percorsi di gruppo “Simul-Impresa” saranno esperti, testimoni aziendali e consulenti di chiara fama e dalla consolidata esperienza nel settore agroalimentare.

Più specificatamente:

- nell’ambito degli incontri centrati su tematiche tecnico-specialistiche verranno coinvolti esperti individuati in collaborazione col Parco Tecnologico Padano e/o con altri enti (Università, aziende);

- nell’ambito degli incontri centrati sulla creazione ed avvio d’impresa verranno chiamati ad intervenire relatori individuati in collaborazione con Legacoop Agroalimentare e/o messi a disposizione da altri enti specializzati.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto