R.S.P.P./A.S.P.P.

Scm Servizi S.R.L.
A Lanciano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Lanciano
Descrizione

Obiettivo del corso: Il 14 febbraio è stato pubblicato in G.U. n. 37 il Provvedimento del 26 gennaio 2006 relativo all’Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell' articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.
Rivolto a: Responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione aziendale dai rischi sul lavoro.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Lanciano
Via del Mare 177, 66034, Chieti, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Consultare con il centro.

Programma

PRESENTAZIONE

Il 14 febbraio è stato pubblicato in G.U. n. 37 il Provvedimento del 26 gennaio 2006 relativo all’Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell' articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro. (Atto n. 2407).

Il Provvedimento sancisce l’accordo su durata e contenuti dei percorsi formativi per lo svolgimento della funzione di RSPP e ASPP nella Conferenza Stato-Regioni del 26 gennaio scorso.

Il documento prevede che percorsi formativi siano strutturati in tre moduli: Modulo A, Modulo B e Modulo C.
I Moduli A e B sono comuni ad RSPP e ASPP, mentre il Modulo C è un corso obbligatorio solo per i Responsabili del servizio di prevenzione e protezione, sui temi nuovi introdotti dall'art. 8 bis.
Il Modulo A è comune a tutte attività lavorative, mentre il Modulo B è specifico per "categoria ATECO", sia per gli argomenti trattati che per la durata.

Il Decreto differenzia tra RSPP e ASPP di nuova nomina e RSPP e ASPP con esperienza lavorativa pluriennale. Disciplina inoltre per quanto concerne questi ultimi il riconoscimento dei crediti professionali e formativi pregressi.

Il termine per l’attivazione dei corsi di formazione è di 1 anno a partire dalla data di pubblicazione dell’accordo sulla Gazzetta Ufficiale (14/02/2006).

Corsi quinquennali sono prescritti sia per RSPP che per ASPP al fine di mantenere un aggiornamento professionale relativo al settore produttivo di attività, alle novità normative intervenute, alle innovazioni tecnologiche in materia di misure di prevenzione.

I soggetti formatori possono essere quelli riconosciuti a livello nazionale e quelli accreditati a livello regionale.

CONTENUTI

Il corso “Il nuovo RSPP” è stato progettato in seguito all’accordo sancito il 26/01/2006 dalla Conferenza Stato- Regioni; pertanto, il corso si articola nei tre moduli A, B, C:

Modulo A – Formazione di base (28 ore)

Questo modulo è destinato a RSPP ed ASPP. Al termine di questo modulo i Partecipanti devono conseguire l’idoneità alla prosecuzione del corso, mediante test di accertamento delle conoscenze acquisite. Tale idoneità, una volta acquisita, resta valida per tutti i percorsi formativi successivi e relativi alle diverse specializzazioni. Al termine del modulo base, viene rilasciato un attestato di frequenza che certifica la frequenza al corso (almeno il 90% del monte ore) e l’idoneità, ove riscontrata, a frequentare i moduli di specializzazione.

La frequenza al modulo A vale per qualsiasi macrosettore ATECO e costituisce credito formativo permanente.

Modulo B / AGGIORNAMENTO – Formazione tecnica specifica per il macrosettore ATECO di riferimento (da

12 a 68 ore a seconda del macrosettore)

Questo modulo di specializzazione, adeguato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, è obbligatorio per RSPP e ASPP.

L’esito positivo delle verifiche, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore consente il rilascio dell’attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento.

L’attestato riporta anche il macrosettore ATECO di riferimento del corso, in quanto è solo all’interno del macrosettore interessato che la persona “qualificata” potrà svolgere le funzioni di RSPP o di ASPP.

La frequenza del modulo B costituisce credito formativo con fruibilità quinquennale anche per l’eventuale nomina a RSPP o ASPP in altra azienda dello stesso macrosettore; inoltre, c’è l’obbligo di aggiornamento nell’arco dei 5 anni successivi a quello della “qualifica”.

Modulo C – Formazione di specializzazione – Solo per RSPP (24 ore)

Riguarda la formazione su prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico-amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali in attuazione dell’art. 8 bis, comma 4 del D.Lgs. 626/94.

La valutazione dell’apprendimento si articola in verifiche intermedie e verifica finale, intese a valutare la consapevolezza del ruolo di RSPP (es. simulazioni di riunioni di lavoro, discussione di casi) e le competenze organizzative, gestionali e relazionali acquisite.

L’esito positivo della verifica finale unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio dell’attestato di frequenza. La frequenza del modulo C vale per qualsiasi macrosettore e costituisce credito formativo permanente.