Shiatsu Professionale

IGEA - Scuola di Shiatsu
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 764 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Pratica professionale del massaggio shiatsu.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Lungotevere Prati, 19, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Contattare il centro

Programma

Il Corso professionale, in collaborazione con la Azienda U.S.L. RMD, ha lo scopo di fornire una formazione Shiatsu a livello professionale.

Il corso è triennale, articolato in 764 ore didattiche frontali - le ore didattiche sono di 50 minuti - di lezioni teorico-pratiche e caratterizzato da un'attenta e costante supervisione dello studente.

L'iter formativo è integrato da lezioni di Cultura Medica Cinese, Anatomia e Fisiologia, Deontologia Professionale, nozioni di Medicina di base e incontri di Studio sulla Relazione operatore - ricevente.

La durata e la struttura dell'iter formativo sono riconosciuti dalla Federazione Nazionale Scuole Shiatsu e conformi ai criteri stabiliti dalla Federazione Italiana Shiatsu. Le classi sono a numero chiuso e questo permette agli insegnanti di seguire gli studenti individualmente supportandoli nel loro processo di apprendimento.

1° anno: 192 ore didattiche frontali da Novembre a Giugno

Il primo anno prevede un lavoro continuo e approfondito di allineamento posturale, atto a sviluppare la capacità autopercettiva dello studente. L'approfondimento di tecniche di base di pressione con palmo, pollice, gomito e ginocchio e di tecniche di allungamento nelle quattro posizioni di trattamento: prona, supina, laterale e seduta.

L'attenzione è focalizzata alla propria postura e alla propria Hara per acquisire la corretta pressione Shiatsu: pressione portata con il peso del corpo rilassato. Stare e non Fare, in accordo con il principio Taoista del Wu-Wei o della non-azione Il saggio non fa niente eppure niente rimane di incompiuto dal Dao De Jing di Lao Zi. La parte teorica, sempre strettamente collegata alla pratica, comprende il concetto di Ki, la forza universale che è informazione e flusso in costante cambiamento ed ha una gamma di densità, e il concetto di Yin e Yang, che descrive l'unicità e l'interazione, l'opposizione e la complementarietà delle 2 qualità energetiche primarie, l'introduzione esponenziale delle 5 fasi Acqua, Fuoco, Legno, Metallo e Terra.

Il primo anno, da ottobre a giugno, è articolato in 8 week end, 9 lezioni teoriche infrasettimanali, 6 incontri di pratica supervisionata e 1 lezione individuale, quest'ultima da prendere alla fine dell'anno.

La lezione individuale è uno strumento formativo importante, in quanto permette allo studente di verificare il suo apprendimento e all'insegnante di valutarlo, supportando le esigenze individuali.

2° anno: 262 ore didattiche frontali da Settembre a Giugno

Il secondo anno è incentrato sullo esperenziale dei 12 meridiani principali come descritti da Masunaga, sulla conoscenza del loro decorso nel proprio corpo, sul riconoscerli nella propria vita.

I Meridiani costituiscono un sistema di canali di scorrimento del Ki ed esprimono le funzioni vitali di ogni essere vivente. Il lavoro svolto nel primo anno diventa più specifico e preciso attraverso lo studio delle posizioni che permettono di trattare i Meridiani lungo tutto il loro decorso nel corpo, rendendo così il lavoro più funzionale e dinamico. Questa parte viene completata dallo studio delle Aree di Diagnosi di Hara e Schiena.

La parte teorica prevede lo studio delle funzioni e della fisiologia energetica dei Meridiani e le corrispondenze con le 5 Fasi di Legno, Fuoco, Terra, Metallo e Acqua.

Il 2° anno, da ottobre a giugno, è articolato in 9 week end, 18 lezioni teoriche infrasettimanali, 4 incontri di pratica supervisionata, 5 incontri di studio sulla relazione operatore-ricevente, 2 lezioni individuali, quest'ultime sono da prendere una a metà e una alla fine dell'anno, e un ciclo di 5 trattamenti Shiatsu da ricevere. I due cicli di 5 trattamenti Shiatsu che ogni studente dovrà ricevere sono, anche se nella misura simbolica suindicata, parte integrante ed ineliminabile della formazione di un Operatore Professionista.

I trattamenti, per essere validi ai fini curriculari, dovranno essere eseguiti da Operatori indicati dalla Scuola: operatori diplomati, che abbiano superato l'esame della F.I.S. e che lavorino coerentemente con quanto gli studenti stanno apprendendo.

Al corso di Shiatsu sono affiancate lezioni didattiche di Medicina Tradizionale Cinese, Anatomia e Fisiologia, Deontologia Professionale e incontri di studio sulla relazione operatore-ricevente.

3° anno: 254 ore didattiche frontali da Settembre a Giugno

Il terzo anno si articola sullo sviluppo e l'approfondimento del lavoro Comprende lo studio, sia percettivo che teorico, del Kyo/Jitsu, il suo uso e la sua interpretazione. Il Kyo/Jitsu - peculiarità originale introdotta nello Shiatsu da Masunaga - è uno strumento diagnostico e di guida al trattamento.

Lo studio della Diagnosi di Hara consente allo studente di apprendere come strutturare un trattamento e come riequilibrare il flusso del Ki attraverso il lavoro sui Meridiani. Quest'ultima parte, fondamentale per la formazione di un operatore professionista, verrà studiata approfonditamente anche attraverso la presentazione di casi studio portati dagli studenti.

Lo studio si completa con un esame teorico-pratico e la presentazione di una tesi.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto