Psicologia

Università degli Studi di Trento
A Trento

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Trento
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Trento
via Belenzani, 12 I, 38100, Trento, Italia
Visualizza mappa

Programma

Il Corso di Laurea magistrale in Psicologia appartiene alla classe LM-51 – Psicologia.

La struttura didattica responsabile del corso di studio è la Facoltà di Scienze Cognitive.

La laurea magistrale si articola in due percorsi finalizzati all’acquisizione di competenze di base e specialistiche nell’ambito della psicologia del lavoro e delle organizzazioni (percorso Gestione e Formazione delle Risorse Umane) e nell’ambito della neuropsicologia e della riabilitazione (percorso Neuroscienze).

Il percorso Gestione e Formazione delle Risorse Umane mira alla formazione della figura professionale di un laureato con competenze proprie dello psicologo del lavoro, dell’organizzazione e delle risorse umane, nei suoi aspetti progettuali, di intervento e consulenza psicosociale a individui, gruppi, organizzazioni e istituzioni. La figura dello psicologo del lavoro e delle organizzazioni troverà realizzazione in tre principali ambiti della vita delle organizzazioni complesse private e pubbliche e nelle agenzie di settore: a) la gestione delle risorse umane (reclutamento, selezione, progettazione delle carriere e counseling; ecc.); b) la formazione degli individui nei diversi ambiti lavorativi delle aziende, istituzioni pubbliche e private sia nella fase di ingresso che in itinere; c) la diagnosi e l’intervento organizzativo (gestione dei gruppi di lavoro; facilitazione del cambiamento organizzativo; consulenza organizzativa).

Il percorso Neuroscienze ha come scopo principale la formazione di laureati che conoscano gli aspetti funzionali e neurali dei processi cognitivi e del comportamento nelle varie età della vita, e che siano anche in grado di interpretare, diagnosticare e indirizzare al trattamento riabilitativo persone in cui tali processi siano alterati nel corso di uno sviluppo atipico o a causa di una lesione cerebrale acquisita.

In particolare, i laureati devono possedere un’adeguata conoscenza dell’organizzazione funzionale e dei correlati neurali dei processi cognitivi, delle fasi di sviluppo, acquisizione e involuzione, e dei disturbi conseguenti a danno neurologico focale o diffuso. Ai fini indicati, il percorso formativo comprende l’acquisizione di conoscenze specialistiche sui processi linguistici e cognitivi e del comportamento, sul loro sviluppo e involuzione in condizioni normali e patologiche, sui loro correlati neurali, sugli strumenti necessari alla valutazione di tali processi, e sulle principali metodologie riabilitative usate per il loro recupero funzionale. Tali conoscenze dovranno essere sufficienti ad acquisire sia la formazione necessaria per l’accesso a studi avanzati sugli stessi argomenti, sia le conoscenze necessarie a intraprendere un’attività professionale nell’area della neuropsicologia clinica.

Il percorso Gestione e Formazione delle Risorse Umane prepara un laureato magistrale in Psicologia in grado di inserirsi in differenti contesti operativi connessi con il mondo della produzione di beni e di servizi (compresi Asl, ospedali, istituzioni scolastiche), con le amministrazioni pubbliche e le istituzioni, con le agenzie di consulenza per la gestione delle risorse umane, le agenzie che progettano e gestiscono direttamente le attività formative con una propensione allo svolgimento di interventi di formazione a distanza.

Il percorso Neuroscienze prepara un laureato magistrale in Psicologia caratterizzato da una elevata specializzazione e dalla capacità di operare in completa autonomia professionale sulla base di conoscenze specifiche nell’ambito della rieducazione dei disturbi cognitivi, svolgendo la propria attività in 2 principali ambiti operativi: la ricerca in neuroscienze (laboratori di ricerca, IRCCS) e l’intervento nella diagnosi e nella riabilitazione dei disturbi neuropsicologici (ASL, Ospedali, centri di cura).

Assieme al tirocinio professionalizzante della durata di un anno, la laurea magistrale in Psicologia è uno dei requisiti necessari per l’ammissione all’esame di Stato per l’iscrizione all’albo degli Psicologi (sezione A).

Art. 3 - Requisiti per l’ammissionePer iscriversi al corso di laurea magistrale in Psicologia è necessario aver acquisito, nel percorso di primo livello, competenze di natura psicologica certificate dal possesso di almeno 88 CFU distribuiti in almeno 5 settori della psicologia (ssd M-PSI/01-08), incluse attività formative di laboratorio, esercitazione, tirocinio e prova finale fino ad un massimo di 6 CFU. La verifica dell’adeguatezza della personale preparazione sarà effettuata da una apposita commissione composta da tre membri nominati dal Consiglio di Facoltà e incaricata di analizzare il curriculum studiorum dei candidati, anche tenendo in considerazione le valutazioni conseguite.

E’ inoltre richiesta la conoscenza della lingua inglese, certificata da un esame universitario di almeno 4 CFU o da una certificazione di conoscenza di livello pre-intermedio. In alternativa, la conoscenza sarà verificata attraverso un test o un colloquio.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto