Psicologia. il Ruolo dello Psicologo per il Risarcimento dei Danni Psichici

Obiettivo Psicologia Srl
A Roma

345 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 28 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso mira a fornire conoscenze e competenze operative nell’ambito della valutazione del danno biologico di natura psichica, sempre più frequentemente richiesto a integrazione della perizia medico-legale a scopo risarcitorio, che consentano di specializzare paradigmi, metodi di ricerca e strumenti operativi, propri della psicologia, rispetto al campo di applicazione della tutela giuridica del d.
Rivolto a: Il corso è rivolto a laureandi e laureati in psicologia che operano o che intendono operare nell’ambito della psicologia forense e che desiderano integrare le proprie conoscenze professionali con l’innovativo strumento della valutazione del danno psichico come prova circostanziata in richieste risarcitorie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Castel Colonna 34, 00179, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessun requisito previsto

Programma

L’importante svolta codificatoria in tema di danno alla persona, con alcune fondamentali pronunce della Cassazione e della Corte Costituzionale, ha originato innovative determinazioni del concetto di danno che arricchiscono l’ordinamento di una concezione “alta” di tutela dei diritti dell’uomo, ponendo finalmente l’accento sull’uomo come valore e portando l’attenzione della giurisprudenza sulla sofferenza che può trasformarsi in cicatrice psicologica e segnare ingiustamente vite umane.

Così, infatti, si è espressa la Consulta che, con la sentenza n. 184 del 14.7.1984 ha riconosciuto il danno biologico come figura risarcitoria, definendolo come “menomazione della persona vista nella somma delle funzioni naturali aventi rilevanza biologica, culturale, sociale ed estetica ”, che ha consistenza anche indipendentemente da altre conseguenze, come ad esempio quelle morali o quelle patrimoniali, prodotte dall’azione lesiva.

Questa definizione contiene in sé la categoria di danno psichico , posto che la sofferenza psichica incide sulla globalità della persona e inficia direttamente gli aspetti biologici, culturali, sociali ed estetici, che diventa, quindi, indispensabile per una definizione di danno biologico.

Come psicologi siamo allora investiti dall’urgenza di individuare dei criteri generali ben circoscritti per poter effettuare delle valutazioni di danno psichico che abbiano la forza di rappresentare una prova circostanziata in sede di richiesta risarcitoria, contribuendo ad affrancare la figura risarcitoria dalla indefinitezza, localizzando il territorio della risarcibilità in conformità a criteri definiti.

Obiettivi Formativi

Il corso mira a fornire conoscenze e competenze operative nell’ambito della valutazione del danno biologico di natura psichica, sempre più frequentemente richiesto a integrazione della perizia medico-legale a scopo risarcitorio, che consentano di specializzare paradigmi, metodi di ricerca e strumenti operativi, propri della psicologia, rispetto al campo di applicazione della tutela giuridica del danno alla persona.

Il corso persegue l'obiettivo principale di offrire ai partecipanti la possibilità, a fine corso, di essere in grado di realizzare una perizia di valutazione per danno psichico.

Destinatari

Il corso è rivolto a laureandi e laureati in psicologia che operano o che intendono operare nell’ambito della psicologia forense e che desiderano integrare le proprie conoscenze professionali con l’innovativo strumento della valutazione del danno psichico come prova circostanziata in richieste risarcitorie .

Metodologia

La metodologia del corso mira a derivare direttamente dalla pratica nozioni teoriche e riferimenti contestuali.

Durante il corso sarà presentata l’analisi approfondita di alcuni casi concreti , esaminando atti giudiziari, documentazione clinica, relazioni e memorie tecniche, per illustrare come nella pratica medico-legale possono essere trattate alcune problematiche distintive dell’accertamento del danno biologico di natura psichica.

Date e Luogo

Il corso si terrà presso la sede di Obiettivo Psicologia s.r.l., in via Castel Colonna n. 34 sc. B int. 2 – Roma (300 m. dalla Metro Colli Albani) nei seguenti giorni:

Programma

Prima giornata - ore 9.00-13.00 14.00-18.00

  • Definizione di danno biologico e danno psichico. Presentazione di un caso concreto per la valutazione del danno biologico psichico.
  • Analisi legale del caso concreto. Ruolo del CTP e del CTU nella valutazione.
  • Verso una definizione del danno biologico: dal dibattito giurisprudenziale alla legge. Aspetti problematici legati alla quantificazione del danno biologico psichico.
  • Differenze tra colloquio clinico e colloquio clinico/legale.
  • Il problema del nesso di causa.
  • Elementi di analisi organizzativa e introduzione al mobbing
  • Principali sentenze sul mobbing: danno esistenziale, danno biologico

    Seconda giornata - ore 9.00-13.00 14.00-18.00

  • Presentazione di un caso concreto: il danno biologico psichico da mobbing.
  • Analisi del processo di valutazione legale sul caso concreto: le fasi operative di studio del caso.
  • Il problema del nesso di causa e le tipologie di comportamenti vessatori nei contesti lavorativi: molestie sessuali, bossing, dequalificazione e demansionamento professionale.
  • Strumenti operativi: scrivere la relazione tecnica finale nel caso di mobbing.

    Terza giornata - ore 9.00-13.00 14.00-18.00



  • Il colloquio ai fini della valutazione del danno biologico psichico.
  • Scrivere la relazione tecnica finale: anamnesi, diagnosi, quantificazione del danno.
  • Esercitazione pratica: scrivere la relazione tecnica finale relativa al caso concreto presentato.

    Quarta giornata - ore 9.30-13.30


  • La tutela INAIL nell'infortunistica del lavoro.
  • La valutazione del danno biologico psichico in infortunistica del lavoro e malattie professionali.
  • Analisi della relazione tecnica finale relativa al caso concreto.

    Quota di iscrizione

    La quota di iscrizione al corso è di 345,00 euro . La quota di iscrizione per i detentori di Liberamente Card è di 315,00 euro ed in più prevede, per chi segue il corso da pendolare fuori dalla regione Lazio, un ulteriore sconto del 5% [299,00 euro]

    Scopri tutti i vantaggi di Liberamente Card , la prima carta servizi per gli psicologi!

    Iscrizioni

    Per ulteriori informazioni e per richiedere il modulo di iscrizione, è possibile contattare la Segreteria Organizzativa

    Numero massimo di partecipanti :
    20
  • Ulteriori informazioni

    Stage: Non previsto
    Alunni per classe: 20

    Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto