Scuola di Formazione in Riflessologia Plantare

A.S.D. Università Popolare dello Sport
A Roma

1.200 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 244 ore di lezione
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: La Scuola si propone di formare operatori con ottime conoscenze teoriche attraverso le lezioni del team dei docenti e anche attraverso la FAD (formazione a distanza).
Rivolto a: diplomati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Viale Giulio Cesare 78, 00192, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di Scuola Media Superiore

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Riflessologia plantare
Tecniche di massaggio
Prevenzione e benessere

Programma

Scuola di Formazione in Riflessologia

Che cos’è la Riflessologia?
E’ una metodica manuale per la prevenzione e il benessere riconosciuta come terapia complementare, che si basa sulla possibilità di agire sull’essere intero, compresi organi e tessuti interni, grazie ai punti riflessi di una sua parte; soprattutto il piede, la mano, l’orecchio.
Perché soprattutto il piede?
I piedi assomigliano all’intera persona più di ogni altra parte; rappresentano il nostro sostegno e le nostre radici. Una manipolazione del piede procura un immediato senso di rilassatezza e di piacere e agisce in profondità. Dice un antico proverbio cinese: “Il sorriso inizia dai piedi.”
Si tratta di una disciplina antica?
In ogni epoca e in ogni cultura la Riflessologia è stata presente come metodo di cura e di prevenzione. Al giorno d’oggi è diventata una metodica completa ed elaborata, basata su principi scientifici, comprovata da numerose sperimentazioni e in continua evoluzione.
A chi si può fare la Riflessologia?
Tutti possono beneficiare di un trattamento di Riflessologia, dai neonati in incubatrice, agli anziani, dalle persone allettate alle donne in gravidanza, dai malati terminali alle persone in buona salute che vogliono fare un percorso di prevenzione e di conoscenza dei propri schemi energetici che sovraintendono al funzionamento dell’ intero organismo.
Chi può fare la Riflessologia?
La recente legge n° 4 /13 del 14 gennaio 2013 detta le norme per il riconoscimento delle professioni non organizzate e ha riconosciuto la Riflessologia tra le nuove professioni. Per diventare Operatori di Riflessologia occorre frequentare una Scuola capace di formare Operatori in grado di dialogare e collaborare con gli altri Operatori della salute, di conoscere le basi del funzionamento del nostro organismo e le disarmonie che conducono alla malattia, di accogliere con competenza le persone che si rivolgono a loro, di valutare i risultati del loro operato in maniera scientifica, di tenersi in continuo aggiornamento.
Quali sono le caratteristiche della Scuola?
La Riflessologia non è solo un massaggio del Piede, bensì un approccio completo alla persona, che si prende cura della sua interezza, complessità e individualità. L’approccio della Scuola è dunque di tipo olistico, cioè tiene conto e agisce sul piano fisico, psichico ed energetico e integrato, capace cioè di accogliere e usare anche altri strumenti per completare e amplificare la sua azione, come per esempio la Cromoterapia e i Fiori di Bach.
Inoltre la Scuola:
• Utilizza le mappe più aggiornate.
• Fornisce competenze di base sul funzionamento del nostro corpo e della nostra mente adeguate allo scopo.
• Dedica ampio spazio all’esercitazione e al tirocinio per l’acquisizione della competenza manuale.
• Fa della sperimentazione e della ricerca il suo punto di partenza e di arrivo, in un costante processo di evoluzione e aggiornamento.
• Mette a disposizione degli allievi una Piattaforma virtuale per lo scambio con i docenti di informazioni e materiale.

Quanto dura la Scuola?
Le lezioni frontali si svolgono in due anni da ottobre a giugno, per circa un week end al mese. Ogni annualità si conclude con una sessione di verifiche. Al termine l’allievo inizia una sua ricerca sperimentale che si conclude con una discussione e l’assegnazione del Diploma di Operatore di Riflessologia.
La frequenza è obbligatoria? La frequenza alle lezioni è consigliata perché l’incontro con i nostri docenti qualificati ed esperti può facilitare l’apprendimento. Soltanto le lezioni di Riflessologia (10 per ogni annualità) sono obbligatorie (all’80%), ma le eventuali assenze possono essere recuperate l’anno seguente. Gli allievi che si trovano nell’impossibilità di frequentare le altre materie possono avvalersi della Piattaforma Virtuale, dei libri di testo, dispense, slide e materiale audio messo a disposizione della Scuola e presentarsi alle verifiche finali.
E quando la Scuola è finita?
La Scuola è anche un centro continuo di sperimentazione, di aggiornamento e di scambio per tutti gli allievi che vogliono rimanere in un percorso di formazione continua, fare ricerca e formarsi come docenti.
E alla fine è possibile lavorare? La Scuola è fortemente orientata a fornire agli allievi che desiderano utilizzare la Riflessologia a livello professionale, tutte le competenze, come anche quelle in materia legale e sanitaria, gli aggiornamenti e gli stimoli che li aiutino a poter operare come Operatori di Riflessologia. La legge 4/13 riconosce oggi questa possibilità.
La formazione di un Operatore in una professione di aiuto deve essere senz’altro un processo di evoluzione anche personale, oltre che professionale. Per questo il Sistema formativo dell’Università Popolare dello Sport offre corsi per approfondire le proprie conoscenze a tutti i livelli, fisico, emotivo, psichico e spirituale, secondo i percorsi individuali di indagine e crescita di ogni persona.

LA STRUTTURA DEL CORSO E IL PIANO STUDI
Il primo anno si propone di accrescere la conoscenza dei fenomeni che sovraintendono al funzionamento del nostro organismo nella sua completezza di mente e corpo, le correlazioni tra organi e tessuti del nostro organismo e zone riflesse del piede e il loro trattamento al fine di poter stimolare il potere di autoguarigione insito in ogni persona, da applicare in un ambito familiare ed amicale, per il ristabilimento dell’equilibrio personale. Il superamento delle verifiche del 1° anno dà diritto all’attestato di partecipazione. Il primo anno prevede 244 ore di lezione:
• 174 ore di lezione nei week end (uno al mese circa) - Antropologia medica, Riflessologia plantare, Scienze Biomediche (Anatomia e fisiologia degli apparati, cenni di patologia generale), Educazione al contatto e alla relazione, Elementi di Primo Soccorso.
• 30 ore di esercitazioni pratiche con un tutor
• 30 ore di E- learning
• Verifiche finali

Il secondo anno si propone di approfondire le conoscenze tecniche e l’abilità manuale e nello stesso tempo di formare una visione dei fenomeni di squilibrio che tenga conto della complessità dell’individuo al fine di formare operatori capaci di prendersi “cura” in maniera responsabile e professionale negli ambiti per i quali la Riflessologia trova chiare e riconosciute indicazioni. Il superamento delle prove di verifica del 2° anno dà diritto all’attestato di partecipazione. Il secondo anno comprende circa 300 ore di lezione:
• 204 ore di lezione nei week end (uno al mese circa) - Riflessologia Plantare (Approfondimenti ), Scienze Biomediche ( Cenni di patologia degli apparati e Analisi dei referti), Cenni di psicosomatica degli organi e significato della malattia, Corso base nell’uso dei Fiori di Bach, Seminario di Diritto e Terapie non convenzionali.
• 40 ore di tirocinio con supervisione del Tutor
• 21 ore di esercitazioni con Tutor
• 30 ore di E-learning
• Verifiche finali
• Tesi di Ricerca

Al termine del piano di studi delle due annualità, in regola con le iscrizioni, la frequenza ai corsi e, avendo superato con profitto tutte le prove e gli esami, l’allievo può presentare e discutere alla sessione d’esame il proprio lavoro di ricerca (tesi) condotto e supervisionato dal relatore e dal correlatore. Dopo che la commissione ha espresso una valutazione positiva, si rilascia il Diploma di Operatore in Riflessologia.

Responsabile della Scuola e docente di Riflessologia
Claudia Puntel,
laureata in Fisioterapia e specializzata in Posturologia, dal 1980 è impegnata in un continuo lavoro di aggiornamento e di approfondimento che è orientato ad una visione globale della persona e non solo al sintomo, per il conseguimento della salute, del benessere e dell’evoluzione personale dei suoi pazienti. Si serve della Riflessologia Plantare, dell’ Auricoloterapia, dei Fiori di Bach, dello Shiatsu-Terapia e ha appreso le tecniche di canalizzazione energetica del Reiki.

Docenti
Davide Dariva, Scienze Biomediche e radiologia.
Osteopata, posturologo clinico, kiniesologo. Docente presso l’Università di Tor Vergata per Master in Posturologia, docente dell’Università Popolare dello Sport, docente per la formazione e sviluppo protocolli per l’Italia e per l’estero per società che producono strumenti elettromedicali.
Giovanni Del Savio, Elementi di primo soccorso.
Attestato Infermiere presso l’Ospedale Militare di Roma, operatore Shiatsu, Istruttore certificato Italian Resuscitation Council presso IRC EMT.
Perla Graffeo, Alimentazione naturale e Fiori di Bach.
Laureata in Lingue Orientali, diplomata Erborista presso l'Università di Perugia; è consulente nutrizionale e diplomata in "Nutritional Therapist (GB).
Claudia Harari, Educazione al contatto e alla relazione.
Psicoterapeuta ( Società Italiana Gestalt ), specializzata presso l’Associazione Anoressia e Bulimia (“ABA”), insegnante Yoga diplomata presso l’Accademia Yoga di Roma e ha frequentato, in Francia, la scuola di movimento creativo di T. Bertherat e quella di tecniche psicocorporee di F. Mezieres. Per 10 anni ha collaborato con l’Associazione Italiana di Psicologia Transpersonale. Docente di formazione in psicoterapia, psicocorporea e counselling.
Antonella Martini, Antropologia medica.
Sociologa esperta in Antropologia culturale, docente di formazione. Collabora in progetti formativi rivolti ad Operatori Minorili.
Francesco Romagnoli, Scienze biomediche.
Medico specialista in chirurgia generale e d’urgenza, dottore di ricerca in chirurgia sperimentale. Chirurgo d’urgenza presso il Policlinico universitario Umberto I di Roma. Membro di diverse società scientifiche, presidente del Comitato Regionale per il Lazio della Società Polispecialistica Italiana Giovani Chirurghi.
Roberto Tosi, Psicosomatica degli organi.
Psicoanalista junghiano e formazione professionale presso il G.A.P.A. di Roma, ha poi conseguito diplomi in Psicoterapia dei Disturbi Psicosomatici (Ist.RIZA di Milano) , in Psicodiagnostica e Tecniche dell’Intervento Clinico (C.E.F.O.R.P. di Roma), ed in varie discipline energetiche.

Assistenti per la ricerca e tutor delle esercitazioni, diplomati alla nostra Scuola di Riflessologia:
Caterina Lizzano,
Sociologa e Assistente alla comunicazione ( Lingua Italiana dei Segni )
Chiara Lubrani,
Insegnante Massaggio Infantile e Riflessologia Cinese
Flavia Tricoli,
Psicologa ed estetista
Patrizia Motta,
Clown dottore e Insegnante Massaggio Infantile
Alessia Bruni,
Laureata al DAMS e operatrice Massaggio Ayurvedico


INFORMAZIONI

Requisiti di ammissione
Diploma di Scuola Media Superiore

La scuola è aperta sia a coloro che vogliono entrare, attraverso la Riflessologia, nel campo delle terapie complementari, sia a coloro che desiderano integrare con la Riflessologia il loro percorso formativo in tale ambito.
È possibile predisporre percorsi formativi personalizzati da concordare con la Direzione Didattica della Scuola al momento dell’iscrizione.

Costi e modalità di pagamento
Tessera associativa annuale € 20,00
Il costo di partecipazione al primo anno è di € 1200,00 (€ 320,00 all’iscrizione e 8 rate da € 110,00 mensili)
Il costo di partecipazione al secondo anno è di € 1300,00

Responsabile della Scuola
Claudia Puntel claudia.puntel@gmail.com

Informazioni e iscrizioni
Tel. 0637716363 - 06.99702866
Segreteria della formazione formazione@universitapopolaredellosport.it

Sedi
Roma, Via Flavio Stilicone, 41 – 00175 (metro A - Lucio Sestio)
Roma, Viale Giulio Cesare, 78 – 00192 (metro A - Ottaviano)

Ulteriori informazioni


Informazioni sul prezzo : il monte ore e il costo si intendono per il primo anno del biennio formativo la quota va integrata con una tessera associativa di € 30,00 i pagamento possono essere rateizzati e personalizzati
Stage: si