Scienze delle pubbliche amministrazioni

Università degli Studi di Pisa
A Pisa

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Pisa
Descrizione

Il corso di laurea magistrale in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni offre una solida preparazione culturale e conoscenze multidisciplinari di carattere specialistico, funzionali alla comprensione dei meccanismi di funzionamento delle amministrazioni pubbliche. Il complesso delle attività formative proposte prevede l’acquisizione di conoscenze nell’ambito dell’economia pubblica, della statistica e della gestione aziendale dell’etica, della sociologia e della comunicazione pubblica. La formazione del primo anno di studi si completa con l’acquisizione di conoscenze in ambito giuridico, con particolare riguardo al diritto delle amministrazioni pubbliche, dei servizi pubblici, degli assetti complessivi di governo del territorio. Fermo restando il carattere multidisciplinare del corso di studi, interfacoltà fra Scienze Politiche e Giurisprudenza, il secondo anno vede fra le attività affini ed integrative l’approfondimento della preparazione in ambito giuridico. Questa impostazione del corso tiene conto della labilità ed incertezza dei confini ormai intercorrente tra diritto pubblico e diritto privato, soprattutto nel settore dell’organizzazione dei servizi di pubblica utilità, che costituiscono un possibile settore di impiego per i laureati del corso. Completa la preparazione lo studio dell’inglese giuridico-economico e lo svolgimento obbligatorio dell’attività di tirocinio, in eventuale connessione con la preparazione della tesi di laurea, premessa necessaria per un collegamento con il mondo del lavoro. Il corso prevede un primo anno di consolidamento e approfondimento di tematiche di natura giudica, economica e statistica, politologica e sociologica, e un secondo anno caratterizzato dalla scelta, per lo studente, del percorso di approfondimento da seguire. Le opzioni possibili sono...

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pisa
Lungarno Antonio Pacinotti, 43 , 56122, Pisa, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

  • CURRICULUM DSPU: Diritto dei servizi di pubblica utilità
  • CURRICULUM DPT: Diritto e politiche del territorio
CURRICULUM DSPU: Diritto dei servizi di pubblica utilità
  • Etica pubblica e politiche per l’integrità dell’amministrazione (9 cfu)

    • Il corso presenta un’analisi dei fattori che favoriscono lo sviluppo di malamministrazione, ricavandone indicazioni sulle condizioni di efficacia degli strumenti e la regolazione – in Italia e all’estero – finalizzata ad accrescere i livelli di integrità e rafforzarle l’etica nella pubblica amministrazione
      Lo studente acquisirà competenze utili a rilevare gli indicatori di malamministrazione negli enti e nelle società pubbliche, nonché conoscenze empiriche e strumenti analitici per la gestione del rischio corruzione nei processi decisionali dell’amministrazione

  • Governo regionale e locale nello spazio giuridico europeo (9 cfu)

    • Lo/la studente che frequenti assiduamente il corso e superi l’esame con profitto è in grado di dimostrare buone e solide competenze circa le principali caratteristiche e l’evoluzione delle forme di Stato in Europa, e di interpretare attentamente e criticamente il fenomeno del federalismo (meglio, dei federalismi), collocando sia in una dimensione teorica e ricostruttiva sia empirica e di concreto sviluppo all’interno delle esperienze ordinamentali storiche e contemporanee.
      Lo/la studente è in grado di dimostrare una conoscenza approfondita del modelli di governo regionale nello spazio giuridico europeo con particolare riguardo ai seguenti sistemi: Francia, Spagna, Regno Unito, Germania e Belgio.
      Il corso infatti si sofferma in particolare sul rapporto tra istituzioni del federalismo e processi devolutivi, nella prospettiva rappresentata dal multiforme fenomeno del federalismo nell’età moderna e contemporanea, utilizzando una metodologia comparatistica.
      Per questa ragione gli/le studenti acquisiscono la capacità di porre in relazione tra loro forme di Stato e istituti giuridici dell’organizzazione territoriale sia diacronicamente, guardando ai singoli ordinamenti presi in considerazione, sia sincronicamente, ponendo a confronto esperienze diverse nel panorama europeo.
      Alla fine del corso, lo/la studente riesce ad individuare alcuni fili conduttori, elementi trasversali alle diverse esperienze studiate, rafforzando attitudini critiche e discorsive: le dinamiche periferiche in Europa, e il ruolo in queste giocato dai partiti nazionalisti; il rafforzamento delle asimmetrie istituzionali.
  • Sociologia del lavoro e dell'organizzazione (9 cfu)

    • Lo studente che completa con successo il corso potrà mostrare una solida conoscenza su principali presupposti e approcci teorici e di ricerca nell'ambito della disciplina, oltre che un approfondimento su alcuni contenuti e oggetti specifici. In particolare, dovrebbe sviluppare adeguate conoscenze in termini di:
      - principali presupposti teorici dello studio dei processi economici, del lavoro e delle organizzazioni
      - presupposti essenziali di sociologia economica ed ecologia, e approcci multidisciplinari allo studio del lavoro e delle organizzazioni
      - principali oggetti di studio della disciplina: lavoro, organizzazione e società; globalizzazione e trasformazione dei processi produttivi; politiche del lavoro, regolazione e conflitti; genere, diseguaglianze ed esclusione; identità e vita lavorativa; razionalità ed emozione.
      - alcuni approfondimenti in riferimento a:
      1. trasformazioni, orientamenti e implicazioni riferite a globalizzazione, cambiamenti tecnologici, mercati del lavoro, organizzazione del lavoro, pratiche manageriali e rapporti di lavoro;
      2. trasformazione delle forme e dei modelli di diseguaglianza nelle società moderne, delle esperienze di individui e famiglie tra vita e vita lavorativa;
      3. sfide e resistenze dei lavoratori e modi in cui contribuiscono alla costruzione sociale ed economica delle forme e istituzioni del lavoro
      4. il lavoro nelle organizzazioni di welfare e nonprofit
      5. welfare, lavoro, comparazione tra modelli di occupazione e disoccupazione
  • Metodi statistici per le decisioni aziendali (9 cfu)

    • Obiettivo dell’insegnamento è mettere in grado lo studente di pensare ed agire razionalmente in un contesto decisionale aziendale (sia pubblico che privato), utilizzando appropriati metodi statistici.
      Con l’introduzione di strumenti statistici avanzati (tecniche di campionamento, studio della relazione tra variabili, modelli statistici) si intende fornire agli studenti un bagaglio di competenze per affrontare la complessità di un problema, per conoscere la realtà circostante, per prendere decisioni (o supportare chi deve prenderne) tenendo conto della variabilità dei fenomeni e per agire in condizioni di incertezza. Al termine del corso, lo studente sarà in grado di identificare le fonti di dati appropriate, avrà sviluppato la capacità di organizzare e analizzare problemi aziendali in termini statistici e potrà fornire supporto a decisioni aziendali attraverso l’analisi statistica.
  • Economia Pubblica (9 cfu)

    • Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di intrepretare da un punto di vista economico il funzionamento dello Stato sociale e la più in generale le dinamiche della gestione pubblica dell'economia. In particolare, lo studente sarà in grado di analizzare sulla base della metodologia propria della scienza economica il comportamento politico dei cittadini/agenti economici, i meccanismi d'azione delle amministrazioni e burocrazie e i fenomeni degenerativi ad esse collegati, il debito pubblico e la gestione pubblica della produzione, nonché la ragion d'essere e le più recenti evoluzioni del Welfare State, con specifico riferimento a programmi di spesa quali la sicurezza sociale, la sanità e l'istruzione.
  • Diritto delle amministrazioni pubbliche nello spazio giuridico europeo (9 cfu)

    • Il corso intende promuovere la conoscenza dei principi e degli istituti giuridici di tutela, giurisdizionale e non, del cittadino in alcuni sistemi amministrativi posti a confronto con il sistema domestico, con l’ordinamento UE e della CEDU e con il diritto globale, favorendo la cultura dell’incontro tra diverse culture giuridico-amministrative utile all’operatore delle pubbliche amministrazioni e delle organizzazioni private.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Economie applicate e aziendali

    • Sostenere un esame tra quelli presenti nel gruppo
    • Economia aziendale (6 cfu)

      • Il corso si occupa della teoria dell'azienda, della dinamica delle operazioni, della teoria dei valori e delle rilevazioni con particolare attenzione alla determinazione del risultato economico di periodo ed al sistema di scritture da cui trae origine. Vengono approfondito di temi di particolare rilievo: la struttura finanziaria, la sua progettazione e la liquidità, la determinazione dei costi e le relazioni tra costi di un oggetto, prezzi e ricavi per le decisioni. In particolare il programma si sviluppa analizzando i seguenti punti: -Il fenomeno azienda ed i criteri per la sua identificazione nel campo economico. –la struttura: I fattori produttivi - Lavoro umano, attività manageriale e imprenditoriale – Capitale ed elementi ad esso riconducibili - Le condizioni intangibili - L'assetto istituzionale, il soggetto economico, problemi di corporate governance. - il funzionamento: Il sistema delle operazioni - La combinazione dei fattori produttivi - La composizione delle forze interne ed esterne - Il tempo - L'autonomia. Lo scopo: Il processo di trasformazione produttiva e la funzione di produzione di ricchezza - L'equilibrio economico durevole ed evolutivo - Le componenti dell'equilibrio economico: l'aspetto della redditività, quello della competitività, la dimensione sociale e lo sviluppo - La condizione di equilibrio finanziario. I modelli: i modelli sistemici. La gestione: Le attività (scelte, decisioni, operazioni) di gestione strategica - Le attività di gestione operativa. L’organizzazione: struttura organizzativa, stile di direzione, meccanismi di coordinamento.
    • Economia applicata (6 cfu)

      • Il corso è dedicato alle applicazioni empiriche della scienza microeconomica e sarà condotto utilizzando specifici argomenti che saranno ampiamente discussi sia durante le lezioni sia nel corso della stesura di relazioni da parte degli studenti. L’obiettivo principale del corso è di fornire agli studenti alcuni strumenti di analisi statistica ed econometrica utili a comprendere, rappresentare e valutare la dimensione quantitativa di molteplici fenomeni economici. Queste capacità, una volta acquisite dallo studente, consentono, da un lato, di proseguire gli studi economico-giuridici nell’ambito di percorsi di specializzazione; dall’altro, nel caso di ingresso diretto nel mercato del lavoro, le competenze acquisite garantiscono allo studente un minimo background statistico-econometrico tipicamente apprezzato nelle organizzazioni private e pubbliche.
  • Tirocinio (6 cfu)

    • Esperienza di tirocinio presso un ente pubblico, un’organizzazione privata anche di terzo settore. Gli obiettivi formativi dell’attività, specifici per ogni studente, sono definiti nel progetto formativo di tirocinio e validati dal tutor formativo e dal tutor aziendale.
  • Attività a libera scelta (12 cfu)

    • Lo studente è libero di scegliere le attività connesse alla scelta libera tra tutti gli insegnamenti attivati nell'Ateneo. Il Consiglio di CdS verificherà la coerenza delle attività scelte con il progetto formativo. La coerenza è automaticamente verificata per le attività presenti nel gruppo "Attività consigliate per la libera scelta".
  • Prova finale (18 cfu)

    • La prova finale consiste in ogni caso in un elaborato scritto originale, che comporti un lavoro organico e completo finalizzato a dimostrare la capacità di ricerca, progettazione o analisi di caso nonché di elaborazione e sintesi, su un argomento di approfondimento disciplinare, sotto la guida di un docente relatore.”
      Maggiori dettagli in merito ai contenuti della prova finale verranno definiti attraverso successive deliberazione del Consiglio del Corso di laurea.
  • Inglese giuridico economico (6 cfu)

    • L’insegnamento di “inglese giuridico-economico” si prefigge lo scopo di fornire una preparazione linguistica approfondita ai futuri esperti legali d’impresa e specialisti della gestione e del controllo che opereranno sui mercati europei e del mondo globalizzato, con particolare riferimento all’ambito della contrattualistica, delle transazioni finanziarie e della gestione dei servizi di consulenza. Il processo d’internazionalizzazione, infatti, che coinvolge non soltanto le grandi multinazionali, ma anche le piccole e medie imprese così come gli enti pubblici, richiede la formazione di figure professionali che siano in grado di confrontarsi sui mercati dei beni, dei prodotti e dei servizi utilizzando la lingua inglese, riconosciuta ormai come la lingua franca del commercio, dell’economia, del diritto e della società nel senso più ampio del termine.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo Gruppo Diritto dei servizi di pubblica utilità

    • Lo studente deve sostenere 3 esami scegliendo fra quelli proposti dal gruppo
    • Disciplina del mercato e tutela del consumatore (6 cfu)

      • Il corso ha l’obiettivo di analizzare la regolazione del mercato e della concorrenza dal punto di vista della tutela del consumatore.
    • Analisi economica del diritto (6 cfu)

      • Oggetto del corso è l’analisi dal punto di vista della teoria economica di istituti giuridici fondamentali quali la proprietà, il contratto, la responsabilità civile, l’impresa, la concorrenza.
    • Disciplina del rapporto di lavoro nelle pp.aa. e nelle aziende di servizi (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire gli strumenti metodologici e le nozioni necessarie per comprendere l’evoluzione della disciplina delle relazioni sindacali e dei rapporti di lavoro nelle pubbliche amministrazioni e nelle aziende di servizi. Sul primo versante il corso muove dalla oramai consolidata contrattualizzazione del rapporto di impiego pubblico offrendone un quadro aggiornato che tenga conto della multiforme composizione del lavoro nelle pubbliche amministrazioni. Sul secondo versante il corso intende esaminare le ricadute dei processi di trasformazione dei servizi pubblici sui rapporti di lavoro e sulla protezione sociale dei lavoratori.
    • Informatica applicata alla Pubblica Amministrazione (6 cfu)

      • Il corso proporrà un’analisi dei cambiamenti giuridici e organizzativi che l’innovazione tecnologica apporta all’apparato e al modo di lavorare e comunicare nella Pubblica Amministrazione. Saranno approfonditi temi connessi all’uso e allo sviluppo di metodologie e tecniche di trattamento dell’informazione giuridica e analizzate le caratteristiche dei sistemi informativi e dei sistemi di controllo adottati dalle organizzazioni pubbliche in relazione alle logiche della pianificazione strategica, del controllo dell’efficienza e dell’efficacia di gestione, anche in base a principi di matrice economico aziendale.
    • Diritto dell'impresa (6 cfu)

      • Il corso ha la finalità di analizzare la fattispecie dell’impresa e delle sue sub-articolazioni, fornendo allo studente gli strumenti per comprendere i requisiti integranti le singole categorie e gli statuti giuridici ad esse applicabili. In particolare, il corso punterà a trasmettere la conoscenza delle regole volte a garantire l’esistenza ed il corretto svolgimento delle dinamiche concorrenziali, nonché degli istituti posti a tutela delle posizioni individuali in un contesto di libera concorrenza. Da ultimo, fornirà una compiuta analisi della crisi d’impresa e delle procedure finalizzate alla sua composizione.
    • Storia delle istituzioni politiche (6 cfu)

      • Obiettivo del corso è l’acquisizione da parte degli studenti della capacità critica di esame e trattamento delle fonti storiografiche connesse alla storia delle istituzioni politiche. In particolare, il corso si propone di analizzare i principali modelli costituzionali affermatisi in Stati Uniti d’America, in Francia e in Spagna nell’età rivoluzionaria tra XVIII e XIX secolo, quale prospettiva di lungo periodo per la comprensione degli elementi di differenziazione delle società contemporanee.
    • Organizzazione aziendale (6 cfu)

      • Il corso ha l’obiettivo di far acquisire i contenuti principali per il sistema di gestione, in particolare skills relative alla progettazione organizzativa ed ai sistemi di management per le aziende pubbliche e private quali attori del tessuto economico; l’analisi delle variabili cardine de dei modelli organizzativi a livello di singola azienda e di network pubblico-privato per garantire una gestione efficace ed efficiente ; l’analisi aziendale contestualizzata alle specificita’ del territorio permette applicazioni operative dei paradigmi organizzativi acquisiti.
    • Diritto dell'economia e dei servizi pubblici (6 cfu)

      • Gli studenti che completano il corso con successo sono in grado di dimostrare una solida conoscenza dei principi che regolano l'intervento pubblico nell'economia e le discipline che regolano i servizi pubblici e quindi affrontare, gestire, coordinare gli aspetti legali che strutture pubbliche e/o private possono incontrare in relazione a questi.
    • Costituzione economica e Stato sociale (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire un inquadramento della c.d. Costituzione economica, vale a dire dei principi costituzionali che più contribuiscono a descrivere la forma di Stato come Stato sociale. A partire dal principio di eguaglianza, soprattutto nella sua dimensione di eguaglianza sostanziale, lo studente imparerà a esaminare i diritti sociali e i diritti a prestazione, con le implicazioni in termini di necessari bilanciamenti. Lo studente conseguirà così uno strumento di lettura dei fenomeni economico-sociali nella complessa realtà dello Stato contemporaneo.
    • Politiche dell'Unione europea (6 cfu)

      • Il corso intende fornire agli studenti degli esempi degli effetti dispiegati nell’ordinamento interno dal diritto del mercato interno dell’Unione europea, nonché dalla normativa secondaria riguardante la circolazione delle persone e dei cittadini di Stati terzi. Il corso si basa sulla discussione di casi pratici e prevede la lettura di sentenze della Corte di Giustizia, di normativa dell’Unione europea e italiana. Lo studente acquisisce familiarità con le fonti di diritto dell’Unione europea che hanno un impatto sull’attività della pubblica amministrazione italiana; inoltre, impara ad interagire con gli uffici della pubblica amministrazione e con la pubblica amministrazione europea.

  • CURRICULUM DPT: Diritto e politiche del territorio
  • Sociologia del lavoro e dell'organizzazione (9 cfu)

    • Lo studente che completa con successo il corso potrà mostrare una solida conoscenza su principali presupposti e approcci teorici e di ricerca nell'ambito della disciplina, oltre che un approfondimento su alcuni contenuti e oggetti specifici. In particolare, dovrebbe sviluppare adeguate conoscenze in termini di:
      - principali presupposti teorici dello studio dei processi economici, del lavoro e delle organizzazioni
      - presupposti essenziali di sociologia economica ed ecologia, e approcci multidisciplinari allo studio del lavoro e delle organizzazioni
      - principali oggetti di studio della disciplina: lavoro, organizzazione e società; globalizzazione e trasformazione dei processi produttivi; politiche del lavoro, regolazione e conflitti; genere, diseguaglianze ed esclusione; identità e vita lavorativa; razionalità ed emozione.
      - alcuni approfondimenti in riferimento a:
      1. trasformazioni, orientamenti e implicazioni riferite a globalizzazione, cambiamenti tecnologici, mercati del lavoro, organizzazione del lavoro, pratiche manageriali e rapporti di lavoro;
      2. trasformazione delle forme e dei modelli di diseguaglianza nelle società moderne, delle esperienze di individui e famiglie tra vita e vita lavorativa;
      3. sfide e resistenze dei lavoratori e modi in cui contribuiscono alla costruzione sociale ed economica delle forme e istituzioni del lavoro
      4. il lavoro nelle organizzazioni di welfare e nonprofit
      5. welfare, lavoro, comparazione tra modelli di occupazione e disoccupazione
  • Governo regionale e locale nello spazio giuridico europeo (9 cfu)

    • Lo/la studente che frequenti assiduamente il corso e superi l’esame con profitto è in...

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto