RSPP E ASPP Modulo C

DS Formazione
A Grosseto

350 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazioni importanti

  • Corso
  • Grosseto
  • 24 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Integrazione del percorso formativo degli RSPP, al fine di sviluppare le capacità gestionali e relazionali, anche facendo acquisire elementi di conoscenza su:. sistemi di gestione della sicurezza. organizzazione tecnico-amministrative della prevenzione. dinamiche delle relazioni e della comunicazione. fattori di rischio di natura ergonomica e psico-sociale. progettazione e gestione dei processi formativi aziendali.
Rivolto a: Corso dedicato a RSPP di tutti i macrosettori ATECO. Costituisce corso di specializzazione e credito formativo permanente per lo svolgimento di tale funzione.

Informazioni importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Grosseto
Via Monte Rosa, 138/140, 58100, Grosseto, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Aver frequentato il CORSO PER RSPP ED ASPP “MODULO A”

Programma

U.F. 1

Organizzazione e sistemi di gestione

La valutazione del rischio come: processo di pianificazione della prevenzione; conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l'individuazione e l'analisi dei rischi; elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza presi; Il sistema di gestione della sicurezza: Linee guida UNI-INAIL, integrazione e confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.); Il processo del miglioramento continuo; Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici).

U.F. 2

Il sistema delle relazioni e della comunicazione e i rischi di natura psicosociale

Il sistema delle relazioni: RLS, Medico Competente, lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc.; Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro; Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione; Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica; Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali; Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn-out; Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sull'efficienza organizzativa, sui comportamenti di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute; Strumenti, metodi e misure di prevenzione; Analisi dei bisogni didattici.

U.F. 3

Rischi di natura ergonomica

L'approccio ergonomico nell'impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature; L'approccio ergonomico nell'organizzazione aziendale; L'organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi.

U.F. 4

Ruolo dell'Informazione e Formazione

Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. 626/94 e altre direttive europee); Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro; Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.); Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc); Elementi di progettazione didattica: analisi dei fabbisogni, definizione degli obiettivi didattici, scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi metodologie didattiche, sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda.

Successi del Centro