Scuola di Neuropsicologia

Fondazione Santa Lucia
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • Durata:
    5 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: La scuola ha lo scopo di formare specialisti preparati a svolgere interventi di carattere clinico nelle istituzioni sanitarie o di altro tipo, con competenze proprie della professionalita' neuropsicologica, nei suoi aspetti preventivi diagnostici terapeutici e riabilitativi. Lo specialista in Neuropsicologia deve maturare conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dei.
Rivolto a: Laureati in medicina.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Ardeatina 306, 00134, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Concorso di ammissione

Programma

Nell'ambito della Facoltà di Psicologia 1 di Sapienza Università di Roma viene attivata per l’anno Accademico 2007/2008 la Scuola di Specializzazione in Neuropsicologia con durata quinquennale, riassettata in base al Decreto Ministeriale del 24 luglio 2006 pubblicato nella G.U. del 21 ottobre 2006.

La scuola ha lo scopo di formare specialisti preparati a svolgere interventi di carattere clinico nelle istituzioni sanitarie o di altro tipo, con competenze proprie della professionalita' neuropsicologica, nei suoi aspetti preventivi diagnostici terapeutici e riabilitativi.

Lo specialista in Neuropsicologia deve maturare conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dei disordini cognitivi ed emotivo-motivazionali associati a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso nelle varie epoche di vita (sviluppo, eta' adulta ed anziana), con particolare riguardo alla diagnostica comportamentale, alla riabililitazione cognitiva e comportamentale, al monitoraggio dell'evoluzione temporale di tali deficit, e agli aspetti subspecialistici interdisciplinari quali la psicologia forense.
Deve disporre inoltre di conoscenze ed esperienze atte a svolgere e coordinare attivita' per identificare i deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali determinati da lesioni o disfunzioni cerebrali, valutare i predetti deficit, analizzare risultati quantitativi degli accertamenti, organizzare i programmi di riabilitazione dei deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali e gli interventi atti a favorire il compenso funzionale.
Verranno altresì erogati corsi con l’obiettivo di promuovere, realizzare e valutare gli interventi psicoterapeutici e di comunita'.

Sono organi della Scuola il Direttore ed il Consiglio della Scuola. La Scuola e' diretta dal Prof. Salvatore Maria Aglioti. Vicedirettrice della scuola è la Prof.ssa Gabriella Antonucci. Il Consiglio della Scuola e' composto da tutti i docenti della Scuola, compresi i Professori a contratto, e da una rappresentanza di tre specializzandi, eletta secondo quanto previsto dall'art. 99 del D.P.R. n. 382/1980.

Il Consiglio della Scuola conduce e coordina le attivita' didattiche e di programmazione con i Consigli del Dipartimento di Psicologia, del Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione, della Facolta' di Psicologia (incluse le proposte alla Facolta' per la designazione dei docenti, l'affidamento degli insegnamenti e le eventuali proposte di stipule di contratti e convenzioni) e l'I.R.C.C.S. Fondazione S. Lucia con il quale esiste una convenzione specifica e presso il quale viene svolta l'attivita' didattico-formativa.

Per il conseguimento del titolo di specialista in Neuropsicologia lo specialista in formazione deve acquisire 300 CFU complessivi, articolati in cinque anni di corso.

In base alle strutture ed attrezzature disponibili la scuola e' in grado di accettare il numero massimo di cinque iscritti al primo anno per l'A.A. 2007-2008.

Concorrono al funzionamento della scuola i Dipartimenti di Psicologia e dei Processi di Sviluppo e Socializzazione e i docenti delle Facoltà di Psicologia 1 e di Medicina e Chirurgia.
Sono ammessi al concorso per l'accesso alla scuola i laureati in Psicologia. I candidati all'ammissione dovranno fornire prova di buona conoscenza strumentale della lingua inglese. Per l'iscrizione alla scuola è richiesto il diploma di abilitazione all'esercizio della professione di psicologo ovvero la sua acquisizione entro la prima sessione utile dell'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di psicologo.

Gli esami valutati nell'ambito del concorso di ammissione alla Scuola sono:

1. Neuropsicologia

2. Fondamenti anatomo-fisiologici dell'attività psichica

3. Psicologia Fisiologica - corso progredito

4. Psicologia dell'apprendimento e della memoria

5. Neurofisiologia

6. Teoria e tecniche dei test

7. Neuropsichiatria infantile

ATTIVITA' DIDATTICO-FORMATIVA

L'attività didattico-formativa avra' luogo presso l'I.R.C.C.S. Fondazione Santa Luca Lucia, via Ardeatina 306, Roma, con il quale è stata stipulata una specifica convenzione.
L'attivita' della Scuola ha come obiettivo quello di portare l'allievo ad una conoscenza critica della specificita, della professione dl neuropsicologo, nonché ad una competenza sulle sue modalita' di intervento.

La neuropsicología è la scienza che studia nell'uomo le alterazioni delle funzioni cognitive causate da lesioni o disfunzioni focali o diffuse del sistema nervoso centrale, acquisite, congenite, geneticamente determinate. In ambito clinico, la neuropsicologia permette di definire la presenza e la gravita' dei deficit cognitivi (ad es. afasia, amnesia) dei pazienti affetti da lesioni o disfunzioni cerebrali, con finalità diagnostiche, prognostiche e riabilitative

In questa prospettiva e' fondamentale l'approfondimento delle conoscenze anatomo-fisiologiche del S.N.C., dei modelli cognitivi di elaborazione delle informazioni, dei deficit neuropsicologici conseguenti diversi tipi di malattie neurologiche, metaboliche, internistiche e genetiche, degli strumenti comportamentali (osservazione clinica, test psicometrici) per la valutazione della presenza e della gravita' nonche' delle metodiche di riabilitazione dei deficit neuropsicologici.

Gli obiettivi formativi e i percorsi didattici sono identificati da attivita' formative indispensabili per conseguire il titolo. Le attivita' sono a loro volta suddivise in ambiti omogenei di conoscenze e competenze professionali identificate da settori scientifico disciplinari.

Il piano dell’offerta formativa e i relativi CFU sono ripartiti secondo il piano inviato al Ministero ed approvato dal CUN che si fornisce in allegato.


OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivi formativi integrati (tronco comune):
Lo Specialista deve aver acquisito soddisfacenti conoscenze teoriche e competenze professionali nella valutazione e nell'intervento psicologico di consulenza e psicoterapia relativamente alle piu' diffuse problematiche comuni alle seguenti tipologie: Neuropsicologia, Psicologia del ciclo di vita, psicologia della salute, valutazione psicologica e consulenza.

A tale fine avra' acquisito conoscenze ed esperienze nei seguenti ambiti:

Psicologia generale, psicobiologia e neuropsicologia:
conoscenza dell'organizzazione funzionale dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali nelle diverse eta' della vita, delle loro basi nel sistema nervoso centrale e nei sistemi biologici dell'organismo, dei fattori genetici che determinano il comportamento, della valutazione e della riabilitazione dei deficit dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali psicogeni o causati da lesioni e disfunzioni cerebrali nelle diverse eta' della vita;

Psicologia dello sviluppo e dell'educazione:
conoscenza dello sviluppo dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali, delle loro basi psicobiologiche nell'infanzia e nell'adolescenza, e delle loro relazioni con l'apprendimento e l'educazione; competenze nella valutazione, riabilitazione e psicoterapia in eta' di sviluppo;

Psicologia sociale, di comunita' e delle organizzazioni:
conoscenza delle relazioni fra processi ed eventi collettivi e societari e processi psicologici sociali, individuali e di gruppo negli aspetti maggiormente rilevanti per l'organizzazione cognitiva ed emotivo-motivazionale dell'individuo e dei gruppi;

Psicologia dinamica e clinica:
conoscenza dal punto di vista psicodinamico, psicogenetico e clinico dei processi intrapsichici e delle relazioni interpersonali rilevanti per la prevenzione e il trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie,e dei principali indirizzi psicoterapeutici,con particolare riguardo a interventi di valutazione, prevenzione, riabilitazione psicologica e psicoterapia con addizionali competenze nella psicofisiologia clinica;

Psicofarmacologia:
conoscenza degli effetti di farmaci e sostanze di abuso sui processi cognitivi ed emotivo-motivazionali e sulla personalita', nelle diverse eta' della vita e in presenza di disordini dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali;

Psichiatria:
conoscenza degli aspetti cognitivi ed emotivo-motivazionali e di elementi di epidemiologia, di eziopatogenesi e di diagnosi delle piu' diffuse malattie psichiatriche; competenze nella valutazione e nel trattamento preventivo, riabilitativo e terapeutico di tali malattie; competenze nella valutazione del decorso di tali malattie e degli effetti cognitivi ed emotivo-motivazionali dei trattamenti riabilitativi psicoterapeutici e farmacologici;

Statistica psicometria ed epidemiologia:
applicazione delle metodologie statistiche psicometriche all'analisi delle prestazioni comportamentali a test per la valutazione dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali, a interviste e colloqui, con finalita' di diagnosi e di valutazione dell'evoluzione temporale di deficit eventuali, anche in relazione a trattamenti psicologici riabilitativi o farmacologici; applicazione delle metodologie statistiche epidemiologiche a livello di popolazione all'analisi dei profilicognitivi, emotivo-motivazionali e di personalita', e dei loro deficit nelle diverse eta' della vita;

Neurologia:
conoscenza, ai fini della valutazione e riabilitazione psicologica e neuropsicologica e della psicoterapia, di elementi di epidemiologia, eziopatogenesi, diagnosi e terapia delle principali malattie del sistema nervoso che determinano deficit dei processi cognitivi motivazionali;

Sociologia e antropologia:
conoscenza delle principali prospettive in ordine alla comprensione del mutamento e all'analisi dei gruppi, della salute, dello sviluppo e della sicurezza sociale con particolare attenzione al rapporto norme giuridiche-societa' e al comportamento deviante, dei meccanismi generali dei processi antropologici e delle modalita' con cui le culture si configurano si diversificano in funzione della comprensione delle identita'diverse delle popolazioni;

Organizzazione e gestione dei servizi:
Conoscenza dei principie delle tecniche di organizzazione aziendale e di gestione anche con riguardo agli aspetti giuridico normativi e alle tecniche informatiche.

Per la Neuropsicologia gli obiettivi formativi specifici, le attivita' professionalizzanti e le attivita' elettive sono i seguenti:

Formativi di base:
conoscenza dei fondamenti della neuroanatomia e neurofisiologia, con particolare riferimento alla base neurale dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali ed al loro sviluppo; conoscenza delle basi genetiche e neurofisiopatologiche dei deficit neuropsicologici cognitivi ed emotivo-motivazionali; conoscenza di elementi di neuropsicofarmacologia; conoscenza delle tecniche di elettrofisiologia e di bioimmagine nelle loro applicazioni in neuropsicologia; conoscenza dei metodi psicometrici applicati in neuropsicologia; dell'utilizzo dei sistemi computerizzati nella diagnosi e riabilitazione neuropsicologica; dell'epidemiologia dei disturbi neuropsicologici; conoscenza dell'organizzazione e della legislazione dei servizi sociosanitari;

Formativi generali:
conoscenza della storia della psicologia ed in particolare della neuropsicologia, nei suoi aspetti psicologici, neurologici e neurofisiologici.

Formativi della tipologia della Scuola:
conoscenza dei meccanismi patologici cognitivi ed emotivo-motivazionali e delle loro basi neurofisiopatologiche, che determinano, nelle diverse epoche della vita, disordini del linguaggio, delle abilita' visuo-spaziali, dell'attenzione, della programmazione del movimento, della memoria, della pianificazione del comportamento nei suoi aspetti cognitivi ed emotivo-motivazionali; conoscenza degli aspetti neuropsicolologici delle sindromi psichiatriche e delle patologie non primariamente neurologiche; conoscenza dei fenomeni di neuroplasticita' in relazione al recupero funzionale dei deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali.

Le attivita' professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalita' didattiche della tipologia comprendono l'esecuzione, condotta con la supervisione di esperti secondo le indicazioni fornite nel decreto di riassetto.
Le attivita' elettive utili all'acquisizione di specifiche ed avanzate conoscenze sono principalmente nell'ambito della psicologia cognitiva, della psicometria e delle metodologie di simulazione dell'attivita' mentale, della genetica del comportamento, dell'applicazione dei metodi di neuroimmagine funzionale e di elettrofisiologia clinica allo studio dei processi cognitivi, dell'informatica applicata alla diagnosi e alla riabilitazione neuropsicologica.

Le attivita' didattiche formative relative al primo anno sono finalizzate al conseguimento di 60 CFU da ripartire, solo orientativamente, a cura del consiglio della scuola, in:
- 25 CFU: Attività caratterizzanti Formazione generale – tronco comune - (Psicologia generale, psicobiologia e neuropsicologia – Psicologia dello sviluppo e dell’educazione- Psicologia sociale, di comunità e delle organizzazioni- Psicologia dinamica e clinica- Statistica psicometria ed epidemologia)
- 5 CFU: attività formativa di base
- 25 CFU: attività professionalizzanti
- 5 CFU: attività a scelta dello studente

Le attivita' didattiche formative relative al secondo anno sono finalizzate al conseguimento di 60 CFU da ripartire solo orientativamente, a cura del consiglio della scuola, in:
- 27 CFU: Attività caratterizzanti Formazione generale – tronco comune - (Sociologia e antropologia – Psicofarmacologia- Neurologia, Psichiatria, Organizzazione e gestione dei servizi);
- 33 CFU: attività professionalizzanti

Le attivita' didattiche formative relative al terzo anno sono finalizzate al conseguimento di 60 CFU da ripartire solo orientativamente, a cura del consiglio della scuola, in:
- 55 CFU: attività professionalizzanti
- 5 attività a scelta dello studente

Le attivita'didattiche formative relative al quarto anno sono finalizzate al conseguimento di 60 CFU da ripartire solo orientativamente, a cura del consiglio della scuola, in:
- 55 CFU: attività professionalizzanti
- 5 attività a scelta dello studente

Le attivita' didattiche formative relative al quinto anno sono finalizzate al conseguimento di 60 CFU da ripartire solo orientativamente, a cura del consiglio della scuola, in:
- 40 CFU: attività professionalizzanti
- 15 CFU: prova finale
- 5 altre attività formative

Durante i 5 anni di corso è richiesta la frequenza presso le strutture e i servizi seguenti: laboratori di psicofisiologia, neurofisiologia clinica e neuropsicologia clinica, servizi di psicodiagnostica e di psicoterapia, di medicina generale, di neurologia, di neuropsichiatria infantile, di riabilitazione neurologica, di consulenza medico-legale.

La frequenza avverrà secondo le modalita' deliberate dal consiglio della scuola, cosi' da assicurare ad ogni specializzando un adeguato periodo di esperienza e formazione professionale.

La selezione per l’ammissione alla scuola prevede un esame scritto e un colloquio orale

VERIFICHE DEL PROCESSO FORMATIVO

L'esame teorico-pratico che gli specializzandi devono sostenere al termine di ciascun anno verte su tutte le materie previste dal precedente punto, nonche' sulle attivita' pratiche stabilite dal consiglio della scuola. Per essere ammesso a sostenere l'esame annuale, lo specializzando deve aver frequentato almeno tre quarti delle lezioni, dei seminari e delle attività pratiche previste per l'anno al quale è iscritto.