Scienze dello Sviluppo

Università degli Studi di Lecce
A Lecce

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Lecce
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Lecce
Via Monteroni, 73100, Lecce, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici Il corso biennale di studio si propone di rispondere alla crescente domanda culturale e di mercato per la creazione di operatori specializzati (negli uffici centrali di cooperazione e come addetti alla cooperazione decentrata) per la cooperazione e lo sviluppo di aree economicamente arretrate o sottosviluppate. Esso intende completare il corso di studi iniziato dal Corso di Laurea triennale in Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e il non-profit, (poi modificato in ?Scienze Sociali: Cooperazione internazionale, Sviluppo e Non'profit?) secondo gli Ordinamenti Didattici dell'a.a 2001/2002 e 2002/2003, e 2004/2005. Il Corso biennale dovrebbe formare lo stesso tipo di operatori a livello specialistico. Nello specifico il Corso di Laurea biennale forma operatori specializzati per la Cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e per lo sviluppo locale nel Mezzogiorno forma specialisti in grado di approfondire l'analisi sociologica, economica e politologica per l'interpretazione delle specificità che caratterizzano i Paesi in via di sviluppo e per un'adeguata conoscenza dei fattori di mancato sviluppo del Mezzogiorno. Di conseguenza, i laureati devono essere in grado di ideare progetti innovativi che mirano a un'organica e coordinata evoluzione delle potenzialità economiche del Meridione e, più in generale, delle zone dell'Italia in cui ci siano spazi per l'intervento progettuale di iniziativa comunitaria e non. Inoltre, gli operatori specializzati saranno in grado di applicare le metodologie degli organismi di cooperazione adattandole per la costruzione di programmi e progetti nel campo della cooperazione allo sviluppo e di gestire e coordinare, a livello professionale, la progettazione comunitaria e gli interventi congiunti promossi dalla Pubbliche Amministrazioni, dagli Enti Locali e dai soggetti privati. A completamento delle potenzialità sviluppate nel triennio di base, si formerà a livello specialistico una figura che sappia ideare percorsi progettuali. Tali percorsi sono finalizzati ad inserire i flussi migratori nei territori di accoglienza in una duplice prospettiva: 1) dare consapevolezza e informazione sulle possibilità socio?economiche presenti nel territorio; 2) organizzare attività di produzione nel Paese d'origine finanziate dagli aiuti internazionali ed eventualmente dalle rimesse della popolazione emigrata. Oltre a ciò il percorso forma la capacità di intervenire nella gestione di imprese a capitale estero o misto situate nei Paesi in via di sviluppo. Caratteristiche della prova finale La prova finale consisterà nella discussione di un elaborato individuale, svolto in corretto italiano, su un argomento proposto dal candidato. l'elaborato può consistere o in una ricerca ? teorica o empirica - sostenuta da documentazione bibliografica, e, se è il caso, corredata di dati; oppure in un progetto di attività professionale. Nel primo caso, l'argomento della ricerca va concordato preventivamente, almeno 6 mesi prima, con uno dei docenti dei corsi svolti, e va approvato dal Consiglio di Corso. Il docente seguirà in itinere la preparazione della ricerca. Nel secondo caso, il progetto deve essere approvato preventivamente dal Consiglio di Corso, il quale incaricherà un docente o un esperto che seguirà lo studente nella preparazione del progetto. Nell'assegnare il voto di laurea la commissione tiene conto: a)del curriculum degli studi; b)di ogni altro elemento rilevante emerso nel corso degli studi; c)dell'andamento della discussione. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Il corso biennale di studio si propone di rispondere alla crescente domanda culturale e di mercato per la creazione di operatori specializzati (negli uffici centrali di cooperazione e come addetti alla cooperazione decentrata) per la cooperazione e lo sviluppo di aree economicamente arretrate o sottosviluppate. Il Corso di Laurea Specialistica forma operatori specializzati per la Cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e per lo sviluppo locale nel Mezzogiorno: forma specialisti che siano in grado di approfondire l'analisi sociologica, economica e politologica per l'interpretazione delle specificità che caratterizzano i Paesi in via di sviluppo e per un'adeguata conoscenza dei fattori di mancato sviluppo del Mezzogiorno. Di conseguenza, devono essere in grado di ideare progetti innovativi che mirano a un'organica e coordinata evoluzione delle potenzialità economiche del Meridione e, più in generale, delle zone dell'Italia in cui ci siano spazi per l'intervento progettuale di iniziativa comunitaria e non. Inoltre, gli operatori specializzati saranno in grado di applicare le metodologie degli organismi di cooperazione adattandole per la costruzione di programmi e progetti nel campo della cooperazione allo sviluppo e di gestire e coordinare, a livello professionale, la progettazione comunitaria e gli interventi congiunti promossi dalla Pubbliche Amministrazioni, dagli Enti Locali e dai soggetti privati. A completamento delle potenzialità sviluppate nel triennio di base, si formerà a livello specialistico una figura che sappia ideare percorsi progettuali. Tali percorsi sono finalizzati ad inserire i flussi migratori nei territori di accoglienza in una duplice prospettiva: 1) dare consapevolezza e informazione sulle possibilità socio?economiche presenti nel territorio; 2) organizzare attività di produzione nel Paese d'origine finanziate dagli aiuti internazionali ed eventualmente dalle rimesse della popolazione emigrata. Oltre a ciò il percorso forma la capacitàdi intervenire nella gestione di imprese a capitale estero o misto situate nei Paesi in via di sviluppo. Attività di base Discipline economiche CFU 14 SECS-P/01: ECONOMIA POLITICASECS-P/02: POLITICA ECONOMICA Discipline giuridiche CFU 12 IUS/01: DIRITTO PRIVATOIUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO Discipline sociologiche e politologiche CFU 12 SPS/04: SCIENZA POLITICASPS/07: SOCIOLOGIA GENERALE Discipline storiche e geografiche CFU 8 M-GGR/02: GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA Totale CFU 46 Attività caratterizzanti Discipline della Terra, biologiche, territoriali e delle scienze storiche CFU 24 AGR/01: ECONOMIA ED ESTIMO RURALEBIO/07: ECOLOGIAICAR/21: URBANISTICAM-DEA/01: DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE M-GGR/01: GEOGRAFIA M-STO/04: STORIA CONTEMPORANEA Discipline economiche CFU 20 SECS-P/01: ECONOMIA POLITICASECS-P/03: SCIENZA DELLE FINANZESECS-S/03: STATISTICA ECONOMICASECS-S/05: STATISTICA SOCIALE Discipline giuridiche CFU 12 IUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOIUS/13: DIRITTO INTERNAZIONALE Discipline sociologiche e storico-politologiche CFU 20 M-PSI/05: PSICOLOGIA SOCIALE SPS/04: SCIENZA POLITICASPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVISPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVOROTotale CFU 76 Attività affini o integrative Formazione interdisciplinare CFU 36 IUS/07: DIRITTO DEL LAVOROM-FIL/03: FILOSOFIA MORALE M-PED/01: PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE M-STO/02: STORIA MODERNA SECS-P/02: POLITICA ECONOMICASECS-P/04: STORIA DEL PENSIERO ECONOMICOSECS-P/07: ECONOMIA AZIENDALETotale CFU 36 Attivita' caratterizzanti transitate ad affini Discipline economiche Totale CFU 0 Attività specifiche della sede CFU 76 INF/01: INFORMATICAIUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOIUS/14: DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEAL-LIN/04: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA FRANCESEL-LIN/07: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLAL-LIN/09: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUE PORTOGHESE E BRASILIANAL-LIN/12: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESEL-LIN/14: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCAL-LIN/18: LINGUA E LETTERATURA ALBANESEL-LIN/21: SLAVISTICAL-OR/18: INDOLOGIA E TIBETOLOGIAM-PED/01: PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE M-STO/02: STORIA MODERNA M-STO/04: STORIA CONTEMPORANEA SECS-P/01: ECONOMIA POLITICASECS-P/02: POLITICA ECONOMICASECS-P/07: ECONOMIA AZIENDALESECS-P/12: STORIA ECONOMICASECS-S/04: DEMOGRAFIASPS/01: FILOSOFIA POLITICASPS/02: STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHESPS/04: SCIENZA POLITICASPS/05: STORIA E ISTITUZIONI DELLE AMERICHESPS/07: SOCIOLOGIA GENERALESPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVISPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVOROSPS/10: SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIOSPS/13: STORIA E ISTITUZIONI DELL'AFRICASPS/14: STORIA E ISTITUZIONI DELL'ASIATotale CFU 76 Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 15Per la prova finaleCFU 18Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 12 Ulteriori conoscenze linguistiche CFU 12 Tirocini CFU 14 Altro CFU 7Totale CFU 66 Totale Crediti CFU Scienze dello Sviluppo 300 Docenti di riferimento CAVALIERE Bianca Maria IMBRIANI Eugenio MALAGUTI Maria Chiara MANIERI Maria Rosaria MONTEDURO Massimo PICCIOLI RESTA Giuseppe Previsione e programmazione della domanda Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999) no Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999) no Università: Università degli Studi di Lecce Classe: 88/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze per la cooperazione allo sviluppo Facoltà di riferimento del corso: GIURISPRUDENZA Sede del corso: LECCE Data di attivazione:

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto