RSPP/ASPP Modulo B7

Gef Consulting Spa
A Milano

10 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Milano
  • 60 ore di lezione
  • Durata:
    2 Mesi
Descrizione

Corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP, su prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via borromei,9, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Tutti coloro che, in possesso dei requisiti di legge, intendano svolgere i compiti di RSPP. • diploma quinquennale di istruzione secondaria superiore • attestato di frequenza Modulo A di base o esonero per titolo e/o esperienza ai sensi della normativa vigente

Cosa impari in questo corso?

• Aspetti giuridico normativi
Metodologia del corso
L’aggiornamento obbligatori. Obbiettivi della valutazione dei rischi (Art. 28 D. Lgs. 81/08)

Programma

Espletare la formazione obbligatoria per coloro che svolgono il ruolo di RSPP.

Il modulo B7 specializza i Responsabili e gli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione nel settore Ateco di specifica competenza

60 ore

Modulo 1

Presentazione del corso

• Aspetti giuridico normativi, metodologia del corso, l’aggiornamento

obbligatori. Obbiettivi della valutazione dei rischi (Art. 28 D. Lgs.

81/08)

Valutazione dei Rischi

• Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare,

identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima

dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della

probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure

di prevenzione)

• Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti (Artt. 17-18-19)

• Elementi per la costruzione di una matrice

Modulo 2

Analisi dei rischi(parte I)

• Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro

• Ambienti di lavoro (Allegato IV D. Lgs. 81)

• La movimentazione manuale dei carichi (Titolo VI D. Lgs. 81/08)

• Movimentazioni, sollevamento, mezzi di trasporto (Allegato V Parte

II)

• Il rischio infortuni

• Rischio elettrico

• Rischio meccanico

• Rischio di particolari attrezzature

• Rischio cadute dall’alto (Titolo IV Capo II)

Modulo 3

Analisi dei rischi (parte II)

• Il rischio chimico (Titolo IX D. Lgs. 81/08

• Gas, vapori, fumi

• Polveri, nebbie

• Liquidi

• Etichettatura

• Il rischio fisico e biologico (Titolo VIII e D. Lgs. 81/08)

• Rumore

• Vibrazioni

• Microclima

• Illuminazione

• Radiazioni

• Videoterminali

• Il rischio biologico (Titolo X D. Lgs. 81/089)

• Gestione del rischio residuo: DPI Collettivi ed individuali

Modulo 4

Esercitazione

• Applicazione pratica della matrice su un modello predisposto e su

singoli casi aziendali

Modulo 5

Documenti ed emergenze

• Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice

• Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le

conclusioni della valutazione,

• l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il

programma di attuazione di ulteriori

• misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di

sicurezza

• Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza

• Il miglioramento continuo

• Test finale di verifica dell’apprendimento

Modulo 6

Rischio chimico e cancerogeno

• D. Lgs. 81 Titolo IX Capo I

• Definizione di agente chimico e agente chimico pericoloso

• Proprietà chimico-fisiche, chimiche o tossicologiche

• Modalità di utilizzo o presenza sul posto di lavoro

• Classificazione degli agenti chimici pericolosi

• Proprietà pericolose dell’agente: frasi di rischio “R” frasi di

sicurezza “S”

• I gas anestetici: monitoraggio ambientale e biologico

Modulo 3

Analisi dei rischi (parte II)

• Il rischio chimico (Titolo IX D. Lgs. 81/08

• Gas, vapori, fumi

• Polveri, nebbie

• Liquidi

• Etichettatura

• Il rischio fisico e biologico (Titolo VIII e D. Lgs. 81/08)

• Rumore

• Vibrazioni

• Microclima

• Illuminazione

• Radiazioni

• Videoterminali

• Il rischio biologico (Titolo X D. Lgs. 81/089)

• Gestione del rischio residuo: DPI Collettivi ed individuali

Modulo 4

Esercitazione

• Applicazione pratica della matrice su un modello predisposto e su

singoli casi aziendali

Modulo 5

Documenti ed emergenze

• Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice

• Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le

conclusioni della valutazione,

• l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il

programma di attuazione di ulteriori

• misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di

sicurezza

• Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza

• Il miglioramento continuo

• Test finale di verifica dell’apprendimento

Modulo 6

Rischio chimico e cancerogeno

• D. Lgs. 81 Titolo IX Capo I

• Definizione di agente chimico e agente chimico pericoloso

• Proprietà chimico-fisiche, chimiche o tossicologiche

• Modalità di utilizzo o presenza sul posto di lavoro

• Classificazione degli agenti chimici pericolosi

• Proprietà pericolose dell’agente: frasi di rischio “R” frasi di

sicurezza “S”

• I gas anestetici: monitoraggio ambientale e biologico

operatoria

Modulo 11

Esercitazione

• Esercitazione: calcolo indice MAPO per un reparto

Modulo 12

Rischi specifici

• Qualità dell’aria negli ambienti confinati (IAQ)

• Umidità relativa, ventilazione, calore radiante, condizionamento

• Inquinanti dell’aria indoor

• Benessere ambientale dell’individuo

• Uso di attrezzature munite di videoterminale

• Valutazione delle condizioni di alvoro e di rischio

• Organizzazione del lavoro

• Relazione tra lavoro con unità video e vari effetti per la salute

• Organizzazione del lavoro fattori psicologici

• Processi di lavoro usuranti

• Lo stress nelle Helpingprofessions

• La sindrome del Burnout

• Burnout: cause e sintomatologia

• Prevenzione

Modulo 13

Le emergenze

• Piano di emergenza e di evacuazione

• Rischio di incendio e di esplosione

• I sistemi di allarme

• Mezzi di protezione collettiva

• Mezzi di protezione individuale

• Procedura di evacuazione

Modulo 14

Esercitazione

• Planimetrie, fotografia o immagine di un reparto: descrizione delle

operazioni e delle procedure con analisi dei rischi

Modulo 15

Radiazioni

• Esposizione a radiazioni ionizzanti

• Effetti biologici

• Le classi di rischio

• Gestione del rischio e dispositivi di protezione collettivi e

individuali

• Esposizione a radiazioni non ionizzanti e ultrasuoni

• Effetti sulla salute

• Prevenzione e sicurezza


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto