Segreti d'Italia. C'è un filo?

Democratcia Scuola di Politica
A Roma

20 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Roma
  • 6 ore di lezione
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
VIA TOMACELLI 146, 00186, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

La storia politica italiana è intessuta di passaggi cruciali nei quali il corso degli eventi è stato alterato da una mano che ha agito nell’ombra seminando terrore, di fatti tragici e di stragi su cui non si è mai fatta luce, di delitti eccellenti rimasti impuniti. In diversi di questi momenti non è difficile identificare un tratto comune. Quando sembrava stesse per aprirsi una nuova fase di innovazione politica o sociale o sembrava finalmente possibile scoperchiare uno dei lati oscuri della nostra vita pubblica quei fatti hanno chiuso i giochi e ci hanno fatto arretrare. È il caso del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro, dell’avvio della strategia della tensione con la bomba a Piazza Fontana, della sequenza di attentati a persone e cose del periodo 1992-93. La strage di Ustica forse non si colloca nella medesima linea, ma è ugualmente emblematica delle deviazioni di apparati che dovrebbero garantire la sicurezza dei cittadini e paiono invece tesi piuttosto a tutelare se stessi. Il seminario prende in esame i quattro episodi citati, attraverso l’analisi di altrettanti protagonisti del giornalismo di inchiesta e prova a fare i conti con le patologie della nostra democrazia che essi segnalano.

Coordinatori

Achille Passoni

Ettore Rosato

09:45 - 10:00 | ACHILLE PASSONI

Introduzione

10:00 - 11:30 | SERGIO DE LUTIIS

Piazza Fontana. La strategia della tensione al debutto

11:45 - 13:15 | ANDREA PURGATORI

Ustica. La verità occultata

14:00 – 15:40 | GIOVANNI BIANCONI

Aldo Moro. Le Brigate Rosse e altre storie

15:45 - 17:15 | MAURIZIO TORREALTA

1992-93. Gli attentati della transizione