Riabilitazione Motoria

Istituto di Scienze Umane
A Roma

690 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Inizio Roma
Durata 6 Giorni
  • Corso
  • Roma
  • Durata:
    6 Giorni
Descrizione


Rivolto a: tutti.

Informazioni importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Lungotevere Portuense 158, Roma, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Roma
Lungotevere Portuense 158, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

La riabilitazione motoria, quale terapia del movimento ha come scopo quello di ristabilire la normale funzionalità muscolare, miofasciale, articolare e di coordinazione del movimento di uno o più arti, del tronco e, di conseguenza, di tutto il corpo. Generalmente consiste inizialmente nell’ effettuare delle affinate tecniche di mobilizzazioni passive e poi attraverso accurate tecniche attive di ripristinare la funzionalità del distretto corporeo interessato. È indispensabile in caso di interventi chirurgici a carattere ortopedico, sia come preparazione ad esso che, in seguito, come riabilitazione. Essa risulta inoltre determinante nel trattamento delle patologie a carattere neuro-motorio.

In aggiunta a quanto detto sopra, la rieducazione motoria segmentaria assume un ruolo sempre più importante in campo preventivo e sportivo. È scientificamente dimostrato che lo stile di vita attuale (sedentarietà, stress, habitat) porta a una perdita di coscienza del proprio corpo (dispercezione corporea) con conseguente perdita di abilità motorie, alterazioni posturali e quindi, in ultima analisi, in base alla psiconeuroendocrinoimmunologia, di salute fisico-psichica.
Un altro aspetto molto importante nel recupero della funzionalità corporea e quindi della riabilitazione motoria è la rieducazione propriocettiva cioè una riprogrammazione neuromotoria ottenuta attraverso specifiche stimolazioni dell'intero sistema neuro-motorio.

In effetti, quando siamo in presenza di un trauma, le lesioni anatomiche interessano anche i recettori sensoriali con conseguente alterazione dei meccanismi propriocettivi ossia della "lettura" dello spazio circostante, da parte dei recettori, e della trasmissione delle informazioni alle strutture nervose centrali; le conseguenze pratiche saranno carenza/distorsione della coscienza della posizione nello spazio delle varie parti del corpo e della loro coordinazione nel movimento.

D'altra parte anche per ottenere la massima efficienza nelle prestazioni sportive e nei gesti quotidiani, è indispensabile un ottimale "controllo" neuro-muscolare-articolare. Rieducare i riflessi propriocettivi risulta fondamentale, oltre che per fini riabilitativi, anche per le performance sportive e come prevenzione in generale.

Successi del Centro


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto