RSPP Specializzazione (Modulo C)

COMEuro
A Varese

900 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Varese
  • 24 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Scopo del modulo è di sviluppare le capacità gestionali e relazionali dei Responsabili spp e di fare loro acquisire elementi essenziali di conoscenza sui sistemi di gestione della sicurezza, organizzazione tecnica e amministrativa della prevenzione.
Rivolto a: Responsabili del Servizio di prevenzione e protezione attualmente in attività. RSPP di nuova nomina con attestazione di frequenza del Modulo A.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Varese
Via Piave n.19, 21100, Varese, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Ai sensi dell'art. 8 bis citato il Modulo C è obbligatorio per il mantenimento della qualifica di Responsabile SPP.

Programma

Descrivi il più specificatamente possibile il contenuto del corso,includendo il programma. Sono necessari 100

1a giornata ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE

  • La valutazione del rischio come:
  • processo di pianificazione della prevenzione;
  • conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l'individuazione e l'analisi dei rischi;
  • elaborazione di metodi per il controllo dell'efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza presi;
  • Il sistema di gestione della sicurezza: Linee guida UNI-INAIL, integrazione e confronto con norme e standard (OHSAS 18001, ILO, ISO, ecc.)
  • Il processo di miglioramento continuo
  • Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici).

2a giornata IL SISTEMA DELLE RELAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE

  • I rischi di natura psicosociale e le conseguenze per la salute e la sicurezza dei lavoratori:
    • Elementi di comprensione e differenziazione tra stress, mobbing, e burn-out
    • Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sulla efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute.
    • Strumenti, metodi e misure di prevenzione.
  • Il sistema delle relazioni e della comunicazione:
    • Il sistema delle relazioni tra RLS, Medico competente, lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc.
    • Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali
    • Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione
    • Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica
    • Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro.
  • Rischi di natura ergonomica
    • L'approccio ergonomico nell'impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature
    • L'approccio ergonomico nell'organizzazione aziendale
    • L'organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi.

3a giornata RUOLO DELL'INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE

  • Informazione e formazione
    • Differenze tra informazione e formazione: concetti di base
    • Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. 626/94 e altre direttive europee)
    • Le fonti informative su salute e sicurezza sul lavoro
  • Il sistema delle relazioni e della comunicazione:
    • Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.)
    • Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc.)
    • Elementi di progettazione didattica:
      • analisi dei fabbisogni
      • definizione degli obiettivi didattici
      • scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi
      • metodologie didattiche
      • sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda

VERIFICA MODULI A e B - COLLOQUIO FINALE

Al termine del corso saranno effettuati i Test di verifica dei contenuti dei Moduli A e B, per i soggetti esonerati dalla frequenza di entrambi i moduli, come prescritto da
Tab A4 dell'Accordo Stato-Regioni del 26/01/2006 e i Colloqui prescritti
dal punto 2.4.3 dell'Accordo Stato-Regioni del 26/01/2006.

Scopo del modulo è di sviluppare le capacità gestionali e relazionali dei Responsabili spp e di fare loro acquisire elementi essenziali di conoscenza sui sistemi di gestione della sicurezza, organizzazione tecnica e amministrativa della prevenzione, dinamiche delle relazioni e della comunicazione, fattori di rischio psico-sociali ed ergonomici, progettazione e gestione dei processi formativi aziendali.

Il programma del Modulo è conforme a quanto contenuto nell'accordo raggiunto tra il Governo e le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, in attuazione dei commi 2,3 e 5 dell'art. 8 bis del D.Lgs.626/94.

La frequenza al Modulo C vale per qualsiasi macrosettore e costituisce credito formativo permanente.

Destinatari
Responsabili del Servizio di prevenzione e protezione attualmente in attività.
RSPP di nuova nomina con attestazione di frequenza del Modulo A.

Obbligo di frequenza
Ai sensi dell'art. 8 bis citato il Modulo C è obbligatorio per il mantenimento della qualifica di Responsabile SPP.

Verifica dell'apprendimento
In relazione a quanto disposto dal citato accordo è prevista una valutazione dell'apprendimento mediante verifiche intermedie e verifiche finali.
Le verifiche intermedie saranno effettuate per ciascuna materia e comprenderanno prove strutturate mediante test, casi di studio, simulazioni.

La verifica finale sarà invece attuata, come prevede l'accordo citato, mediante un colloquio obbligatorio finalizzato a verificare le competenze organizzative, gestionali e relazionali previste al comma 4 dell'art.8 bis del D.Lgs. 626/94, come integrato dal D.Lgs. 195/03.

Conformemente a quanto prescritto dall'accordo citato in sede di verifica finale del Modulo C, per i soggetti per i quali è previsto l'esonero dalla frequenza dei Moduli A e B, saranno anche verificate le conoscenze nelle materie di detti Moduli mediante la somministrazione di test a risposta multipla chiusa.

Al colloquio finale sanno ammessi coloro che avranno avuto una presenza al corso pari al 90% del monte ore previsto.

La Commissione esaminatrice è composta dal corpo docente supportata da un tutor.
Al termine del Corso redigerà un apposito verbale con riportati l'esito del colloquio e i risultati delle verifiche.

Metodologie didattiche
Gli argomenti saranno trattati mediante metodologie didattiche “attive”, comprendenti coinvolgimento in discussioni, lavori di gruppo, esercitazioni teorico-pratiche, casi di studio, incident, simulazioni.

Attestazione
L'esito positivo del colloquio di verifica finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consentirà il rilascio dell'attestato di frequenza da parte dell'Università degli Studi dell'Insubria, soggetto formatore ai sensi dell'art. 8 bis, comma 3 del D.Lgs.626/94.

Gli attestati sono nominativi.

Durata
24 ore + colloquio finale + test di verifica apprendimento Moduli A e B per i soggetti esonerati dal frequentare il Modulo B.

Relatori
Responsabile scientifico del corso: Dott. Piergiorgio Frasca - Comeuro
Docenti: Università degli Studi dell'Insubria e Comeuro

Posti disponibili

20

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : Quota di Partecipazione Euro 900 + Iva 20% per i soggetti che devono frequentare anche il Modulo B. Euro 960 + Iva 20% per i soggetti con esonero di frequenza dei Moduli A e B e obbligo di verifica di apprendimento per i Moduli A e B La quota comprende: * documentazione didattica * colloquio di verifica finale, gli eventuali test di verifica dell'apprendimento per i Moduli A e B, per i soggetti interessati * attestato di partecipazione rilasciato dall'Università degli Studi dell'Insubria * Colazioni di lavoro e Coffee break. Rinunce e annullamento del corso In caso di eventuali rinunce non pervenute per iscritto entro 10 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso, sarà trattenuto il 50% della quota di iscrizione. In caso di rinunce comunicate dopo tale termine, ma prima dell'inizio del corso sarà trattenuto l'80% della quota di iscrizione. In caso di rinuncia dopo l'inizio del corso o di frequenza allo stesso inferiore al 90% sarà trattenuta l'intera quota di iscrizione. Si ricorda che in caso di assenza superiore al 10% del monte ore previsto, non sarà possibile rilasciare l'attestazione di partecipazione. Comeuro e l'Università degli Studi dell'Insubria si riservano la facoltà di annullare l'iniziativa o di modificare il programma, dandone tempestiva comunicazione, entro 5 giorni lavorativi dalla data di inizio prevista per il corso. In caso di annullamento o cambiamento della data l'iscritto potrà utilizzare la quota per la successiva edizione del corso o richiedere la restituzione della quota versata. E' ammessa la possibilità di sostituzione del partecipante regolarmente iscritto che non possa frequentare per sopravvenuti impedimenti con altra persona, a condizione che la sostituzione venga comunicata prima dell'inizio del corso.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto