Scienze e Tecnologie per L'Ambiente e il Territorio

Università degli Studi di Padova
A Padova

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Padova
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Padova
Riviera Tito Livio, 6, 35122, Padova, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea Specialistica in Scienze e tecnologie per l' Ambiente e il Territorio (STAm) è finalizzato alla formazione di laureati con conoscenze approfondite nell'ambito delle scienze ambientali e con competenze specifiche sulle più aggiornate tecniche di analisi, controllo, ripristino e valorizzazione di contesti ambientali e territoriali diversificati per destinazione d'uso e per livello di problematica.
Il percorso didattico proposto è basato sulla laurea di I livello in Scienze e Tecnologie per l' Ambiente, di cui vengono riconosciuti 180 crediti, ed è caratterizzato da una preparazione approfondita e multidisciplinare che fa riferimento alle discipline chimiche, geologiche, biologiche, ecologico-ambientali e agrarie; gli ambiti tecnici, di tipo eminentemente professionalizzante, saranno integrati e completati da ulteriori elementi di matematica, fisica e statistica. La formazione teorica sarà affiancata ed integrata da una intensa attività esercitativa, finalizzata a fornire ai laureati specialisti un'approfondita conoscenza degli strumenti analitici, delle metodologie strumentali, delle tecniche di acquisizione e di analisi dei dati rilevati anche al fine di progettare e realizzare interventi di rimediazione e valorizzazione dei sistemi ambientali. Tutto questo renderà il laureato specialista capace di operare in modo autonomo e di assumere la responsabilità progettuale e organizzativa di strutture.
Sulla base di tali obiettivi generali, il Corso di Laurea Specialistica in Scienze e tecnologie per l' Ambiente e il Territorio potrebbe essere articolato in due curricula, finalizzati rispettivamente all'analisi e al controllo dell'ambiente e del territorio e al ripristino e valorizzazione dell'ambiente e del territorio.
I laureati nel corso di laurea specialistica STAm devono:
  • essere in grado di analizzare, controllare e gestire realtà complesse;
  • avere una solida preparazione culturale a indirizzo sistemico rivolta all'ambiente e una buona padronanza del metodo scientifico; avere la capacità di individuare ed analizzare le interazioni tra i diversi fattori che caratterizzano processi, sistemi e problemi ambientali anche complessi;
  • conoscere metodologie d'indagine applicate all'analisi del territorio e dei dati, che permettano di operare delle integrazioni a differente scala;
  • saper affrontare i problemi legati al controllo, alla gestione, al ripristino e alla valorizzazione del territorio, valutati secondo i criteri della sostenibilità, della prevenzione e dell'etica ambientale;
  • avere competenze per la valutazione delle risorse, rinnovabili e non, e dei conseguenti impatti ambientali, attraverso la formulazione anche di modelli di simulazione;
  • saper agire nella logica dell'analisi e del controllo finalizzati alla conservazione della qualità di realtà ambientali anche complesse;
  • possedere approfondite competenze biologiche ed ecologiche, chimiche, geologiche necessarie per l'indagine ambientale e per la previsione nell'evoluzione dei fenomeni;
  • possedere competenze di matrice agraria necessarie per conoscere, analizzare ed intervenire a supporto della conservazione entro i limiti di sostenibilità in ambienti caratterizzati da differenti livelli di intensità d'uso nell'ambito degli ecosistemi agrari;
  • sulla base delle conoscenze circa la disponibilità e stato di equilibrio delle risorse, rinnovabili e non, che caratterizzano un determinato territorio,saper progettare i più opportuni interventi di ripristino;
  • in relazione al punto precedente, possedere le conoscenze di natura economica, giuridica e di pianificazione ambientale al fine di saper formulare valutazioni d'impatto ambientale, progetti di valorizzazione territoriale estendendo le proprie competenze all'elaborazione di protocolli di certificazione ambientale;
  • essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
  • essere in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.
    Tra le attività che i laureati specialisti svolgeranno si indicano in particolare: l'analisi e la gestione di risorse legate a sistemi ambientali e territoriali differenziati; la valutazione della qualità dell'ambiente; l'analisi e il controllo degli inquinamenti; la realizzazione e la valutazione di studi di impatto ambientale;la progettazione e la valutazione di progetti di risanamento ambientale promossi dalla pubblica amministrazione, o da soggetti privati; la pianificazione di attività orientate allo sviluppo sostenibile; la promozione e il coordinamento di iniziative di politica ambientale al fine di concorrere alla formazione di un consenso critico e propositivo della collettività verso le problematiche ambientali e territoriali.
  • Ai fini indicati, il presente corso di laurea specialistica può prevedere, in relazione a obiettivi specifici, attività esterne come tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori di privati, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali.
    Tali obiettivi verranno raggiunti integrando le lezioni frontali dei corsi previsti con attività formative, lezioni ed esercitazioni di laboratorio.

    Caratteristiche della prova finale
    La prova finale consiste nella preparazione e discussione di una tesi di laurea di ampio respiro a carattere tecnico-scientifico.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    Data la sua preparazione articolata e differenziata, il laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio potrà operare in ambiti alquanto diversificati, che vanno dalla attività di ricerca alle opportunità offerte dall'impiego pubblico e privato, non escludendo le possibilità di operare anche in qualità di libero professionista.
    In particolare, per quanto concerne il settore pubblico, si possono prevedere innanzi tutto possibilità d'impiego in Agenzie nazionali e regionali per l' ambiente (ANPA e ARPAV) e nei diversi altri Enti con competenze di gestione sostenibile delle risorse ambientali (ENEA-Ente per le Nuove Tecnologie, l' Energia e l'Ambiente, AATO - Autorità di Ambito Territoriale Ottimale, Assessorati all' ecologia e al territorio, Autorità di bacino, Laboratori di analisi facenti capo a Enti territoriali), Consorzi di tutela ambientale. Le funzioni che lo specialista potrà svolgere in questi contesti saranno di gestione di piani di analisi e controllo e progettazione di interventi di ripristino e valorizzazione ambientale.
    Relativamente al settore privato, sono da segnalare opportunità crescenti legate a sviluppi di nuove imprenditorialità nel settore delle tecnologie ambientali. Si citano, a titolo di esempio, le opportunità offerte dalle società di servizi operanti nel monitoraggio ambientale e dalle imprese di progettazione e realizzazione di impianti di fito- e biodepurarazione, di compostaggio, controllo e certificazione di qualità ambientale. Altre opportunità sono offerte dalle società di servizi operanti nel settore della preparazione e gestione di progetti comunitari di ricaduta ambientale (es. LIFE ambiente e LIFE natura) e in studi professionali attivi nella soluzione di problemi puntiformi, sia per il supporto alla elaborazione di piani territoriali sia per dirimere le complesse valutazioni di carattere giuridico-normativo.
    Infine, il laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio potrà mettere in risalto le sue capacità professionali anche nel campo della libera imprenditoria e delle consulenze alle imprese.

    Analisi e controllo dell'ambiente e del territorio

    Attività di base
    Discipline chimiche

    CFU 15
    CHIM/02: CHIMICA FISICACHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/06: CHIMICA ORGANICA
    Discipline fisiche

    CFU 11
    FIS/01: FISICA SPERIMENTALE
    Discipline matematiche, informatiche e statistiche

    CFU 11
    MAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICATotale CFU 37

    Attività caratterizzanti
    Discipline agrarie

    CFU 34
    AGR/02: AGRONOMIA E COLTIVAZIONI ERBACEEAGR/03: ARBORICOLTURA GENERALE E COLTIVAZIONI ARBOREEAGR/12: PATOLOGIA VEGETALE
    Discipline ambientali

    CFU 22
    BIO/03: BOTANICA AMBIENTALE E APPLICATABIO/07: ECOLOGIA
    Discipline biologiche

    CFU 29
    BIO/01: BOTANICA GENERALEBIO/02: BOTANICA SISTEMATICABIO/05: ZOOLOGIA BIO/09: FISIOLOGIABIO/18: GENETICA
    Discipline chimiche

    CFU 19
    CHIM/02: CHIMICA FISICACHIM/06: CHIMICA ORGANICACHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI
    Discipline di scienze della Terra

    CFU 23
    GEO/05: GEOLOGIA APPLICATAGEO/07: PETROLOGIA E PETROGRAFIAGEO/08: GEOCHIMICA E VULCANOLOGIATotale CFU 127

    Attività affin...

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto