Raccontarsi “Brevemente”...

Libera Università Dell' Autobiografia
A Anghiari

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Anghiari
Descrizione

Obiettivo del corso: Accostamento alla poetica del frammento attraverso letture e analisi di opere letterarie. Capire che il frammento è innanzitutto arte del levare. Individuazione di alcune caratteristiche del frammento. Acquisizione di competenze specifiche per la scrittura del frammento in prosa e in poesia. Utilizzazione del frammento per evocare-rievocare attimi, momenti, periodi della vita.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Anghiari
Piazza del Popolo, 5 , 52031, Arezzo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Non è necessario alcun prerequisito

Programma

A. Tamisari - Raccontarsi “brevemente”...
Il frammento nella narrazione autobiografica


25-27 settembre 2009
Seminario a cura di: Alfredo Tamisari con la collaborazione di Ludovica Danieli

La poetica del frammento è una concezione della letteratura che prevede la costruzione di un’opera non tramite un insieme organizzato di eventi e situazioni, ma attraverso un mosaico di brani brevi, di rapide immagini, di microepisodi non necessariamente legati fra loro.
Il frammento può essere un brano in prosa o in versi, dove però il verso è libero e non segue nessuna metrica tradizionale. L’assenza (ovviamente solo apparente) di artifici metrici e retorici conferisce al testo immediatezza e verità.
Il seminario si propone di offrire ai partecipanti l’opportunità di conoscere e di sperimentare la potenzialità di una tipologia di modelli espressivi (sia in prosa che in poesia) in cui la distillazione e la rarefazione della parola esaltano l’intensità e il potere evocativo della comunicazione.
La scelta del frammento come modo di espressione applicato al racconto di sé consente l’evocazione-rievocazione di attimi, momenti e periodi della propria vita attraverso il non detto, il trattenuto, l’allusione, l’incompiutezza-incompletezza. Non si tratta di una scelta rinunciataria, dal momento che il linguaggio si costituisce nel particolare equilibrio tra dire e tacere. Sottrarsi alla totalità dell’espressione significa, inoltre, avere la consapevolezza che non rinunciando a dire molte cose si sarebbe alla fine perfino incapaci di parlare, perchè sarebbe impossibile dire tutto. Potrebbe sembrare un paradosso, ma è semplicemente ciò che succede ai molti che tentano, senza riuscirvi, di scrivere tutta la propria vita.
L’adozione del frammento nella narrazione autobiografica può essere positiva e vantaggiosa per almeno due motivi: allontana i rischi legati all’eccesso di autobiografismo (presunzione, protagonismo, concessione alla nostalgia); genera nel lettore il coinvolgimento emozionale provocato dalla risonanza e dal rispecchiamento.
Il percorso del seminario tenterà anche di dimostrare come il frammento, pur nella sua autonomia, sia estremamente fecondo poiché può fornire la materia prima per sviluppi verso altre forme di narrazione.

Obiettivi:
  • Accostamento alla poetica del frammento attraverso letture e analisi di opere letterarie.
  • Capire che il frammento è innanzitutto arte del levare.
  • Individuazione di alcune caratteristiche del frammento.
  • Acquisizione di competenze specifiche per la scrittura del frammento in prosa e in poesia.
  • Utilizzazione del frammento per evocare-rievocare attimi, momenti, periodi della vita.
Contenuti specifici:
  • Il frammento in prosa: amarcord a partire da una parola (dizionario della memoria); seguendo le stagioni (alla maniera di Mario Rigoni Stern).
  • Il frammento in poesia: i fotogrammi, i francobolli di tempo, gli haiku.
  • La concatenazione di frammenti – quasi un calendario perpetuo della propria vita: fonte di ispirazione e materia per la creazione del racconto breve.
Indicazioni metodologiche:
  • Breve lezione-introduzione e proposta di ipotesi di lavoro.
  • Attività di laboratorio individuale e di gruppo con esercitazioni di scrittura.
  • Restituzione con analisi e discussione dei prodotti elaborati.
  • Selezione finale e redazione di un quaderno antologico.
Destinatari:
Non è necessario alcun prerequisito

Docenti: Alfredo Tamisari - Ludovica Danieli