Responsabilità degli Rspp e Aspp

Informa del Gruppo Epc
A Roma

550 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 8 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: Rspp e Aspp, datori di lavoro. Dirigenti, Tecnici della sicurezza, Medici competenti, Medici del Lavoro, Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, organismi di prevenzioni professionisti e consulenti del lavoro.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
VIA DELL'ACQUA TRAVERSA 187, 00135, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Professori

Antonio Porpora
Antonio Porpora
Avvocato

Dottore di ricerca in Diritto del Lavoro e Relazioni Industriale Università La Sapienza di Roma; Docente Università di Teramo

Programma

Trascorsi oltre quindici anni dall’entrata in vigore del D. Lgs. 626/94 e dalla conseguente introduzione del Servizio di Prevenzione e Protezione e dei suoi componenti, esiste un quadro completo, anche in senso evolutivo, della giurisprudenza in materia di responsabilità degli stessi, sia sotto il profilo penale che civile.

Per lungo tempo dopo l’emanazione del D. Lgs. 626/94 la giurisprudenza non è venuta ad occuparsi della responsabilità del RSPP in quanto tale, limitandola a quei soggetti dotati di specifiche deleghe, che venivano definiti quali “Responsabili della sicurezza” proprio in senso differenziale rispetto ai “Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione”.

Il consolidamento dei requisiti professionali per lo svolgimento dell’incarico, introdotti dal D. Lgs. 195/03 ed integrati dagli Accordi del 2006, hanno incrementato il livello di responsabilità professionale dei componenti del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Dalla seconda metà del 2006, tuttavia, si è assistito alla valorizzazione del ruolo del R.S.P.P. – e degli Addetti al S.P.P. – sotto il profilo della capacità di questi di indurre le determinazioni del Datore di Lavoro; in questa prospettiva le eventuali negligenze del R.S.P.P. hanno dato luogo ad affermazioni giudiziali di responsabilità penale, anche in difetto di specifiche deleghe.

Il Decreto Legislativo 81 del 9 aprile 2008 “Testo Unico di sicurezza”, tra gli altri criteri, ha espressamente statuito la necessità di una ridefinizione di compiti, responsabilità e tutele per il Responsabile e gli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione, mentre l’estensione della responsabilità amministrativa della società (misure sanzionatorie di cui al D. Lgs. 231/01 e misure interdittive di cui alla Legge 123/07) alla materia antinfortunistica ha reso di maggior interesse per l’ente l’adozione di misure di prevenzione e controllo.

E’ stata introdotta una specifica definizione della delega di funzioni che, talvolta, caratterizza in senso aggiuntivo l’attività del RSPP, mentre è stato rafforzato il rapporto di staff tra lo stesso RSPP ed il Datore di Lavoro.

Il corso, attraverso una chiave di lettura del ruolo alla luce degli specifici orientamenti della giurisprudenza, fornisce le indicazioni e gli strumenti più idonei da adottare per interpretare correttamente tale funzione e per la propria tutela.

Attestato

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione dall’Istituto Informa. I Responsabili e gli Addetti SPP riceveranno, inoltre, un attestato di frequenza al Corso di Aggiornamento, con relativa durata, firmato dall’Università degli Studi Roma Tre, valido ai sensi del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato-Regioni del 26 gennaio 2006.


Destinatari

Responsabili e addetti Servizio di Prevenzione e Protezione, datori di lavoro, dirigenti, tecnici della sicurezza, medici competenti, medici del lavoro, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, organismi di prevenzione, professionisti e consulenti del settore.

Metodologie didattiche Consentono di interagire attivamente attraverso la simulazione di situazioni concrete.

Sono costituite da analisi di casi reali ed esercitazioni pratiche. Sono previsti frequenti momenti di verifica dell’efficacia dell’apprendimento e di interazione con i docenti.

Materiale didattico

Ogni partecipante riceverà un ricca documentazione costituita da:

- volume “La normativa essenziale di sicurezza e salute sul luogo di lavoro” di M. Lepore, EPC

- “ABC della sicurezza”, manuale ad uso dei lavoratori, di M. Lepore, EPC

- “ABC dell’informazione antincendio”, manuale ad uso dei lavoratori, di S. Marinelli, EPC

- “ABC del primo soccorso in azienda”, manuale ad uso dei lavoratori, di A. Sacco – M. Ciavarella, EPC

- raccolta inedita di relazioni e presentazioni dei docenti, sia su supporto cartaceo che su pen drive.

Contenuti

  • L’Attuale disciplina in materia di S.P.P.
  • Il D. Lgs. 81/08: gli elementi caratterizzanti in materia di Servizio di Prevenzione e Protezione
  • La scelta e l’organizzazione del S.P.P.
  • La diversa responsabilità in eligendum del Datore di Lavoro: autonomia o subordinazione del S.P.P.
  • Elementi costitutivi della prestazione professionale del Responsabile S.P.P.
  • Elementi costitutivi della prestazione professionale dell’Addetto S.P.P.
  • Misure interdittive ex lege 123/07
  • Responsabilità amministrativa delle società ex D.Lgs. 231/01 in ipotesi di delitto ascrivibile a componenti del S.P.P.
  • Responsabilità civile di R.S.P.P. ed A.S.P.P.
  • Responsabilità penale di R.S.P.P. ed A.S.P.P.
  • Forme di Tutela (modelli gestionali, azioni preventive e di controllo, assicurazioni, etc.)
  • Casi di studio
  • Analisi della più recente giurisprudenza
  • Casi di studio

Relatori Avv. Antonio PORPORA, Dottore di ricerca in Diritto del Lavoro e Relazioni Industriali. Professore a contratto Università di Teramo. Avvocato del Foro di Roma.

Magistrato del Tribunale di Roma, esperto nelle tematiche trattate.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto