Scienze della Comunicazione - Indirizzo di Psicologia della Comunicazione

Università degli Studi di Milano Bicocca
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Conoscenze dei fondamenti teorici multidisciplinari dei diversi modelli comunicativi.
Rivolto a: Chi desidera svolgere attività professionali nelle organizzazioni pubbliche e private in qualità di addetti stampa, comunicatori pubblici, operatori editoriali, esperti multimediali e della comunicazione, pubblicitari e ruoli affini.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
P.zza dell'Ateneo Nuovo 1, 20126, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola secondaria

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - INDIRIZZO DI PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE

E' istituito il Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione. Il corso afferisce alla Classe delle Lauree in Scienze della Comunicazione (classe n° 14).
Il titolo di studio rilasciato è la Laurea in Scienze della Comunicazione.
Nell' anno accademico 2006/07 sono attivati il I, II e III anno.

Il Corso di laurea ha di norma durata triennale. La laurea si consegue con l’acquisizione di 180 crediti formativi universitari (CFU), di norma ripartiti in tre anni, in ciascuno dei quali è prevista l’acquisizione di 60 CFU.

Il Corso di laurea si articola in due indirizzi:
• indirizzo di Comunicazione interculturale
• indirizzo di Psicologia della comunicazione

Entrambi gli indirizzi consentono l’accesso, senza debiti formativi, a Corsi di Laurea magistrale istituiti dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca. L’indirizzo di Comunicazione interculturale consente l’accesso senza debiti formativi al Corso di Laurea magistrale in “Scienze antropologiche ed etnologiche“ (classe 1/S) istituito dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca; l’indirizzo di Psicologia della Comunicazione consente l’accesso senza debiti formativi al Corso di Laurea magistrale in “Teoria e Tecnologia della Comunicazione” (classe 101/S) e anche (con possibili debiti formativi) ai Corsi di laurea magistrale (della classe 58/S) in Psicologia Clinica e Neuropsicologia e in Psicologia delle Organizzazioni e dei comportamenti di consumo, istituite dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

TITOLO DI STUDIO E AMBITI OCCUPAZIONALI

Gli ambiti occupazionali di riferimento per i laureati in Scienze della comunicazione sono i seguenti:

• addetti stampa, operatori editoriali, esperti di comunicazione anche multimediale, pubblicitari, comunicatori pubblici, addetti ai settori della comunicazione di azienda;
• operatori con competenze specifiche nell’ambito delle nuove tecnologie della comunicazione (da quelle relative alla carta stampata a quelle d’ambito informatico e telematico);
• operatori nel settore della formazione nel mondo del lavoro, con particolare riferimento ai processi comunicativi nelle organizzazioni pubbliche e nelle strutture aziendali;
• operatori in grado di fornire la necessaria mediazione in situazioni comunicative caratterizzate da dinamiche interculturali e interetniche;
• operatori in grado di costruire strumenti di rilevazione efficaci (test, interviste, questionari) e di gestire l’analisi quantitativa e qualitativa di dati rilevanti per i processi di comunicazione nell’impresa e nelle istituzioni pubbliche.

OBIETTIVI

Il Corso di laurea in Scienze della comunicazione ha l’obiettivo di assicurare agli studenti conoscenze generali nell’ambito della comunicazione che consentano loro di svolgere attività professionali nelle organizzazioni pubbliche e private in qualità di addetti stampa, comunicatori pubblici, operatori editoriali, esperti multimediali e della comunicazione, pubblicitari e ruoli affini. Tali obiettivi si conseguono sulla base di solide conoscenze dei fondamenti teorici multidisciplinari dei diversi modelli omunicativi.

Nel quadro di questi obiettivi generali della Classe di laurea in Scienze della comunicazione (Classe 14), si individuano in particolare i seguenti obiettivi specifici:

• inquadrare la comunicazione nell’ambito dei processi cognitivi che ne sono alla base, attraverso lo studio dei diversi aspetti psicologici della comunicazione, sia dal punto di vista teorico che applicativo, fornendo, tra l’altro, competenze relative alle basi neuro-fisiologiche della comunicazione, al suo sviluppo, nonché alle dinamiche psicosociali e economico-giuridiche della organizzazione del lavoro;
• affinare strumenti che consentano di intervenire con competenza nella gestione di situazioni ed eventi connessi con la comunicazione interculturale e multietnica, fornendo il necessario inquadramento teorico di natura antropologico-linguistica, semiologico-letteraria ed ermeneutica-filosofica. All’interno di tale quadro sarà dato particolare spazio alle conoscenze di base di una grande lingua extraeuropea di cultura e delle linee fondanti il quadro storico-culturale in cui essa è diffusa e parlata.

ISRIZIONE E NUMERO PROGRAMMATO

Per l’accesso al Corso di laurea in Scienze della comunicazione è stabilito un numero programmato. Per l’anno accademico 2006/2007 sono disponibili 400 posti, 200 per ciascuno dei due indirizzi, oltre a quattro posti riservati agli studenti cittadini di Stati che non fanno parte dell’Unione Europea, due posti per ciascuno dei due indirizzi. Dei quattro posti suddetti, due sono riservati ai cittadini cinesi.

Per iscriversi al Corso di laurea in Scienze della comunicazione è prevista una prova di ammissione. La partecipazione alla prova di ammissione per il Corso di laurea in Scienze della comunicazione è compatibile con la partecipazione alla prova di ammissione per il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche. All’atto dell’iscrizione alla prova di ammissione per la laurea in Scienze della Comunicazione, lo studente dovrà indicare l’ordine di preferenza degli indirizzi. Qualora non ci siano posti disponibili nel primo indirizzo prescelto, lo studente è inserito nella graduatoria del secondo. La scelta dell’indirizzo è vincolante.

La selezione è basata sull’esito di una prova scritta (consistente nella soluzione di quesiti a risposta multipla volti ad accertare le capacità logiche e numeriche, le competenze linguistiche e la comprensione dei testi) e sul voto di maturità, pesate rispettivamente per l’80% e il 20%. I primi 200 candidati delle graduatorie per indirizzo possono perfezionare la loro iscrizione nei tempi comunicati dalla Segreteria Studenti. Le iscrizioni sono eventualmente riaperte fino al raggiungimento del numero programmato per entrambi gli indirizzi.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto