RSPP - Modulo "C"

Formall
A Prato

460 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Prato
  • 24 ore di lezione
  • Durata:
    6 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il centro di preparazione professionale Formall amplia la sua offerta didattica su emagister.it presentando il Modulo C per RSPP, un corso che completa la formazione dei Responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione, secondo quanto disposto dal testo unico in materia di Sicurezza sul posto di lavoro.

Il Modulo C avrà una durata complessiva di 26 ore, distribuite in 6 giorni di lezioni frontali svolte presso la sede del centro Formall. Al termine degli incontri formativi, ogni allievo riceverà un attestato di frequenza che dimostrerà la partecipazione al corso, obbligatorio per tutti gli RSPP ai sensi della normativa vigente.

Il programma si aprirà con una sezione dedicata all’organizzazione e ai sistemi di gestione della sicurezza in azienda, con l’obiettivo sviluppare nei corsirsi le competenze adatte alla pianificazione della prevenzione, secondo le linee guida UNI-INAIL. Il percorso proseguirà con una formazione sui rischi di natura psicosociale, focalizzandosi sulle differenze tra stress, mobbing e burnout, e i rischi di natura ergonomica.

Gli allievi, inoltre, verranno formati sulle principali tecniche di comunicazione in azienda e sull’importanza svolta dalla formazione e dall’informazione, nell’ottica della prevenzione dei rischi e della tutela della salute dei lavoratori.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Prato
Via Galcianese n. 93/12, 59100, Prato, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

L' obiettivo del corso è quello di formare i Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione sulla provenienza e protezione , anche di natura ergonomica e psico-sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico- amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e infine di relazioni sindacali

· A chi è diretto?

Il corso è rivolto ai Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) datori di Lavoro

· Requisiti

Corso rivolto a responsabili del servizio di prevenzione e protezione, datori di lavoro che possono svolgere le funzioni del servizio di prevenzione e protezione, consulenti, operatori della prevenzione. Per ricevere la nomina di RSPP bisogna avere un titolo di studio non inferiore al diploma.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Le nostre qualità sono competenza, puntualità e qualità del servizio. Trattiamo il nostro cliente come se fosse il nostro unico cliente. Troverete a vostra disposizione operatori cordiali e preparati che vi daranno tutte le informazioni che vorrete in merito al nostro catalogo formazione.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Dopo aver ricevuto la vostra richiesta d' informazioni il nostro staff provvederà nel minor tempo possibile a contattarvi tramite mail o telefonicamente!

Cosa impari in questo corso?

RSPP
Sicurezza e prevenzione sul posto di lavoro
Pianificazione della prevenzione
Gestione della sicurezza secondo le linee guida UNI-INAIL
Gestione della comunicazione in azienda
Tecniche di comunicazione aziendale
Gestione delle relazioni sindacali
Analisi dei rischi psicosociali
Analisi dei rischi ergonomici
D.Lgs. 81/08
Metodologie di informazione aziendale
Uso degli strumenti di informazione in azienda
Progettazione didattica per la formazione in azienda

Professori

DANIEL GENTILI
DANIEL GENTILI
Diploma di maturità

DOTT. PASQUALE CASALE
DOTT. PASQUALE CASALE
LAUREA IN GIURISPRUDENZA

ING. RICCARDO GANNI
ING. RICCARDO GANNI
LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA

ING. STEFANO RENZI
ING. STEFANO RENZI
LAUREA IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO

ING.IR ANNA SINICO
ING.IR ANNA SINICO
LAUREA IN INGEGNERIA DELL’AMBIENTE E DELLE RISORSE

Programma

Organizzazione e sistemi di gestione

La valutazione del rischio come:
- Processo di pianificazione della prevenzione
- Conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l'individuazione e l'analisi dei rischi
- Elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza presi

Il sistema di gestione della sicurezza:
- Linee guida UNI-INAIL, integrazione e confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.)

Il processo del miglioramento continuo

Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici)

Il sistema delle relazioni e della comunicazione e i rischi di natura psicosociale

Il sistema delle relazioni: RLS, Medico Competente, lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc.

Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro

Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione

Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica

Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali

Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burnout

Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sull'efficienza organizzativa, sui comportamenti di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute

Strumenti, metodi e misure di prevenzione

Analisi dei bisogni didattici

Rischi di natura ergonomica

L'approccio ergonomico nell'impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature

L'approccio ergonomico nell'organizzazione aziendale

L'organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi

Ruolo dell'Informazione e della Formazione

Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. 81/08, S.M.I. e altre direttive europee)

Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro

Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.)

Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc)

Elementi di progettazione didattica:
- Analisi dei fabbisogni
- Definizione degli obiettivi didattici
- Scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi metodologie didattiche
- Sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda

Ulteriori informazioni

Attività formativa riconosciuta ai sensi dell'art. 17 comma 1 lettera b della L.R. 32/2002 e S.M.I. dalle seguenti Province:
- Provincia di Prato con Det. 2246 dell'01/07/2013
- Provincia di Firenze con Atto di Approvazione AD 2347 del 27/06/2013

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto