Sicurezza - RSPP Modulo C

Associazione Provinciale Aziende Innovative
A San Giovanni Teatino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Per professionisti
  • San giovanni teatino
  • 24 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: A svolgere il ruolo di RSPP, che ha funzioni e compiti di supporto tecnico ed organizzativo per l'azienda, e compiti relazionali con i lavoratori e i RLS, su problemi di sicurezza sul lavoro. Tra i compiti al RSPP vi sono: la collaborazione con il datore di lavoro per l'individuazione dei fattori di rischio e delle misure di sicurezza, ai fini della stesura del DVR; la proposizione di programmi di informazione e formazione del personale; la partecipazione alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza. l'incarico di organizzare la formazione e l'informazione ai lavoratori.
Rivolto a: La figura del RSPP é OBBLIGATORIA in tutte le aziende che hanno dipendenti e/o figure assimilate al dipendente. Il datore di lavoro può SOLO in alcuni casi assumere in prima persona il ruolo di RSPP, e quando non può, o non vuole, deve incaricare un dipendente o un professionista, in possesso degli attestati abilitanti. Il corso è rivolto a dipendenti e/o professionisti, in possesso almeno di un diploma di scuola media superiore, che vogliano assumere l'incarico di RSPP (frequentando ANCHE il modulo C) o ASPP (frequentando solo il modulo A + il modulo B del settore ateco corrispondente).

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
San Giovanni Teatino
VIA PO n. 37, 66020, Chieti, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

L’unico requisito richiesto dalla normativa vigente, per seguire il corso RSPP modulo A è il possesso di almeno un diploma di scuola media superiore. Mentre per quanto riguarda i corsi RSPP moduli B e C, per poterli frequentare occorre essere in possesso dell’attestato relativo al modulo A o essere esentati dalla frequenza del modulo A, per il possesso di attestati di laure in determinate discipline, quali, ad esempio, laurea in Tecniche della prevenzione, o Ingegneria, etc. etc.

Programma

DURATA DEL CORSO 24 ORE

Lezione 1
PRESENTAZIONE DEL CORSO. ORGANIZZAZIONE E I SISTEMI DI GESTIONE
La valutazione del rischio come:
a) processo di pianificazione della prevenzione
b) conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per la individuazione e l’analisi dei rischi;
c) elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza

Lezione 2
ORGANIZZAZIONE E I SISTEMI DI GESTIONE
Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI-INAIL, integrazione confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, etc. etc.)
Il processo del miglioramento continuo
Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici).

Lezione 3
IL SISTEMA DELLE RELAZIONI: RLS, Medico competente, lavoratori, datore
di lavoro,enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, etc.; Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro; Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione; Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica; Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali. RISCHI DI NATURA PSICOSOCIALE: Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn-out; Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sulla efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute; Strumenti, metodi e misure di prevenzione; Analisi dei bisogni didattici

Lezione 4
RISCHI DI NATURA ERGONOMICA
L’approccio ergonomico nell’impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature
L’approccio ergonomico nell’organizzazione aziendale
L’organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi

Lezione 5
RUOLO DELL’INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE (I)
Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e
formazione in azienda (D. L.vo 81/08 ed altre direttive europee); Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro; Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, etc.); Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, etc.)

Lezione 6
RUOLO DELL’INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE (II)
Elementi di progettazione didattica:
- analisi dei fabbisogni
- definizione degli obiettivi didattici
- scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi
- metodologie didattiche
- sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda

Ulteriori informazioni

Stage:

Non è previsto lo stage per questo tipo di corso


Alunni per classe: 10
Persona di contatto: Valeri

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto