RSPP Modulo B5 - Macrosettore Chimico

Italia Consulenze & Formazione srl
A Milano
  • Italia Consulenze & Formazione srl

1.950 
+IVA

Nel corso Modulo B che ho frequentato, mi è capitato di partecipare sia a lezioni con tanti compagni di corso, che a lezioni individuali o quasi… devo dire che entrambi le modalità hanno i propri vantaggi, ho approfittato delle idee ed esperienze ...

L'OPINIONE DI Anonimo
Preferisci chiamare subito il centro?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Milano
  • 68 ore di lezione
  • Durata:
    12 Giorni
Descrizione

Il modulo B5 della formazione per responsabile della protezione e prevenzione dei lavoratori in ambito di sicurezza è legata alle attività nel settore chimico. Il centro Italia Consulenze & Formazione srl organizza corsi di preparazione destinati a tutte le persone designate per assolvere il compito di resposabile della sicurezza sul lavoro nell’industria chimica.

Il corso ha una durata di 68 ore e si svolgerà in modalità presenziale. Sono previsti 17 moduli di lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche oltre alla simulazione di verifica finale volta al conseguimento dell’attestato di superamento del corso.

Il programma del corso intende istruire i partecipanti sui rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro nonché dei rischi legati all’ambiente di lavoro. In particolar modo, nel settore chimico, i rischi possono essere di varia natura: si parlerà di rischi chimici, tossicologici, rischi dovuti all’esposizione a radiazioni ionizzanti e rischi derivanti dal maneggiamento di sostanze quali ad esempio, gas anestetici. I corsisti apprenderanno i procedimenti di prevenzione rischi e il protocollo da attivare in caso di emergenze.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Viale Lodovico Scarampo 19, 20148, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Formare un responsabile della Protezione e prevenzione dei lavoratori nell'ambito della sicurezza legata al settore chimico. Il corso ha la durata di 68 ore e prevede approfondimenti sui rischi derivanti dqall'organizzazione del lavoro e a quelli legati a all'ambiente.

· A chi è diretto?

Il corso è diretto a coloro vorranno assolvere i compiti di RSPP/ASPP nel settore chimico ovvero per l'Ateco 5.

· Requisiti

Aver svolto il modulo A per Rspp

· Titolo

RSPP Modulo B5 - Macrosettore Chimico

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il nostro centro di formazione è specializzato nella formazione dell'RSPP. I nostri docenti posseggono tutti i requisiti previsti dalla normativa.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

un nostro esperto in sicurezza contatterà la persona che ha chiesto informazioni e in seguito alla definizione delle esigenze verrà inviata una email con l'offerta fomativa.

Opinioni

A

24/07/2016
Il meglio Nel corso Modulo B che ho frequentato, mi è capitato di partecipare sia a lezioni con tanti compagni di corso, che a lezioni individuali o quasi… devo dire che entrambi le modalità hanno i propri vantaggi, ho approfittato delle idee ed esperienze dei compagni di corso, e ho dovuto tirare fuori il meglio di me, senza poter distrarmi quando ero da solo.

Da migliorare Nulla

Consiglieresti questo corso? Sí.
E

01/02/2016
Il meglio Grazie per l’accoglienza e la professionalità dell’organizzazione e dei vostri docenti. In particola il Formatore che ha tenuto la lezione sul rischio chimico ci ha fornito conoscenze molto aggiornate e le esercitazione effettuate ci hanno fornito competenze tecniche di grande utilità.

Da migliorare .

Consiglieresti questo corso? Sí.
E

05/02/2014
Il meglio Il corso è ben strutturato per l’organizzazione e per i contenuti che rispondono alla normativa vigente e sono somministrati con grande professionalità. I docenti sono sempre disponibili ad affrontare argomenti specifici e ad offrire alla classe la propria esperienza. Anche il rapporto qualità-prezzo è decisamente buono.

Da migliorare ...

Consiglieresti questo corso? Sí.

Cosa impari in questo corso?

Ruolo datore di lavoro
Ruolo di dirigenti e preposti alla sicurezza
Rischi derivanti dall'organizzazione del lavoro
Rischi legati all'ambiente di lavoro
Rischio infortuni
Movimentazione manuale dei carichi
Gestione del rischio residuo
DPI collettivi e individuali
Sicurezza antincendio
Normativa sulla prevenzione incendi
Rischi legati agli incendi
Misure di prevenzione incendi
Procedure in caso di evacuazione
Criteri di sicurezza impianti elettrici
Esposizione a radiazioni ionizzanti
Effetti sulla salute di gas anestetici
Rischi nei laboratori
Rischio Tossicologico
Rischio chimico
Responsabile sicurezza sul lavoro nel settore chimico

Professori

Alessandro Fregni
Alessandro Fregni
Dottore

Sintesi della formazione e delle esperienze lavorative: Laurea in chimica; RSPP, formatore, Auditor di sistemi qualità e ISO 14000, OHSAS 18001. Prevalente ambito di competenza Sicurezza nell'industria chimica e rischio biologico RSPP Moduli A e B; RLS; Lavoratori

Diego Carlo Griffon
Diego Carlo Griffon
Ingegnere

Sintesi della formazione e delle esperienze lavorative: Laurea in Ingegneria Elettrotecnica; RSPP, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Italia Consulenze & Formazione S.r.l.; Docente in materia di sicurezza; antincendio; RSPP. Prevalente ambito di competenza Sicurezza elettrica e dell'industria manifatturiera; RSPP Moduli B; Lavoratori; PESPAV.

Giovanni Brusa
Giovanni Brusa
Ingegnere

Sintesi della formazione e delle esperienze lavorative Laurea Ing. Aeronautica R.S.P.P., Consulenza aziendale; Formazione. Prevalente ambito di competenza : Sistemi di gestione, sicurezza macchine e saldatura RSPP Moduli B e Modulo C

Roberto Gornati
Roberto Gornati
Dott.

Programma

Modulo 1 - Valutazione dei rischi
• Obiettivi della valutazione dei rischi
• Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione)
• Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti
• Elementi per la costruzione di una matrice
• Segnaletica di sicurezza: significato dei colori, misure dei cartelli, tipologia di cartelli

Modulo 2 - Analisi di rischi
• Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro
• Ambienti di lavoro • Microclima • Illuminazione • Videoterminali • Movimentazione manuale dei carichi

Modulo 3 - Analisi dei rischi
•Il rischio fisico e biologico • Rumore • Vibrazioni Il rischio infortuni• Rischio di particolari attrezzature • Rischio cadute dall’alto Il rischio chimico in generale• Gas, vapori, fumi • Polveri, nebbie • Liquidi • Etichettatura

Modulo 4 - Documenti ed emergenze
• Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice • Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione, l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il programma di attuazione di ulteriori misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza • Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza • Il miglioramento continuo Movimentazione manuale dei carichi (MMC) Procedure, modelli e criteri di valutazione del rischio connesso alla MMCModello raccomandato per il calcolo del limite di peso (NIOSH)Indicatori di rischio e azioni conseguenti

Modulo 5 - Le emergenzeLa protezione antincendio
• Misure di protezione passiva• Vie di esodo, compartimentazioni, di stanziamenti• Attrezzature ed impianti di estinzione• Sistemi di allarme• Segnaletica di sicurezza• Impianti elettrici di sicurezza• Illuminazione di sicurezza• Procedure da adottare in caso di evacuazione• Procedure da adottare quando si scopre un incendio• procedure da adottare in caso di allarme• Modalità di evacuazione• Modalità di chiamata dei servizi di soccorso• Collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento• Esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali – operative• Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento• presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute. etc.)Test di verifica dell'apprendimento

Modulo 6 - Gli impianti elettrici
• Cenni di elettrotecnica: legge di Ohm, differenze tra la corrente continua e la corrente alternata, unità di misure, ecc.;• Arco elettrico e suoi effetti;• Effetti sul corpo umano dovuti all’elettricità;• Criteri generali di sicurezza con riguardo alle caratteristiche dei componenti elettrici, cosa è il grado di protezione IPxx, i principali tipi di interruttori;• Come mantenere efficienti e sicuri gli impianti, verifiche elettriche, DM462/01, ecc.;Quali documenti sono necessari a corredo degli impianti elettrici, Dichiarazione di Conformità, quando è necessari il progetto, DM37/08, ecc

Modulo 7 - Rischio chimico
• Classificazione delle materie prime• Sostanze emesse durante le attività lavorative• Rischio chimico – definizioni• Legislazione applicabile• CLP• Classificazione pericoli• Riconoscimento rischi• Concetto di rischio basso ed irrilevante• Metodologia Valutazione Rischio• Verifica di apprendimento

Modulo 8 - MoVaRisch e CLP
• Titolo IX 81/08/ Obblighi del datore di lavoro• Valutazione del rischio chimico• Contenuti della scheda di sicurezza, responsabilità• Lettura ed analisi della scheda di sicurezza• Metodologia di raccolta dati• La valutazione senza misure• Esercitazioni sulla valutazione del rischio chimico

Modulo 9 - Rischio macchine e movimentazione meccanica dei carichiRischio macchine:
• La normativa relativa alle macchine: Direttiva Macchine 2006/42/CE• Definizione di macchina• Requisiti essenziali di sicurezza (RES)• Rischi delle macchine• Protezione dai rischi• Obblighi dei: Datori di Lavoro; Progettisti; Utilizzatori.
Movimentazione meccanica dei carichi – macchine e attrezzature:• Tipologie di mezzi di sollevamento• Obblighi di legge• Mezzi di imbracatura• Procedure di sollevamento• Formazione degli operatori

Modulo 10 - I laboratoriI Laboratori
• la sicurezza in laboratorio e sistemi di controllo• caratteristiche strutturali dei laboratori chimici• impianto di ventilazione e IAQ• gli strumenti di un laboratorio chimico• il laboratorio d’analisi

Modulo 11 - Approfondimenti sul DVR e la gestione della sicurezza• Costruzione di matrici specifiche relative alle fasi lavorative dell’impresa e l’uso di macchinari/attrezzature• Come monitorare, gestire la sicurezza in una realtà lavorativa e il Servizio di Prevenzione e Protezione. Valutare i risultati della misurazione di sicurezza attivate e definire le azioni conseguenti• Valutazione dei rischi per mansione dei Lavoratori• Come avviene l’ispezione dell’ASL, che cosa chiedono gli ispettori durante il sopralluogo

Modulo 12 - Elaborazione del DVR
• Analisi di casi reali, attraverso l’utilizzo di software applicativi.• La redazione del documento• Gli allegati alla valutazione di rischi: la manutenzione e i moduli di gestione del documento• Il programma di miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza• Esercitazione: elaborazione di un DVR, confronto col formatore

Modulo 13 - Rischio tossicologico
• Rischio tossicologico• Valutazione attraverso l’uso dei valori limite occupazionali• Valutazione senza l’ausilio dei valori limite• Valutazione dell’esposizione cutaneaRischio di incendio e/o esplosione• Norme CEI EN 60079-10 (classificazione dei luoghi pericolosi)• Norme CEI 31-35 e CEI 31-35/A (guida alla norma CEI EN 60079-10)Rischio di esplosione• Norme CEI 62-2 prescrizioni specifiche per la presenza di polveri infiammabili e sostanze esplosive)Direttiva 1999/92/CE del 16/12/1999 prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori che possono essere esposti a rischio specifico di atmosfere esplosive

Modulo 14 - Ambienti controllatiAmbienti confinati
• Definizioni e caratteristiche ed esempi di “Spazi Confinati”.• D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (art. 66 – Allegato IV)• Obblighi dei soggetti responsabili• Principali Rischi e Pericoli• Misure di prevenzione e protezione• La gestione delle emergenze negli spazi confinati• Camere iperbariche• Sale operatorie• Aree di produzione• Radon

Modulo 15 - Agenti cancerogeni e mutageni
• Rischio radiazioni non ionizzanti • Agenti cancerogeni e mutageni• Definizione di agente cancerogeno e/o mutageno• Cancerogenesi, mutagenesi• Frasi di rischio R45, R49, R46, H340, H350.• Misure generali di tutela• Registro degli espostiEsposizione a radiazioni non ionizzanti• tipologia di radiazioni• effetti sulla salute prevenzione e sicurezza• valutazione del rischio da radiazioni

Modulo 16 - REACH e SDS
• I soggetti previsti dal regolamento REACH• Sostanza, miscela ed articolo secondo il regolamento REACH• Riconoscimento e classificazione degli articoli, articoli contenenti sostanze, articoli con deliberata cessione di sostanze• Obblighi derivanti dalla propria posizione in ambito REACH• Uso del database ECHA per la ricerca delle informazioni rilevanti• Esenzioni dagli obblighi di registrazione• Gli scenari di esposizione• Obblighi derivanti dall’interazione tra REACH ed il D.Lgs. 81/07

Modulo 17 - La Legge Seveso e i campionamenti
• Disposizioni delle direttive Seveso I, II e III• D.Lgs. 334/99: disposizioni finalizzate a prevenire gli incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose e a limitarne le conseguenze per l’uomo e per l’ambiente• Misura degli agenti chimici: norma UNI EN 689 •Esercitazione finale• Applicazione pratiche della matrice su un modello predisposto e su singoli casi aziendali.• Test di verifica finale dell'apprendimento

Ulteriori informazioni

Tutti i docenti del corso hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro.