Scienze della Comunicazione Multimediale

Università degli Studi di Enna Kore
A Enna

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Enna
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Enna
Cittadella univeristaria, 94100, Enna, Italia

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Studi in «Scienze della Comunicazione multimediale» mira a preparare operatori professionalmente qualificati nel campo dell'informazione tramite i mass media. Il Corso propone una formazione adeguata alla gestione delle attività di informazione previste dalla recente legge 150/2000, così come dei mezzi di comunicazione e delle relazioni sociali e istituzionali che ne costituiscono l'imprescindibile contesto.
Tale formazione avviene tramite attività di base, caratterizzanti ed integrative proposte dall'istituzione universitaria, le quali mirano ad offrire un'ampia preparazione, che comprende materie socio-comunicative e mediologiche, linguistiche e semiologiche, storiche e artistiche, informatiche, giuridiche economiche ed altre ancora, assieme alla conoscenza di due lingue straniere.
Tali attività formative vengono integrate sul piano professionale da un tirocinio formativo obbligatorio presso uffici stampa di aziende, istituzioni, strutture della pubblica amministrazione e presso il G-Lab della Facoltà.
Al termine del triennio e avendo conseguito i 180 crediti formativi universitari prescritti dal DM 509/1999, il laureato in «Scienze della Comunicazione multimediale » può accedere senza ulteriori debiti formativi, e previo superamento di una apposita selezione, al corso di laurea in «Giornalismo» della Classe delle Lauree specialistiche 13/S «Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo».
Al termine degli studi i laureati del Corso in "Scienze della Comunicazione Multimediale e Giornalismo" dovranno:
  • possedere le abilità necessarie per svolgere attività d'informazione;
  • possedere competenze di base e abilità specifiche nei mezzi di comunicazione ed essere in grado di svolgere compiti specifici nella gestione di uffici stampa, istituiti sia presso enti della pubblica amministrazione, sia presso altre istituzioni o aziende, e di uffici Portavoce del Sindaco e/o di organo di vertice della pubblica amministrazione;
  • possedere le competenze relative alle nuove tecnologie della comunicazione e dell'informazione, nonché le abilità necessarie allo svolgimento di attività di comunicazione e relazioni pubbliche presso aziende private, enti della pubblica amministrazione e dei beni culturali;
  • essere in grado di utilizzare in forma scritta e orale l'inglese e possedere una competenza passiva in un'altra lingua straniera (a scelta dello studente tra francese, tedesco e spagnolo);
  • possedere le competenze linguistiche e le competenze relazionali, oltre che le abilità e le conoscenze per l'uso efficace della lingua italiana, al fine specifico di poter scambiare informazioni generali e gestire situazioni sociali;
  • possedere abilità di base per la produzione di testi per l'industria culturale.

    Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
    Diploma di scuola media secondaria o titolo equipollente; Cultura generale; conoscenze di base di inglese e informatica

    Caratteristiche della prova finale
    La prova finale, previa acquisizione dei crediti previsti dal presente ordinamento, consiste nella redazione e discussione di una tesi, sotto la supervisione di un relatore, riguardante l'informazione giornalistica e con una delle seguenti caratteristiche:
    i) una riflessione critica, comprensiva sia degli aspetti teoretici sia di quelli organizzativi, degli argomenti e delle esperienze compiute nello stage e/o nel tirocinio frequentato;
    ii) una ricerca, svolta con mezzi limitati e secondo modalità sintetiche però non superficiali né ingiustificate dal punto di vista metodologico, riguardante aspetti specifici della professionalità propria di un Addetto stampa;
    iii) l'analisi di un caso nel campo della comunicazione giornalistica in un Ufficio stampa.
    Tale elaborato, eventualmente accompagnato da materiali documentativi, può essere consegnato anche su supporto videomagnetico, info-telematico o multimediale, e/o accompagno da tale/i supporto/i. La discussione deve consentire di dimostrare pure la conoscenza delle lingue straniere scelte.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    Al termine del Corso di Studio i laureati potranno trovare sbocco professionale nel campo delle comunicazioni tramite i mass media.
    Inoltre, in qualità di esperti potranno essere chiamati a ricoprire le qualifiche previste dalla legge n.150, 7 giugno 2000, che disciplina le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche Amministrazioni, ricoprendo ruoli quali quello di «Portavoce dell'organo di vertice delle amministrazioni pubbliche» e, ove pubblicisti, di «Addetto stampa» nell'omonimo ufficio istituito in base all'art.7 della suddetta legge.

    Lauree specialistiche alle quali sarà possibile l'iscrizione (senza debiti formativi)
    13/S Lauree spec. in editoria, comunicazione multimediale e giornalismo

    Attività di base
    Discipline informatiche e della comunicazione

    CFU 10
    INF/01: INFORMATICAING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
    Discipline semiotiche e linguistiche

    CFU 12
    L-LIN/01: GLOTTOLOGIA E LINGUISTICAM-FIL/05: FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI
    Discipline sociali, mediologiche e della comunicazione politica

    CFU 20
    M-STO/04: STORIA CONTEMPORANEA SPS/07: SOCIOLOGIA GENERALESPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVITotale CFU 42

    Attività caratterizzanti
    Discipline dei linguaggi e delle tecniche dei media, del design e della grafica

    CFU 22
    ICAR/17: DISEGNOL-ART/06: CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONEL-ART/07: MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICASPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
    Discipline economico-aziendali

    CFU 5
    SECS-P/01: ECONOMIA POLITICA
    Discipline giuridiche

    CFU 10
    IUS/01: DIRITTO PRIVATOIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOIUS/14: DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA
    Discipline psicosociali

    CFU 10
    M-PSI/01: PSICOLOGIA GENERALEM-PSI/05: PSICOLOGIA SOCIALE SECS-S/05: STATISTICA SOCIALE
    Discipline storico-politico-filosofiche

    CFU 20
    IUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/20: FILOSOFIA DEL DIRITTOM-FIL/01: FILOSOFIA TEORETICA M-FIL/03: FILOSOFIA MORALE M-STO/04: STORIA CONTEMPORANEA SPS/02: STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHESPS/04: SCIENZA POLITICASPS/12: SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE
    Linguistica italiana e lingue straniere

    CFU 12
    L-FIL-LET/12: LINGUISTICA ITALIANAL-LIN/12: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESETotale CFU 79

    Attività affini o integrative
    Discipline attinenti alle lingue e letterature

    CFU 4
    L-FIL-LET/14: CRITICA LETTERARIA E LETTERATURE COMPARATE
    Discipline letterarie e storiche e delle arti

    CFU 13
    L-ART/03: STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEAL-ART/05: DISCIPLINE DELLO SPETTACOLOL-FIL-LET/11: LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA
    Discipline sociali

    CFU 12
    M-GGR/02: GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA M-PSI/06: PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI SPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVOROTotale CFU 29
    Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 9Per la prova finaleCFU 6
    Prova finale
    CFU 6
    Lingua straniera
    CFU 3Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
    Totale
    CFU 12Totale CFU 30

    Totale Crediti CFU Scienze della Comunicazione Multimediale 180
    Previsione e programmazione della domanda
    Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto