Riparte il Laboratorio di Teatro

Ex Mattatoio
A Aprilia

30 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Aprilia
  • Durata:
    3 Mesi
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Aprilia
Via Cattaneo, 2, 04011, Latina, Italia
Visualizza mappa

Programma

OFFICINA TEATRO
LABORATORIO TEATRALE - Prima lezione: giovedì 17 settembre h 20.00
Docenti: Raffaele Calabrese, Maria Pia Pagliarecci
Costituzione di un gruppo teatrale e studio per una messa in scena
I partecipanti saranno avviati a un primo approccio alle tecniche teatrali. Si lavorerà sulla formazione di un gruppo coeso e sulla creazione di un clima in cui gli allievi possano sentirsi liberi di mettere alla prova il proprio potenziale espressivo. La lezione sarà vissuta come un luogo di sperimentazione, dove incontrarsi e rappresentarsi in una situazione protetta che si offre al confronto con l’altro.

Questo indirizzo di e-mail è protetto dai bots spam , serve che Javascript sia abilitato per poterlo vedere


Il lavoro sul gruppo (accordo, coordinazione, coralità, recitazione) sarà affiancato dal lavoro sulla messa in scena. Si partirà dalla scelta dell’argomento passando alla ricerca e alla costruzione di un testo che meglio rappresenti “il gruppo”.
LAVORO SUL GRUPPO: lo spazio, l'espressività corporea, la voce, la respirazione, esercizi di rilassamento e concentrazione.
LAVORO SUL TESTO: studio del testo, studio del personaggio, improvvisazioni, costruzione dello spettacolo
Destinazione: tutti, dai 16 ai 60 anni (con o senza alcuna esperienza teatrale)
Periodo: Settembre – dicembre 2009.
Frequenza: settimanale, il giovedì dalle 20.00 alle 22.30 + 2 weekend da 14 ore ciascuno
Durata complessiva: 54 ore
Sede: Ex Stabilimento “Claudia”, Aprilia (LT), Via Pontina Km 46,600
Costo: 30 euro mensili + 50 euro per ciascun weekend di 14 ore

Aperte le iscrizioni al Laboratorio Teatrale dell’Exmattatoio di Aprilia! Giovedì 17 settembre alle ore 20.00 presso lo Stabilimento Ex “Claudia” si svolgerà la prima lezione del corso settembre-dicembre. Obiettivo del Laboratorio è dare forma entro la fine dell’anno ad un’autentica compagnia teatrale residente e realizzare uno spettacolo da promuovere sul territorio.
Lo straordinario successo della rassegna Tam Tam Estate, che nello scorso luglio ha visto alternarsi sul palco artisti quali Antonio Rezza e Ulderico Pesce, ha consacrato l’Exmattatoio come uno degli epicentri della creatività teatrale nella Regione Lazio. Uno spazio vitale, dove la capacità di attrarre artisti di eccellenza si accompagna alle competenze di “fare scuola” e mettere a disposizione degli aspiranti attori le energie per esprimere le proprie energie – emotive, estetiche, corporee, intellettuali. La propria personalità artistica!
Ecco dunque, che dopo una prima fase conclusasi a luglio, riprende il largo questo grande laboratorio culturale dove si incontrano competenze, aspirazioni, professionalità e voglia di creare. Tecnica d’attore, messa in scena, costumistica, scenografia: sono molte le materie che saranno affrontate, allo scopo di creare uno spazio autonomo capace di produrre spettacoli di alto livello. Partecipare è semplice, non occorre possedere già un’ esperienza o preparazione specifica. Ciò che conta è essere pronti a lavorare in un gruppo che chiede solo di mettere in campo, ciascuno, la propria individualità!
L’Associazione Arci La Freccia, che gestisce l’Exmattatoio, ha lavorato duramente per attrarre le risorse e le competenze adeguate a questo progetto, sempre con l’obiettivo di promuovere uno sviluppo del territorio e delle sue potenzialità culturali. In primo luogo conta il sostegno economico, e non solo, della Regione Lazio che ha abbracciato con entusiasmo il progetto proposto dall’Associazione, classificandolo al primo posto del Bando “Officine Culturali” 2008-2009. Il finanziamento regionale è innegabilmente una carta vincente, capace di abbattere i costi della formazione culturale e garantire accessibilità per tutti.
Per mettere a frutto nel modo migliore il sostegno regionale l’Exmattatoio ha deciso di puntare sulla qualità. Per questo ha deciso di affiancare alla propria esperienza di spazio che da anni produce cultura, quella di grandi professionisti esterni all’Associazione. Allo scopo di creare una vera e propria Officina Teatro, ha coinvolto nel progetto professionalità di alto profilo capaci di portare la grande esperienza che solo un percorso artistico può dare.
Al centro di questa organizzazione ci sarà il Laboratorio Teatrale diretto da Raffaele Calabrese e Maria Pia Pagliarecci, che fino a dicembre si impegnerà sulla costituzione di un gruppo teatrale compatto, dotato delle tecniche fondamentali e capace di allestire uno spettacolo. Verso questo spettacolo, vero fulcro dell’Officina Teatro, confluiranno tutte le risorse, con lo scopo non solo di metterlo in scena, ma anche di promuoverlo sul territorio. Si creerà un prodotto concreto come sbocco naturale dell’attività didattica: fare della formazione il contesto della creazione culturale. È questo il concetto dell’Officina.
Ad accompagnare il Laboratorio Teatrale, altri due Laboratori, di 40 ore ciascuno, settoriali e funzionali all’allestimento dello spettacolo: uno di Costumistica, tenuto da Tania Matta, e uno di Scenografia, con la docenza di Marcella Pagano. E ancora, per garantire la possibilità di un approfondimento delle tecniche d’attore, tre seminari sull’Anima (studio del personaggio), la Voce (emissione vocale), il Corpo (espressività corporea). Infine, sulle attività teatrali e in particolare sull’allestimento dello spettacolo potranno confluire anche le risorse provenienti dagli altri settori in cui si dispiega l’eventistica e insieme la formazione nell’Exmattatoio, ovvero la Musica, il Video, le Arti Creative.
Con il progetto dell’Officina Teatro, l’Exmattatoio persegue l’obiettivo di contribuire ancora una volta allo sviluppo di qualità del territorio, con la consapevolezza di poter attrarre l’interesse anche dai territori limitrofi e non solo. Ha quindi un profondo significato socioculturale la scelta di offrire agli artisti e agli appassionati l’occasione per approcciare una professione, per qualificarsi o perfezionare le proprie competenze. L’opportunità di imparare creando cultura, attraverso un percorso dalla formazione teorica fino al lavoro sul campo all’interno di un’autentica Officina dove si realizzano prodotti ed eventi culturali.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto