Scuola di Teatro Educativo

Teatro Cinque
A Milano

900 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 208 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Finalità del corso è la definizione di una figura professionale che, utilizzando il teatro, sia in grado di attivare percorsi formativi rivolti a bambini e ragazzi con particolare attenzione alla dimensione delle relazioni, della comunicazione, dell'espressione consapevole delle proprie risorse espressive.
Rivolto a: Il corso di teatro educativo intende anzitutto avvicinare professionisti che operano nell' ambito didattico o delle relazioni d'aiuto alle innumerevoli potenzialità di crescita e di sviluppo della personalità che il linguaggio e le tecniche teatrali coinvolgono, soprattutto nel lavoro con i gruppi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Ascanio Sforza 37, 20136, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

età: 18 anni compiuti. Diploma di scuola media superiore. L’ammissione al corso è vincolata ad un colloquio orientativo.

Programma

TeatroCinque
Scuola di Teatro Educativo
FORMAZIONE DI CONDUTTORI TEATRALI CHE OPERANO NELLA SCUOLA E IN CONTESTI SOCIO-EDUCATIVI
Anno didattico 2008-2009
Il ‘metodo del gioco’ e la valenza educativa del teatro
Il ‘metodo del gioco’, fondato da Alessandro Del Bianco, nasce dal lavoro condotto negli ultimi quindici anni di esperienza di conduzione di laboratori teatrali nelle scuole e nei contesti socio-educativi in genere in prima persona e attraverso la formazione e la trasmissione di questo a operatori che ne continuino la messa in pratica. E’ il metodo di lavoro sul quale si basano i laboratori progettati e condotti dal TeatroCinque, tra le realtà lombarde più attive nel contesto dell’educazione al teatro. Il metodo del gioco nasce dal percorso artistico e registico di Alessandro Del Bianco e guarda da un lato agli insegnamenti di Gianni Rodari e alla sua metodologia, dall’altro alle tecniche dei grandi maestri della recitazione realista (Stanislavskij, Strasberg, Yershov). La recitazione realista è infatti alla base sia degli insegnamenti della Scuola di Teatro Educativo che degli incontri laboratoriali proposti alle scuole. L’obiettivo è che il bambino possa vivere un’esperienza creativa che ne sviluppi in primo luogo le sue capacità personali. Tutto questo è primario rispetto al risultato finale ed è invece molto vicino al percorso formativo della persona. Il metodo del gioco nasce dall’incontro tra la spinta artistica e quella pedagogica e mostra come gioco e teatro siano realtà molto vicine e, se ben orientate, efficaci nel far emergere potenzialità espressive e creative fondamentali nel percorso di crescita e di educazione di un bambino. Il teatro si avvicina al gioco dei bambini perchè stimola l’immaginario e sviluppare l’immaginario significa entrare in relazione con il mondo e quindi con l’altro. L’immaginazione è ciò attraverso cui l’individuo si mette in relazione con i fatti oggettivi della realtà e con le azioni, gli agiti soggettivi in questa realtà. L’immaginazione dunque non solo filtra la realtà oggettiva, ma in alcuni casi la crea. Immaginazione e creatività sono dunque due ambiti molto vicini e il bambino esprime il proprio immaginario primariamente attraverso il gioco. Da qui dunque la relazione tra gioco e teatro dalla quale trae origine il ‘metodo del gioco’ al quale forma la Scuola di Teatro Educativo. I principi pedagogici alla base del ‘metodo del gioco’ sono : la libertà dell'esperienza teatrale, il gioco, la relazione con il bambino, l'ascolto e l'osservazione senza giudizio, il principio rodariano secondo cui sbagliando si inventa, il corpo come veicolo espressivo, il lavoro sul personaggio, la voce e la parola come strumenti creativi, il senso della creazione collettiva.
Finalità e obiettivi del corso
Ogni corso di formazione, in relazione ai propri obiettivi specifici, indica la trasmissione di contenuti, tecniche, metodologie espressamente legate all'area di competenza cui attiene.
Anche il corso di teatro educativo intende anzitutto avvicinare professionisti che operano nell'ambito didattico o delle relazioni d'aiuto alle innumerevoli potenzialità di crescita e di sviluppo della personalità che il linguaggio e le tecniche teatrali coinvolgono, soprattutto nel lavoro con i gruppi.
Tuttavia, la lunga esperienza maturata dagli operatori di TeatroCinque nelle scuole porta indubbiamente fra i risultati più interessanti, le numerose possibilità di integrazione che l'attività teatrale può offrire alle persone, ai professionisti e alle istituzioni.
Lavorare con l'infanzia e l'adolescenza impone necessariamente all'adulto di riferimento, che sia insegnante, o educatore, o esperto di teatro, competenze pedagogiche, capacità di ascolto e di percezione dei bisogni dell'altro (singolo o gruppo). Capacità di contenere, accogliere e leggere i messaggi non verbali, favorire e stimolare la creatività dei bambini/ragazzi attraverso l'utilizzo di tutti i registri espressivi (corpo, voce, pittura e disegno, musica).
Finalità del corso è dunque la definizione di una figura professionale che, utilizzando il teatro, sia in grado di attivare percorsi formativi rivolti a bambini e ragazzi con particolare attenzione alla dimensione delle relazioni, della comunicazione, dell'espressione consapevole delle proprie risorse espressive.
Contenuti
La formazione degli allievi riguarderà tre aree di competenza :
- area psicopedagogica: questo modulo intende approfondire le connessioni specifiche fra linguaggio e tecniche teatrali e linguaggio pedagogico e analitico, con particolare riferimento alle fasi evolutive di sviluppo del bambino;
- area esperienziale: alcuni moduli formativi saranno espressamente dedicati all'apprendimento di tecniche e linguaggi espressivi legati al teatro (costruzione di maschere e burattini; lavoro sul corpo e sulla voce; lavoro sul clown; lavoro sul personaggio; laboratorio di scrittura drammaturgica; lavoro dell’attore); osservazione e tirocinio: agli allievi verrà richiesto un monte ore di almeno 40 ore di tirocinio come osservatori, co-conduttori o assistenti di operatori teatrali più esperti.
In fase contrattuale e di analisi del bisogno con il gruppo degli allievi che avranno accesso al corso verrà comunque concordata una priorità delle aree di contenuto sopraindicate, a partire dalle caratteristiche specifiche e dalle esigenze di formazione professionale degli allievi.
Le esperienza e le attività di tirocinio saranno costantemente monitorate.
Il corso dedicherà regolarmente una parte delle attività del gruppo in formazione alla supervisione dei tirocini e delle eventuali esperienze professionali che riguardano difficoltà e nodi problematici nella conduzione dei gruppi con modalità creative.
La condivisione e lo scambio delle esperienze può concorrere in maniera significativa alla riflessione sul metodo di lavoro, nella ricerca continua di connessioni e contaminazioni fra area pedagogica, area didattica e area artistica.
Durata del corso ottobre 2008 - giugno 2009
Numero di iscritti
Max 24
Riconoscimenti e qualifiche
A fine percorso, previo colloquio finale di valutazione, verrà rilasciato dall'Associazione TeatroCinque un attestato di frequenza. Il riconoscimento di operatore teatrale secondo la metodologia del TeatroCinque viene rilasciato nel momento in cui si ritiene concluso il percorso personale di formazione al suddetto metodo.
Requisiti di ammissione 18 anni compiuti.
Diploma di scuola media superiore.
L’ammissione al corso è vincolata ad un colloquio orientativo fissato in seguito alla visione e lettura del curriculum vitae e della lettera motivazionale che devono essere allegati alla richiesta di ammissione e inviati entro e non oltre il 12 ottobre 2008.
Chiusura iscrizioni: 12 ottobre 2008 * l’iscrizione è considerata confermata al momento del saldo della prima rata di iscrizione
Frequenza
Due pomeriggi a cadenza settimanale da ottobre a giugno. 1 settimana intensiva
N. 40 ore complessive di tirocinio nei laboratori nelle scuole quantificabili come osservazione o affiancamento di operatori teatrali esperti.
Totale ore complessivo del corso: 208.
Le assenze consentite ai fini del rilascio dell'attestato finale non devono superare il 15 % della durata complessiva del corso.
Calendario: lunedì o venerdì e mercoledì 17.30-19.30 settimana intensiva: 30 marzo - 5 aprile 2009 (lun-ven 19.00/22.00; sab-dom 15.00/19.00)
Inizio corsi: mercoledì 15 ottobre 2008
Costo 900,00 € con pagamento suddivisibile in 3 tranche (300,00 al momento dell’iscrizione e comunque entro e non oltre il 12 ottobre - 300,00€ entro e non oltre il 20 dicembre 2008 - 300,00€ entro e non oltre il 31 marzo 2009)
Sede didattica
TeatroCinque - Via Ascanio Sforza 37, Milano.
Docenti e collaboratori
Alessandro Del Bianco regista, insegnante di arte drammatica - scuola realista, fondatore della metodologia di teatro pedagogico del TeatroCinque.
Irina Galli coreografa, insegnante di teatro-danza, attrice, esperta di teatro pedagogico.
Nerella Selvatici psicoterapeuta dell’età evolutiva e dell’adulto.
Per informazioni
TeatroCinque
Via Ascanio Sforza 37 - 20136 Milano
Responsabile organizzazione:
Caterina Teoldi

Ulteriori informazioni

Stage: Agli allievi verrà richiesto un monte ore di almeno 40 ore di tirocinio come osservatori, co-conduttori o assistenti di operatori teatrali più esperti
Alunni per classe: 24

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto