Scienze motorie

Università degli Studi di Udine
A Udine

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Udine
Descrizione

Dipartimento di riferimento del corso: Dipartimento di scienze mediche e biologicheL’offerta didattica dell'Università di Udine si distingue per i suoi corsi legati allo sviluppo della società e delle nuove professioni. L’ateneo di Udine offre, inoltre, la Scuola Superiore, istituto d’eccellenza per il conseguimento della laurea magistrale, cui accedono per concorso i migliori studenti italiani e stranieri.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Udine
Via Palladio 8, 33100, Udine, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Scienze motorie

Programma

Dipartimento di riferimento del corso: Dipartimento di scienze mediche e biologiche

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea in Scienze motorie si propone di fornire ai propri laureati competenze relative alla comprensione, alla progettazione, alla conduzione e alla gestione di attività motorie a carattere educativo, adattativo, ludico o sportivo, finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero delle capacità motorie e del benessere psicofisico a esse correlato.

Il piano degli studi si articola in un ciclo triennale per un totale di sei semestri. Alla fine del ciclo triennale di studi lo studente avrà acquisito nozioni biomediche, psicopedagogiche, giuridiche, economiche, organizzative e sociologiche necessarie:

a) alla valutazione delle attitudini e capacità sportivo motorie;

b) all’indirizzo delle medesime in funzione delle specifiche caratteristiche individuali;

c) all’incremento delle capacità di prestazione mediante l’allenamento;

d) al supporto psico-fisico dell’atleta e dello sportivo in genere;

e) alla gestione tecnica delle società e delle strutture turistico sportive;

f) alla gestione delle attività sportive individuali e di squadra, di competizione o amatoriali.

Lo studente dovrà inoltre dimostrare di possedere:

g) adeguate abilità scritte e orali in lingua inglese, oltre l’italiano, per poter intervenire efficacemente nell’ambito specifico di competenza e nello scambio di informazioni generali;

h) adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione ed essere capace di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

Sbocchi professionali

I laureati in Scienze motorie potranno operare in veste di allenatori, preparatori atletici e in generale tecnici sportivi o indirizzarsi alla carriera di direttori tecnici di palestre (ai sensi della L.R. del Friuli Venezia Giulia L.R. n. 15 del 10/08/06) nonché di dirigenti di organizzazioni sportive. Si è voluto con ciò prendere atto della realtà sportiva regionale che annovera più di duemila società sportive affiliate al CONI e più di diecimila atleti tesserati, cui si affianca una rete di strutture dedicate alla cultura fisica e della “fitness” raramente gestite, in passato, da personale qualificato. In generale, quindi, rientrano tra gli sbocchi professionali dei laureati in Scienze motorie le professioni tecniche nei servizi pubblici e alle persone. In particolare, tra queste, quelle di “Istruttori di discipline sportive non agonistiche” i quali addestrano ad esercitare, in modo non agonistico, con lezioni individuali o di gruppo, la pratica di discipline sportive; ne insegnano le tecniche; verificano l’adeguatezza delle condizioni fisiche dell’allievo; lo preparano fisicamente; lo allenano e organizzano attività sportive comuni. Oltre all’addestramento, i laureati in Scienze motorie potranno anche curare l’organizzazione di eventi e competizioni sportive e dirigere le attività sportive di palestre e di altre strutture. Si ritiene quindi che, in una società sempre più volta alla cura del tempo libero e nella quale l’attività fisica in generale e quella sportiva, in particolare, assumono posizioni di crescente interesse, rientri tra gli scopi dell’Università il formare tecnici qualificati in grado di orientare, istruire e curare l’attività fisico-sportiva della popolazione, nonché di gestire le realtà associative sportive in presenza di un corpus giuridico e fiscale sempre più complesso. Inoltre, il laureato in Scienze motorie proprio per la formazione scientifica e, non ultimo, etica di cui sarà portatore, dovrà farsi parte attiva nel combattere fenomeni devianti dello sport, agonistico ma anche amatoriale, quali l’utilizzo di sostanze o metodi definibili “doping” che provocano danni alla salute a volte molto gravi ed irreversibili.

 

Il corso prepara alle professioni di:

- Istruttori, allenatori, atleti e assimilati

- Istruttori di discipline sportive non agonistiche

- Professioni organizzative nel campo dell’educazione fisica e dello sport

- Organizzatori di eventi e di strutture sportive

 

Se sei già iscritto al corso di laurea: informazioni su orari, programmi e didattica

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto