Sceneggiatura Cinematografica

Ass Cult Macchina dei Sogni
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 45 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso muovendo dall’analisi delle forme e delle strutture della “storia scritta per il cinema” (Monomito e Paradigma e loro intersezioni) perfeziona gli strumenti tecnici a disposizione dello sceneggiatore. Con proiezioni, laboratori e lettura dei lavori svolti.
Rivolto a: Persone interessate alla scrittura per il cinema che vogliano apprendere le tecniche per comporre una vera sceneggiatura.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Moscova 28, 20100, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Corso scrittura creativa, o capacità provata di scrittura.

Programma

CORSO DI SCENEGGIATURA CINEMATOGRAFICA
Scrivere una sceneggiatura significa scrivere per un mezzo di comunicazione che utilizza immagini in movimento per produrre un significato. Sostanzialmente è un lavoro di carpenteria: deve esserci una buona struttura!
Il corso muovendo dall’analisi delle forme e delle strutture della “storia scritta per il cinema” (Monomito e Paradigma e loro intersezioni), con tutte le possibili variazioni e variabili, fino alla demistificazione di quelle che possono definirsi atipiche, perfeziona gli strumenti tecnici a disposizione dello sceneggiatore. Completa l’approfondimento sulle dinamiche e i dispositivi narrativi finalizzandoli al linguaggio cinematografico. Partendo dalla costruzione del personaggio o da sistemi di personaggi, affronta gli elementi essenziali che compongono la sceneggiatura (beat, scena, sequenza, atto) e le strategie di drammatizzazione (teaser, red herring, time-lock). Debito approfondimento è dato alle regole di impaginazione e stesura. Inoltre, si entra nello specifico del rapporto tra il cinema e la letteratura: l’analisi degli adattamenti di testi letterari al cinema diventa il mezzo per dedurre metodologie di composizione della sceneggiatura, non trascurando tutte le possibili connessioni e tangenze culturali tra i diversi ambiti artistici.
Le fasi laboratoriali, oltre a quelle collettive di analisi - che si alternano alle parti teoriche in aula - utili a verificare l’apprendimento, si concentrano sui progetti individuali che i partecipanti curano durante l’intero corso. Infatti ognuno ha l’opportunità di sviluppare due sceneggiature per cortometraggi: una tratta da un racconto assegnato e una a soggetto originale, che potrenno essere pubblicate nel blog CERINI DA VIAGGIO.
Il corso è corredato da dispense e materiali didattici di supporto.
Docente
Chicca Profumo
Frequenza lunedì 19.30 22.30 per un totale di 45 ore
Periodo 9 febbraio 2009 25 maggio 2009
PROGRAMMA DEL CORSO
1__MONOMITO/PARIDGMA (9 febbraio)
Intersezioni tra morfologia e struttura della storia.
Partitura e distribuzione delle scene sulla curva d'azione drammatica.
Case study: Tutto su mia madre di Pedro Almodovar.
2__VARIAZIONI E VARIABILI DEL MONOMITO (16 febbraio)
Approfondimento delle dodici tappe alla ricerca delle loro matrici mitologiche.
3__PARADIGMA (23 febbraio)
Partitura in tre atti. Struttura dell'atto e il suo design. Evento catalizzatore, plot point, mid point, risoluzione. Pinza.
4__VARIAZIONI DEL PARADIGMA (2 marzo)
Strutture a due, quattro, cinque atti. Struttura del corto metraggio. Strategie della sequenzialità della storia.
Case study: Rapina a mano armata di Stanley Kubrick.
5__SCRIVERE LA SCENEGGIATURA (9 marzo)
Impaginazione della sceneggiatura, le sue regole e perché deve sembrare scritta a macchina. Come risolvere i flashback, le telefonate, i suoni…
6__LABORATORIO DI SCRITTURA (16 marzo)
7__ADATTAMENTO (23 marzo)
Adattamento del testo letterario al cinema. Tecniche, forme e modi.
Case study di analisi.
8__PERSONAGGI (30 marzo)
Mondo e dimensione del protagonista. Gap, tra aspettative e risultati.
Sistemi e costellazioni di personaggi: entità collettiva, entità corale, personaggi multipli.
Personaggi secondari e periferici.
9__SCENA (6 aprile)
Design e armonizzazione. Beat, testo e sottotesto. Ritmo, alternanza e gradazione. Tecniche di informazione, anticipazione, impianto.
10__DIALOGO (20 aprile)
Il conflitto e i suoi livelli: interno, personale e extra-personale.
Funzioni e tecniche del dialogo. L'uso delle metafore. Il non detto.
Analisi di alcuni case study di Voice over: economia e poesia.
11__STRATEGIE DI DRAMMATIZZAZIONE (27 aprile)
Orchestrare il dramma: il diagramma emozionale dello spettatore.
Teaser o hook, agganciare l'interesse. L'azione-pretesto: red herring. Time-lock: un personaggio in lotta contro il tempo.
Suspence e sorpresa.
12__INCIPIT (4 maggio)
Livelli di informazione e requisiti dell' "inizio". Forme del prologo e funzioni.
Punto d'attacco e entrata in scena del protagonista (azione, battuta).
13__FORME DEL PLOT (11 maggio)
Architrama, Minitrama, Antitrama, Non trama e Multitrama. Subplot, forme e modi.
14__Evento speciale con BEBA SLIJEPCEVIC e MASSIMO DONATI (18 maggio)
MESTIERE SCENEGGIATORE: lavoro, arte e l'arte di sopravvivere.
Talento, tecnica ma soprattutto storie sentite. Le regole dell'industria cinematografica: discutibili ma necessarie.
Che cosa si deve sapere dei meccanismi produttivi. Il premio Solinas come funziona e che possibilità apre.
Case study: sceneggiature vendute, realizzate... E nel cassetto.
15__FINALI e FINALE (25 maggio)
Sciogliere i conflitti, fasi di riscrittura e... mettere la parola fine.

Ulteriori informazioni

Stage: no
Alunni per classe: 20

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto