Scienze della Comunicazione e Produzione Multimediale

Napolicollege Performing Arts
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Napoli
Descrizione

Obiettivo del corso: Gli allievi dovranno possedere competenze scientifiche specialistiche, teoriche e tecniche, metodologiche ed operative relative alla comunicazione visiva e allo spettacolo, essendo in grado di applicarle criticamente, anche in prospettiva di genere, nella progettazione e creazione di opere.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
Discesa Coroglio, 9, 80125, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno.

Programma

La nuova mission della Comunicazione:
"Napoli College Multimedia", propone l'Alta Scuola di Innovazione Professionale per la Comunicazione Multimediale.

E' studiato per professionalizzare, integrare e innovare le competenze dei ruoli della comunicazione applicata ai contesti multimediali, soprattutto informativi e di intrattenimento.

Media e Newmedia, Televisione e Radio, Cinema e Teatro, sono gli ambiti toccati dalla didattica specialistica.

Perchè l'alta formazione multimediale?
La multimedialità è relativa alla comunicazione. In Italia il termine si diffonde a cavallo degi anni ottanta-novanta. Deriva dal latino medium, "mezzo", qui inteso come come mezzo di comunicazione e si traduce sinteticamente "con molti mezzi".

Multimedialità, quindi, è la realizzazione di documenti complessi integrando più codici all'interno di un messaggio. La cosa accadeva già nel cinema, tv e stampa, ma con l'esplosione dell'informatica si è concretizzata una convergenza digitale che include tutti i media (cinema e televisione, radio e stampa) e tutti i codici: testi, suoni, immagini, animazioni, filmati. Si è passati cioè dalla multimedialità primaria tradizionale che riguardava più i supporti e i mezzi, alla multimedialità secondaria, relativa alla fruizione dei prodotti - telematica o cd-rom - caratterizzata dall'interattività.

L'impiego di tecnologie multimediali per la comunicazione si è esteso negli ultimi anni a molteplici ambiti applicativi spostando il dibattito dal piano strettamente tecnologico alle conseguenze politiche, economiche, giuridiche e sociali.

Anche perchè puntando sulla multimedialità sono cresciute aziende molto significative che riguardano settori consolidati: dall'editoria alla formazione, dalla televisione alla pubblicità e innumerevoli sono le nuove imprese che hanno centrato sul multimediale la loro mission.

L'eterogeneità delle applicazioni e l'incessante sviluppo tecnologico pongono a queste imprese il problema di dotarsi di professionalità adeguate in grado di gestire sia le potenzialità offerte dalle tecnologie, sia di attuare strategie comunicative adeguate, avendo presenti i problemi economici, giuridici, di impatto sociale e culturale connessi a questo tipo di produzione.

Il Corso specialistico proposto è:
"SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE"

Obiettivi formativi
Gli allievi dovranno possedere competenze scientifiche specialistiche, teoriche e tecniche, metodologiche ed operative relative alla comunicazione visiva e allo spettacolo, essendo in grado di applicarle criticamente, anche in prospettiva di genere, nella progettazione e creazione di opere; avere avanzate abilità nei settori dell'ideazione, della produzione di eventi di spettacolari, nonchè nella gestione di strutture televisive e radiofoniche, teatrali e cinematografiche, televisive; essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza; utilizzando fluentemente in forma scritta e orale almeno la lingua inglese, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Sbocchi professionali

I diplomati potranno operare con funzioni di elevata responsabilità, in settori quali:

- enti pubblici e privati operanti nei campi della comunicazione a stampa, radiotelevisiva e multimediale e dello spettacolo;
- attività di informazione radio-televisiva;
- produzione di programmi per l'industria dell'audiovisivo;
- tecnologie multimediali applicate alla comunicazione visiva;
- attività di storico e critico teatrale e cinematografico;
- gestione di strutture televisive e radiofoniche, teatrali e cinematografiche;
- marketing, promozione e organizzazione di attività e di eventi culturali, pubbliche relazioni.

Le modalità di partecipazione al Corso saranno pubblicate da ottobre.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto