Recitazione

Teatri Possibili Milano Ass Culturale
A Milano

687 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Per bambini
  • Milano
  • 64 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L' obiettivo principale del corso riguarda la scoperta delle proprie possibilità creative ed espessive a partire, quindi, da un'intenso lavoro su se stessi. Si lavora sullo sviluppo dell’attenzione, sull’educazione al ritmo, sugli esercizi di disinibizione e rilassamento, sul training fisico e vocale, sulla creazione individuale e collettiva, sull’analisi e scomposizione del movimento.
Rivolto a: I nostri corsi di recitazione sono rivolti a tutti coloro che sono intenzionati ad avvicinarsi al teatro per passione o per lavoro; a coloro che hanno bisogno di aprirsi e a quelli che vorranno fare dell'arte della recitazione un mestiere. Non sono previsti limiti d'èta, i nostri piani didattici includono, infatti, corsi per adulti e bambini.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Savona 10, 20144, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

PRIMO ANNO :

Il corso è rivolto a chi intende avvicinarsi al teatro e non ha alcuna esperienza nel campo della recitazione.

Prima parte: elementi base della recitazione
Il corpo: il controllo del proprio corpo, l'espressività fisica, il significato del gesto, il gesto e l'atto.
La voce: esercizi di respirazione, articolazione ed emissione del suono.
La relazione: esercizi sull'ascolto del compagno, sulla fiducia, sul contatto fisico e sulla coralità.
Lo spazio: consapevolezza di sé nello spazio a livello individuale e in relazione al gruppo.

Seconda fase: improvvisazione
In questa fase si utilizzeranno gli strumenti fin qui analizzati spostando l'attenzione sullo spettatore e quindi sulla singolarità del teatro, luogo in cui l'azione assume rilevanza per la presenza di un soggetto che la osserva e per il suo carattere di evento unico e irripetibile.

SECONDO ANNO:

Nel secondo anno l’obiettivo è consolidare il lavoro di gruppo; la capacità di interagire tramite l'ascolto dell'altro; la consapevolezza dello stare e del muoversi in uno spazio teatrale; lo studio del personaggio e del testo teatrale approfonditi da un punto di vista maggiormente tecnico.
Il corso ha come obiettivo quello di approfondire lo studio delle tecniche e regole teatrali attraverso
1) Esercizi di movimento individuali, a coppie o di gruppo:
2) Sensoriali con l'impiego della musica
3) Conoscenza dello spazio scenico, movimento posizionamento, regole sulla prossemica, analisi gestuale, formalizzazione della postura fisica, precisione dello sguardo
4) Esercizi di respirazione
5) Esercizi in cui vengono coinvolti corpo e voce
6) Il saggio di fine anno

Il lavoro di riscaldamento preparatorio all’esecuzione di scene tratte da testi teatrali sarà simile al repertorio del primo anno, con una maggiore consapevolezza dei partecipanti e quindi una qualità tecnica maggiore.

TERZO ANNO

Il terzo anno prevede un intervento didattico e creativo diretto più sul profilo individuale che collettivo. Proseguiranno il riscaldamento, l’improvvisazione, il lavoro di gruppo, ma all’interno del percorso, emergerà il ruolo sostanziale dell’impatto con il testo teatrale, lo stile, il personaggio, insomma la capacita narrativa e interpretativa del singolo allievo. Per questo motivo lo studio del testo teatrale sarà al centro dell’anno scolastico. Il lavoro di gruppo non scomparirà affatto ma si trasformerà in dialogo, in supporto tecnico e in un’alleanza significativa con il lavoro dell’attore solista.

BAMBINIContenuti del corso:
durante gli incontri, i bambini avranno la possibilità di sviluppare diverse capacità in modo semplice e divertente, attraverso attività a carattere ludico. Giocando, impareranno a:
controllare movimenti ed espressioni del corpo,
conoscere lo spazio e il rapporto corpo-spazio,
usare la voce come uno strumento musical-comunicativo,
utilizzare il corpo per esprimersi,
ascoltare e guardare gli altri,
fare alcuni giochi di mimo e sketch clowneschi.PREADOLESCENTI La realizzazione di corsi teatrali è strettamente collegata alla maturazione e la crescita dei ragazzi.
Il lavoro del teatro insegna l’autocontrollo, la disciplina, la percezione di sé e degli altri, la capacità di ascolto, la pazienza, l’autocritica, il “gusto del bello”.
Un percorso teatrale consente:
- di imparare ad utilizzare linguaggi, quali il corpo, la voce, gli oggetti, l’uso dello spazio ecc.
-di socializzare;
-di confrontarsi;
-di superare limiti, timori, inibizioni, paure. Aiuta ad esprimersi, ad acquistare sicurezza.

Il teatro favorendo la capacità di comunicazione e di espressione, facendo leva sulla fantasia e sulla creatività, sull'invenzione e sul gioco, costituisce un campo di possibilità per l'educazione alla promozione dell'uomo perché mette in luce le questioni eterne dell'umanità e al senso e ai valori da attribuire all'esistenza.
In particolare il corso è caratterizzato da un lavoro corale, che permette agli allievi di creare “un gruppo”, dove ciascuno è parte di un tutto: si abbattono le distinzioni tra “protagonisti” e “comprimari”. Ognuno lavora allo stesso livello e con la stessa importanza degli altri.
Il saggio finale è l’obiettivo a cui gli allievi devono puntare e questo scopo chiaro dà loro un maggior senso di responsabilità.
È un lavoro di gruppo in cui, i corpi degli attori, attraverso un uso attento e consapevole dello spazio scenico, diventano mano a mano figure geometriche, elementi scenografici, un’arte di molti, in cui l’energia si trasmette, circola, si condivide; un’arte in cui le voci si intrecciano ed è una collettività ad esprimersi, perché al centro dello spettacolo c’è l’umanità e non il singolo.
Tutto è giocato nel mostrare un gruppo in moto perpetuo in cui ciascuno a turno si fa portatore del racconto.
Si supera l’idea del narratore solitario per “raccontare insieme la stessa storia. Che passa da una bocca all’altra.” Le voci si staccano da sole per poi riassorbirsi nell’insieme; scompaiono, tornano, impongono un colore, fanno insomma ricomparire tutte le virtù del plurale.

Età: dagli 11 ai 13 anni
Con questo stile c’è una “folla sul palcoscenico che condivide un’esperienza collettiva”. Ed è questa esperienza collettiva che ha come risultato il saggio finale.

ADOLESCENTI

Il corso, rivolto a ragazzi in età compresa tra i 14 e i 17 anni, propone un avvicinamento all’evento teatrale in una dimensione al tempo stesso ludica e attenta agli aspetti tecnici.
In questa particolare fase evolutiva, lo strumento teatro può favorire lo sviluppo delle capacità espressive e creative individuali consentendo di finalizzarle ad un lavoro di gruppo.
Il corso infatti prevede una sezione introduttiva dedicata al lavoro sulla formazione del gruppo e sulle sue specifiche dinamiche che porrà le basi per l’attività teatrale vera e propria.
Gli allievi si confronteranno con il lavoro dell’attore attraverso esercizi di espressività vocale e corporea ed esercizi sull’ascolto, sul ritmo e sulla concentrazione, tecniche di improvvisazione e utilizzo dello spazio scenico.
Lo studio di alcuni personaggi teatrali consentirà infine di sviluppare e rafforzare la propria identità nel confronto con l’altro da sé.

Ulteriori informazioni

Stage: alta formazione
Alunni per classe: 20

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto