Corso di gruppo o individuale

Psicoterapia corporea con musica

Equipe Logodinamica

1.400 
IVA inc.
Preferisci chiamare subito il centro?
Chiama subito

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • Durata:
    1 Anno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Equipe Logodinamica pubblica su emagister.it il corso dedicato alla Psicoterapia Corporea con Musica, finalizzato all’utilizzo di tecniche psicosomatiche per ridurre l’ansia e i sintomi somatici. Il corso, svolto in gruppo o individualmente, si rivolge sia a specialisti del settore come medici, psicologi e personale sanitario, sia a tutte le persone interessate ad approfondire le tematiche legate al corpo e all’immaginario. In particolare, il corso si occupa di applicare un Training Autogeno Musicale che si avvale dell’utilizzo di varie musiche volte a sollecitare l’immaginario dell’utente al fine di poter conoscere il proprio corpo quale sorgente di espressione emotiva.

Il corso, dalla durata di circa un anno, si svolge a Milano mediante sedute quindicinali di 3 ore la settimana presso le aule del centro. Nel caso in cui si preferisca un lavoro ad hoc individuale, le sedute saranno di un’ora.

Il programma proposto si sviluppa mediante lezioni didattiche ed elaborazioni psicodinamiche, applicando varie tecniche quali il Training Autogeno di primo e secondo livello (Schultz) con musiche associate, il Flusso Dinamico (respirazione), il rilassamento progressivo di Jacobson e l’R.P.T. attraverso alcune sedute di “immagine guidata”.

Informazione importanti
Quali sono gli obiettivi della formazione?

Il nostro tipo di lavoro corporeo è fonte di creatività, in quanto utilizzando la musica permettiamo l’ evocazione di sogni, simili a quelli notturni, strumento basilare per ampliare l’immaginario di ciascuno di noi.

Lavorando sui contenuti somato-psichici che la musica latente induce, possiamo fornire al paziente nuovi nessi associativi in grado di stimolarlo, rilassarlo, o di ricordinarlo, facendo in modo che possa aderire ai ritmi, o all’espressività della musica.

È la formazione giusta per me?

Un trattamento psicoterapico diretto a chi vuole aderire ad un percorso psicosomatico innovativo, ed altamente creativo, che permette una trasformazione sostanziale dell'Io,

Qual è il processo di iscrizione?

Sarete contattati al più presto possibile. Prima del corso sarà importante avere un primo colloquio gratuito e senza impegni.

Requisiti: Disponibilità a utilizzare il corpo quale veicolo di conoscenza intrapsichica. Capacità di riflessione su se stessi.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Milano
via San Gregorio 49, 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Training autogeno musicale
Tecniche di rilassamento mentale
Gestire attacchi ansia
Gestire attacchi panico
Superare fobia sociale
Psicoterapia Corporea
Musicoterapia
Ridurre ansia
Sintomi somatici
Stimolare l’immaginario
Conoscere il proprio corpo
Training autogeno di primo e secondo livello
Schultz
Flusso Dinamico
Rilassamento progressivo di Jacobson
RPT
Sedute di immagine guidata
Contenuti somato-psichici indotti dalla musica
Ritrovare il Sé-Corporeo

Professori

Enrico Caruso
Enrico Caruso
Psicoterapeuta

Psicologo, psicoterapeuta, psicopedagogista, musicoterapeuta, specializzato in psicoterapia con indirizzo psicosomatico. Ha curato la prefazione e revisione della traduzione italiana del best seller "Il discorso del Re" edito da Tecniche Nuove. Ha colla­borato con la cattedra di Psicologia della Personalità dell’Università Cattolica di Milano, con la scuola di psicoterapia Riza Psicosomatica, e con il Music Therapy Center di Varazze. E’ Segretario della Società Italiana di Analisi Im­magina­tiva. Pubblica articoli su riviste e testi a carattere scientifico. Direttore del centro.

Silvia Dell'Orto
Silvia Dell'Orto
Psicologa, psicoterapeuta e psicosomatista

Ha prestato la propria opera presso centri privati e pub­blici occupandosi dell’ area handicap. Attualmente collabora con i Servizi Sociali del Comune di Milano e col centro Equipe Logodinamica E' membro della Società Italiana di Analisi Im­magina­tiva. Pubblica articoli su riviste e testi a carattere scientifico. Bibliografia • Dell’Orto S., Caruso E.(2003), Winnicott W.D. e la transizionalità negli affetti, nel gioco e negli oggetti. In . (Medical and Surgical Pediatrics) Volume 25, Numero 2, Marzo\Aprile 2003 N.141. Pagg.106\112. (W. D. Winnicott and

Programma

Il programma del corso affronta in dettaglio i seguenti argomenti:


1. Musicoterapia collegata al T.A. di J.H. Scultz: si colloca in una zona "presimbolica", che unisce contenuti corporei e mentali, modificando il tono muscolare e lo stesso sintomo somatico.

2. Il T.A. collegato alla musicoterapia: condiziona la comunicazione, innescando reazioni che liberano mediatori chimici capaci di produrre benessere, grazie a un nuovo “insight” che concerne la comprensione della propria sofferenza che sta alla base del sintomo corporeo.


3. Lavoro sui contenuti somato-psichici indotti dalla musica: si producono nuovi nessi associativi nell'utente, in grado di stimolarlo, di rilassarlo, e di rieducare il corpo nel vivere le emozioni in modo diverso.


4. Aiutare il paziente che non è in grado di essere protagonista delle sue armonie psico-corporee: un “input” ausiliario direttivo gli permetterà di ritrovare il Vero Sé-Corporeo, o il bimbo “nascosto” che cerca di farsi sentire attraverso il corpo.


5. Applicazione delle seguenti tecniche:

  • Training Autogeno di primo e secondo livello (Schultz), con musiche associate.
  • Flusso Dinamico (respirazione)
  • Rilassamento progressivo di Jacobson
  • R.P.T. : alcune sedute di “immagine guidata”

Ulteriori informazioni

La psicoterapia di rilassamento con musica, sfrutta le potenzialità dell’immaginario sollecitate dall’ “ascolto” del corpo e dall’esperienza ipnagogica che stimola la creatività, in quanto “palestra” ove la progettualità viene prefigurata. La musica è uno strumento comunicazionale in grado far evolvere il soggetto sulla base delle leggi naturali, ma anche sulla base delle leggi emotive che regolano il mondo mentale. Il nostro lavoro psicosomatico diventa un arricchimento della consapevolezza fisica del sé corporeo, che agendo in senso psicoterapico, sviluppa interpretazioni che creano “amplificazioni” più profonde rispetto all’interpretazione verbale. Sotto il profilo psicoterapico più direttivo, la musica rilassa, favorendo la regressione a stadi corporei o prenatali, attivando l’ascolto delle percezioni cenestesiche (sollecitate dall’azione della musica sul tono viscerale, muscolare dell’umore), e delle risonanze e dei ritmi vitali, soprattutto del cuore e del respiro, come avviene nel training autogeno. Il lavoro psicoterapico mediato dal corpo, permette di modificare le potenzialità del paziente, agendo sulla sua possibilità di accedere alle risorse dell’Io corporeo e mentale. Il nostro lavoro psicosomatico coinvolge tutto il corpo, controllando ogni coordinazione somatica, ponendola in sintonia con gli altri. Il consistente potere di coinvolgimento razionale ed emotivo della musica, la sua spinta alla partecipazione somatica ed alla forza dell’Io, dipendono dagli effetti psicofisici che la musica possiede costituzionalmente, avendo un potere comunicazionale globale che, radicato nella fisica e nella psicoacustica, si spinge fino alla creatività. Noi usiamo questi effetti comunicazionali della musica per fini riabilitativi, psicoterapici e psicoanalitici, in modo da presentarla come stimolo di attivazione delle funzioni bio-psicologiche fino ad accedere alla prerogativa massima dell’umano: la sua creatività.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto