Prototipazione virtuale

Fondazione Aldini Valeriani
A Bologna
  • Fondazione Aldini Valeriani

600 
+IVA

La Fondazione Aldini Valeriani è composta da uno staff di professionisti con la vocazione di formare persone e aziende per far crescere talenti, aiutandoli a rispondere alle nuove sfide che il presente costringe ad affrontare. Non solo docenti ...

L'OPINIONE DI Equipe Docenti
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Bologna
  • 7 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Emagister.it presenta ai suoi utenti un corso di tecnologia innovativa organizzato dalla Fondazione Aldini Valeriani di Bologna. Il corso riguarda la prototipazione virtuale, utilizzata nei processi di definizione di modelli digitali che sappiano riprodurre i comportamenti di sistemi complessi, come ad esempio quelli contenuti nelle macchine automatiche.

La formazione prevede sette ore di lezione in modalità presenziale, in un unico incontro, presso la sede della Fondazione Aldini Valeriani. Al termine del corso, tenuto da un docente ricercatore del settore, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Il programma del corso intensivo presentato su emagister.it mira a fornire ai partecipanti le tecniche di innovazione della produzione, partendo dagli strumenti per la prototipazione virtuale basati sulla modellazione CAD. Si metteranno a confronto il prototipo reale e quello virtuale, ci saranno simulazioni di macchine e sistemi, esempi di rappresentazione CAD 3D fino al set up di un prototipo virtuale.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Bologna
Via Bassanelli 9/11, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Nel campo delle macchine automatiche il prototipo virtuale è oggetto di test per lo sviluppo e la messa a punto della macchina e del sistema di controllo, con tempi, costi e rischi molto ridotti se confrontati con quelli di un prototipo fisico. Nel corso verranno analizzati i diversi strumenti commerciali utilizzabili per la definizione di un prototipo virtuale. Saranno presentati due diversi approcci alla simulazione: uno relativo alla modellazione di intere macchine automatiche ed uno caratterizzato da un livello di dettaglio maggiore, relativo a singoli gruppi macchina. All’interno del corso verranno sviluppati casi applicativi. É richiesta la conoscenza di software CAD meccanici come Pro-E e SolidWorks.

Opinioni

E

01/06/2014
Il meglio La Fondazione Aldini Valeriani è composta da uno staff di professionisti con la vocazione di formare persone e aziende per far crescere talenti, aiutandoli a rispondere alle nuove sfide che il presente costringe ad affrontare. Non solo docenti, ma anche esperti, specialisti e tecnici formano un’equipe in grado di offrire la formazione che professionisti e manager cercano per continuare a crescere e migliorarsi.

Da migliorare .

Consiglieresti questo corso? Sí.

Cosa impari in questo corso?

Strumenti per prototipazione virtuale
Confronto tra prototipo reale e virtuale
Simulazione di macchine e sistemi
Simulazione hardware in the loop
Modelli real time
Modelli virtual time
Rappresentazione CAD 3D realistica
Modellazione CAD
Tecniche di debug dei controller
Tecniche di verifica operazioni
Set up prototipo virtuale
Tecniche di innovazione della produzione

Professori

Docenti, Consulenti, Tecnici
Docenti, Consulenti, Tecnici
e Esperti del mondo del lavoro

Programma

Prototipazione virtuale
  • Analisi degli obiettivi
  • Prototipo reale e virtuale a confronto
  • Panoramica sui principali approcci alla simulazione di componenti, macchine e sistemi
  • Simulazioni Hardware In the Loop, Model In the Loop e Software In the Loop
  • Modelli Real Time o Virtual Time
  • Strumenti per la prototipazione virtuale

Interfaccia con i processi aziendali
  • Rappresentazione CAD 3D realistica
  • Modellazione dei comportamenti
  • Simulazione di prodotto e processo
  • Comportamenti integrati con logiche di controllo
  • Test a diversi livelli di dettaglio
  • Debug del controller mediante test Hardware In the Loop
  • Verifica delle operazioni del sistema
  • Interattività con il modello

Caso applicativo
  • Case study
  • Set up di un prototipo virtuale
  • Risultati del case study e di esperienze pregresse