Scienze, Tecnologie e Gestione del Sistema Agro-Alimentare

Università degli Studi di Bari
A Bari

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Bari
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bari
Via Orabona 4, --, Bari, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
1 - PREMESSA
L'evoluzione del concetto di qualità agro-alimentare, inteso come soddisfacimento complesso di requisiti igienico-sanitari, organolettici, di serbevolezza e di servizio, ha agito e tuttora agisce in modo da modificare radicalmente le direttrici di sviluppo e le strategie di competizione dell'industria di trasformazione. Diviene in tal modo prevalente l'imposizione di mutamenti a livello di programmazione economico-finanziaria e di strategia industriale, che si concretizzano sia nell'affinamento dei processi di sviluppo e nella loro modernizzazione, sia nell'espansione dei mercati a livello nazionale ed internazionale. Per le imprese il vantaggio competitivo non si fonda più sulla sola riduzione dei costi, ma trova un significativo elemento di forza nella capacità spiccata di offrire sul mercato la più desiderabile combinazione di prodotti e di servizi di qualità.
Per trovare posto in un armonioso sviluppo dell'economia nazionale, i mutamenti in corso nell'industria agro-alimentare richiedono l'adozione di specifici parametri di riferimento quali il Documento di Programmazione Economico-Finanziaria ed ancor più il Documento di Programmazione Agricolo, Agroalimentare, Agroindustriale e Forestale. Considerando quelli attuali, appare fermamente acquisito che l'introduzione di nuove tecnologie e l'alta formazione professionale degli operatori sono due strumenti individuati con chiarezza dagli indirizzi di politica nazionale per l'attuazione prioritaria di mutamenti strategici nel settore agro-alimentare. In una visione compartimentalizzata del settore specifico, tali direttrici di sviluppo e strategie di competizione trovano una necessaria applicazione soprattutto nell'ambito delle piccole e medie imprese che si avvantaggerebbero grandemente di figure professionali in grado di sviluppare una visione olistica dei processi di trasformazione agro-alimentare.
L'istituzione della laurea specialistica in Scienze, Tecnologie e Gestione del Sistema Agro-Alimentare è motivata dalla esigenza di formare manager con competenze specifiche nel settore delle tecnologie alimentari e che siano in grado di interpretare, a livello di indagine teorica e di verifica sperimentale, le esigenze di innovazione relative alle singole fasi produttive, con riferimento alla filiera agro-alimentare complessiva, sulla base di approfondite conoscenze di chimica, microbiologia, tecnologia ed economia. La necessità di approfondire le conoscenze in questo settore appare essenziale per consentire alle aziende agro-alimentari di affrontare positivamente le nuove sfide di mercato.
Tale laurea specialistica consente di fornire una visione ampia ed approfondita delle problematiche, delle metodologie analitiche e delle applicazioni tecnologiche ed economiche orientate alla ricerca e allo sviluppo delle filiere agro-alimentari in un'ottica integrata di garanzia igienica, assicurazione della qualità, marketing, project management, efficienza produttiva e rispetto dell'ambiente.
2 - OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI
Il curriculum didattico fornisce allo studente una solida preparazione scientifica e culturale di base. I laureati del corso in "Scienze, Tecnologie e Gestione del Sistema Agro-Alimentare" devono:
  • possedere una valida preparazione di base in matematica, chimica, enzimologia, microbiologia ed economia; possedere inoltre conoscenze approfondite nelle tecnologie applicate al miglioramento qualitativo e quantitativo delle trasformazioni agro-alimentari, utilizzando processi tradizionali e/o innovativi;
  • essere capaci di effettuare e di progettare ricerca di base e applicata riguardante la tecnologia delle trasformazioni agro-alimentari, la sua sostenibilità e le trasformazioni alternative a basso impatto;
  • essere esperti nel promuovere la qualità e la sicurezza degli alimenti anche nell'osservanza delle norme sulla sicurezza degli operatori e sulla tutela dell'ambiente;
  • possedere una valida preparazione scientifica e tecnologica utile all'analisi di mercato, alla progettazione e gestione dell'innovazione nel settore agro-alimentare e allo sviluppo di progetti di filiera ad essa correlati, comprendendo anche le problematiche relative a: innovazione di prodotto; standardizzazione delle produzioni agro-alimentari a vocazione territoriale; conservazione mediante sistemi tradizionali; innovazione tecnologica nel post-raccolta;
  • possedere una valida preparazione nella economia e politica agraria, con particolare riferimento ai mercati, al marketing e project management agro-alimentare;
  • essere capaci di utilizzare lo strumento informatico ed i principi di statistica per il monitoraggio, la modellistica e la valutazione di progetti tesi ad identificare requisiti di qualità connessi con i processi di trasformazione agro-alimentare;
  • essere in possesso di competenze integrate e multidisciplinari per una visione completa dei problemi legati alla qualità delle filiere agro-alimentari;
  • essere in grado di operare con ampia autonomia assumendo responsabilità di progettazione e di produzione sia in direzione innovativa sia nel consolidamento e nello sviluppo delle filiere tradizionali;
  • avere una buona padronanza della lingua inglese.
    Il curriculum didattico prevede attività dedicate a:
  • approfondimento degli aspetti tecnologici e microbiologici di base nella trasformazione agro-alimentare;
  • approfondimento ed ampliamento delle conoscenze dei fattori ambientali, tecnologici e delle caratteristiche delle materie prime che condizionano la qualità ed il valore nutrizionale dei prodotti agro-alimentari attraverso l'applicazione di processi tecnologici innovativi e/o tradizionali;
  • conoscenza degli aspetti economici della produzione con particolare riferimento all'analisi dei mercati e alle strategie di marketing e project management;
    prevede ancora:
  • attività di laboratorio ed esercitazioni pratiche per la conoscenza di metodiche anche innovative di analisi;
  • simulazione di processi di trasformazione;
  • elaborazione e valutazione dei dati;
  • visite guidate e stages presso impianti ed industrie del settore;
  • soggiorni di studio presso altre Università italiane ed europee.
    3 - PROFILI SPECIFICI
    Il laureato maturerà competenze riguardanti il coordinamento di attività complesse anche interdisciplinari concernenti i seguenti settori:
  • ottimizzazione e gestione di progetti di ricerca e di sviluppo industriale;
  • promozione della qualità e della sicurezza degli alimenti;
  • valorizzazione delle produzioni tipiche;
  • gestione delle filiere agro-alimentari e delle imprese di consulenza ad esse connesse;
  • impiego di tecniche e metodologie innovative per il controllo di qualità ed igiene degli alimenti
  • valutazione e certificazione della qualità di processo e di prodotto;
  • conservazione mediante sistemi tradizionali e/o innovativi dei prodotti agro-alimentari nel post-raccolta;
  • analisi di mercato e marketing delle filiere agro-alimentari, project management e gestione delle imprese agro-alimentari.

    Caratteristiche della prova finale
    La prova finale consisterà nella discussione orale di una dissertazione scritta avente carattere sperimentale o di ricerca e concernente uno degli argomenti che costituiscono gli obiettivi specifici del corso.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    ESIGENZE DI MERCATO
    Le esigenze di mercato sono individuabili nelle necessità delle organizzazioni nazionali ed internazionali (FAO, UE, ecc.) di pubbliche amministrazioni (Ministeri, Regioni, ecc.) di organizzazione della cooperazione internazionale operanti nell'area delle produzioni animali, nei Servizi tecnici delle Amministrazioni locali e territoriali, nelle Agenzie di Sviluppo Agricolo, nelle Associazioni di tutela e di valorizzazione delle produzioni animali, negli Organismi di certificazione delle produzioni zootecniche, nei Consorzi di produzione, nelle aziende zootecniche, agro-zootecniche, faunistiche ed ittiche, nell'industria mangimistica ed agro-alimentare che richiedono personale altamente qualificato con approfondite conoscenze e competenze nei diversi settori delle produzioni animali.
    SBOCCHI OCCUPAZIONALI
    I laureati in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali, oltre alla libera professione, quali dirigenti/responsabili, potranno svolgere attività:
    · nei diversi settori delle produzioni animali, presso Enti pubblici e privati;
    · nella gestione tecnico-economica delle imprese zootecniche, agro-zootecniche, faunistiche, ittiche ed agroturistiche;
    · nelle imprese di produzione, trasformazione, valorizzazione, commercializzazione dei prodotti di origine animale e nell'industria mangimistica;
    · nelle Amministrazioni pubbliche, locali e territoriali, nelle Agenzie di Sviluppo Agricolo, nelle Asso...

  • Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
    Leggi tutto