Qigong/Huagong

Ass. Qigong
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: un’opportunità che ci si presenta per aiutarci ad essere più consapevoli di noi stessi. E’ un modo di e per cambiare, trasformare ciò che ci danneggia in qualcosa che ci nutra per migliorarci, per permetterci di esprimere il meglio di noi, per riuscire ad esternare ciò che già abbiamo dentro ma non riusciamo a manifestare per via dei blocchi, delle ostruzioni, dei vincoli che pensiamo di avere.
Rivolto a: Chi desidera allargare gli orizzonti, la visuale sul mondo, sulla vita, sul futuro ma, soprattutto, sul Presente.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Bramante, 29, 20154, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

Cosa è il Qi Gong?

Siamo creature Viventi, Vive, Vitali? Ma cos’è questa “Vita”? Cosa significa “vivere”, nascere, crescere, maturare, invecchiare, morire. E’ un ciclo che accomuna tutti gli esseri viventi; cambiano i tempi, le modalità, ma il ciclo è lo stesso. Vivere è un continuo cambiare, adattarsi, crescere, evolversi. Cosa permette questo cambiamento? Qual è il “motore”, il propulsore? L’ Energia Vitale. Essa scorre continuamente, inesorabilmente, senza sosta. E’ libera per sua natura. E’ la libertà che ogni essere vivente sogna, desidera, anela; di essere libero come…l’aria (Qi o Chi per i cinesi, Ki per i giapponesi, Prana per gli indiani ). Il controllo della nostra Energia Vitale è lo scopo del Qi Gong.

Il movimento dell’energia si può percepire, ascoltare, favorire, alimentare attraverso l’allenamento (Gong), con tecniche che gli antichi monaci Taoisti hanno studiato e messo a punto anche per noi. E’ un regalo che ci fanno a distanza di millenni.

E’ un’opportunità che ci si presenta per aiutarci ad essere più consapevoli di noi stessi. E’ un modo di e per cambiare, trasformare ciò che ci danneggia in qualcosa che ci nutra per migliorarci, per permetterci di esprimere il meglio di noi, per riuscire ad esternare ciò che già abbiamo dentro ma non riusciamo a manifestare per via dei blocchi, delle ostruzioni, dei vincoli che pensiamo di avere. E’ un modo di aumentare la fiducia in noi stessi, di migliorare l’autostima, di spostare un po’ più in là quei limiti che, a volte, ci sembrano invalicabili. E’ un modo di allargare gli orizzonti, la visuale sul mondo, sulla vita, sul futuro ma, soprattutto, sul Presente.

Qi Gong

Qi = Energia; Gong = padronanza; maestria.

Attraverso questa pratica, con l’allenamento costante, quotidiano, in breve tempo si riesce a percepire la netta sensazione che il Cambiamento è possibile, già dopo 20 giorni di pratica costante.

La malattia è Disequilibrio, disagio, blocco energetico ma, soprattutto, Fissazione mentale e, di conseguenza, fisica, materiale (“la materia è energia” – A. Einstein).

La capacità di Trasformazione, di cui ogni persona è dotata, fa si che sia possibile ritrovare l’ Equilibrio attraverso lo Sblocco, il recupero di quell’ Elasticità che ognuno di noi aveva da bambino, di cui ancora esiste la Memoria profonda. E’ necessario recuperare quell’ equilibrio che ci restituisce l’ Armonia, la Salute.

Il Qi Gong è uno dei pilastri della Medicina Tradizionale Cinese, assieme all’agopuntura, alla moxibustione, al massaggio (Tuina) , alla fitotrapia ed alla dietetica.

Concetti utili per la pratica:

LE 3 REGOLAZIONI: CORPO-MENTE-RESPIRO

CORPO. Un modo straordinario per recuperare il rispetto di noi è la ricerca di una corretta Postura. La posizione del corpo mentre ci muoviamo nel mondo o quando riposiamo è fondamentale per permettere il corretto movimento dell’energia (QI) del Cielo (Yang-qi) e della terra (Yin-qi) all’interno dei canali che percorrono il nostro sistema biologico garantendoci equilibrio psico/fisico, armonia, salute. Un corretto scambio fra il Macrocosmo e il Microcosmo (= insieme delle leggi che regolano il cosmo e l’essere umano, rispettivamente) ci da la possibilità di poterci adattare ad ogni stagione, condizione di vita, situazione, permettendoci di trovare il giusto atteggiamento per affrontare tutto nel migliore dei modi.

MENTE. “Essere ciò che si fa”. Regolare la Mente significa “presenza”, cioè vivere il momento presente; sapere ascoltare, ascoltarsi, per sapere sempre chi siamo, dove siamo e cosa stiamo facendo in ogni momento.

Sentirsi uniti a se stessi. Quando facciamo qualcosa pensando al futuro o al passato, energeticamente ci separiamo da noi e perdiamo, sperperiamo buona parte dell’energia che ci è necessaria per fare quella determinata cosa nel migliore dei modi. Non riuscendo a dare il meglio di noi (e lo percepiamo anche solo a livello inconscio) causiamo un senso di frustrazione che ci danneggia (frustrazione è una parola che toglie energia ai Polmoni).

RESPIRO. Possiamo riuscire a digiunare per molti giorni; a non bere per molto meno, qualche giorno; ma non possiamo nemmeno immaginare di non respirare se non per qualche secondo. Quindi possiamo dedurre che fra queste 3 “cose” vitali il respiro è il più importante.

La nostra vita ha inizio con un vagito e termina con una esalazione, per cui il respiro segna decisamente il nostro destino.

Il RESPIRO è VITA, il controllo del respiro rappresenta, potenzialmente, il CONTROLLO DELLA NOSTRA VITA.

PER INFORMAZIONI CONTATTARE IL CENTRO