Psicologia - la Casa Famiglia per Adolescenti a Rischio

Obiettivo Psicologia Srl
A Roma

445 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 40 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Si intendono offrire una serie di strumenti operativi necessari per poter progettare, realizzare e gestire una casa famiglia per adolescenti a rischio di disagio psicosociale. L’obiettivo primario è quello di fornire conoscenze e competenze riguardanti questo specifico ambito di intervento affinché i professionisti del sociale possano dar vita ad iniziative complesse quali l’avviamento di un serv.
Rivolto a:. laureandi e laureati in psicologia, scienze della formazione, scienze dell’educazione. psicologi. educatori. assistenti sociali.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Castel Colonna 34, 00179, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Non vi sono prerequisiti specifici per la partecipazione a questo corso

Programma

La legge 149/2001 (modifica della disciplina dell’adozione e dell’affidamento) sancisce il diritto di ciascun minore a crescere in una famiglia.

In tal senso la legge promuove una serie di iniziative a favore della famiglia tese ad assicurare la possibilità per ogni nucleo familiare di progettare e gestire il proprio benessere.

Qualora la famiglia di origine non sia in grado di assicurare al bambino o all’adolescente un clima affettivo idoneo a un’equilibrata crescita psicofisica, egli potrà essere affidato temporaneamente ad una famiglia affidataria la quale avrà il compito di garantire al giovane tutti i suoi diritti, compreso quello di mantenere i rapporti con la sua famiglia di origine.

Ove non sia possibile per il minore crescere in una famiglia, quella d’origine o quella affidataria, egli dovrà essere affidato a una comunità di tipo familiare «caratterizzata da organizzazione e da rapporti interpersonali analoghi a quelli di una famiglia» (articolo 2).

La legge 149/2001 prevede inoltre la chiusura entro il 31 dicembre 2006 degli istituti per i minori.

L’imminente chiusura degli istituti o la riconversione degli stessi in comunità educative di tipo familiare rende urgente la realizzazione di strutture idonee in grado di accogliere l’utenza in cerca di nuova collocazione.

Finalità

Attraverso la trattazione dei temi qui di seguito esposti, si intendono offrire una serie di strumenti operativi necessari per poter progettare, realizzare e gestire una casa famiglia per adolescenti a rischio di disagio psicosociale.

L’obiettivo primario è quello di fornire conoscenze e competenze riguardanti questo specifico ambito di intervento affinché i professionisti del sociale possano dar vita ad iniziative complesse quali l’avviamento di un servizio.

Destinatari

• laureandi e laureati in psicologia, scienze della formazione, scienze dell’educazione

• psicologi

• educatori

• assistenti sociali

Docenti

ANNALISA GONIZZI, Assistente Sociale dal 1996. Si è laureata in Scienze della Formazione nel 2000 e dallo stesso anno ricopre l’incarico di ruolo presso il Municipio 18 del Comune di Roma. Dal 1996 ad oggi si è specializzata in ambito minorile. Dal 2004 responsabile dell’integrazione socio-sanitaria dell’area minorile e del G.I.

FRANCESCA TRANIELLO, Psicologa dell’età evolutiva, psicoterapeuta sistemica – relazionale, in formazione presso il “Centro Studi Random”. Opera nel mondo del sociale dal 1999 in differenti ambiti di intervento; ha svolto la funzione di Coordinatrice presso la Casa Famiglia “Sesamo”. Attualmente svolge l’attività di libera professionista a Roma e Pistoia.

Metodologia

La metodologia proposta prevede approfondimenti teorici accompagnati da momenti di esercitazioni pratiche.

Ampio spazio verrà rivolto all’ analisi dei casi attraverso la lettura di decreti del tribunale, relazioni dei servizi sociali e degli operatori della casa famiglia, testimonianze di ex-utenti.

Sono inoltre previsti momenti di brainstorming, simulate, role playing.

Luogo

Il corso si tiene presso la sede di Obiettivo Psicologia s.r.l., in via Castel Colonna 34 Sc. B, Int.2, Roma (300m dalla Metro Colli Albani).


Programma


Prima giornata

La casa famiglia per adolescenti a rischio: nascita ed evoluzione

La comunità educativa e la legislazione di riferimento

Finalità e obiettivi di una casa famiglia

Utenza: quale target? 1. La fascia d’età: il perché e le ricadute operative 2. Maschi, femmine o miste? 3. Tipologia di problematica presentata dal minore e dalla sua famiglia

Orientamenti teorici e modelli di riferimento

Molteplicità di interventi: metodologie e strategie

Gli strumenti operativi


Seconda giornata

La ricerca della struttura: caratteristiche strutturali e ambientali

Le autorizzazioni necessarie

La ricerca di finanziamenti

Il progetto educativo globale 1. il regolamento interno 2. le attività strutturate 3. accudimento, cura e autonomia: una difficile conciliazione


Terza giornata

Professionisti che operano nella casa famiglia

Selezione del personale

Gestione dell’equipe: ruoli e funzioni del personale.

La formazione

La supervisione

Quali motivazioni?

Lavorare nel gruppo

Le difficoltà dell’operatore: ipercoinvolgimento, burn out, la gestione del conflitto


Quarta giornata

La casa famiglia per minori: un servizio tra i servizi. Il Servizio Sociale Municipale; il Servizio Materno Infantile; Il Ministero di Grazia e Giustizia; gli Organi Giudiziari di tutela dei minori.

Rapporti con i servizi invianti. Competenze e procedure.

Le risorse formali e informali: l’importanza della rete 1. il senso della rete 2. come costruire la rete 3. le difficoltà del lavoro in rete


Quinta giornata

Il minore e il progetto educativo individuale. Come, quando e cosa progettare

Il minore e il servizio inviante

Il minore e la famiglia di origine

Il minore e il gruppo dei pari

Procedure di inserimento del minore in casa famiglia

La valutazione dell’inserimento


Sesta giornata

La gestione della quotidianità nella casa famiglia

Il gruppo dei minori

Rapporto tra utenti ed operatori

Il rapporto con la famiglia di origine

La relazione tra gli operatori


Quota di iscrizione


La quota di iscrizione al corso è di 445,00 euro (Iva inclusa).

La quota di iscrizione per i detentori di Liberamente Card è di 415,00 euro (iva inclusa).

Per le iscrizioni entro il 31 agosto 2007 è prevista la promozione estiva, che dà diritto ad uno sconto ulteriore di 50,00 euro, cumulabile con lo sconto Card!

Scopri tutti i vantaggi di Liberamente Card , la prima carta servizi per gli Psicologi!


Modalità e termini d'iscrizione

Per iscriversi è necessario richiedere il modulo di iscrizione , alla Segreteria Organizzativa allegando il curriculum vitae e specificando il titolo del corso.

Numero massimo di partecipanti: 18

Ulteriori informazioni

Stage: Non previsto
Alunni per classe: 18

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto